Un "Dream Team" a favore del Parco nazionale
Locarnese
23.04.2018 - 15:410

Diciotto medici per il Parco nazionale

Il progetto sostenuto da una squadra di professionisti che vivono o lavorano all'interno del perimetro che interessa il progetto

“Il medico cura, la natura guarisce”. È il motto sotto cui nasce il gruppo spontaneo di medici a sostegno del progetto di Parco nazionale del Locarnese, in votazione il prossimo 10 giugno. L’iniziativa è di 18 professionisti che vivono o lavorano all’interno del Parco nazionale, i quali “vogliono far sentire la loro voce”. Una voce che ricorda come “stare in mezzo alla natura fa bene! Ognuno di noi, almeno una volta nella sua vita, ha passato un po’ di tempo in un bosco o ha effettuato una passeggiata in un parco e ha potuto costatare di persona come dopo questa esperienza ci si senta meglio, più rilassati, più calmi e mentalmente più attivi”. Una constatazione lapalissiana ma fondamentale, che ha spinto il dottor Gian Antonio Romano, specialista di medicina interna e di medicina sportiva, di Verscio, a rompere gli indugi e coinvolgere la squadra di colleghi. Un’uscita allo scoperto che ha subito fatto entusiasti proseliti: dal dottor Luca Pissoglio, pediatra di Locarno e sindaco di Ascona, al dottor Beppe Savary-Borioli, già co-presidente del progetto di Parco nazionale e per anni direttore medico del Salva. Al trio si sono poi rapidamente associati i dottori Alain Morgantini, Alberto Gianoni, Cristina Giuliani Poncini, Daniel Blumberg, Franco Cavalli, Gianpiero Enderli, Hans Stricker, Ivo Zarro, Joël Morgantini, Marco Peter, Mario Tramer, Nello Broggini, Rolando Pancaldi, Rossana Helbling e Stefano Giuliani. Per segnalare ai loro paienti il proprio sostegno alla creazione del Parco nazionale, tutti loro hanno deciso di indossare, durante le consultazioni nei loro studi nelle settimane precedenti la votazione, delle magliette color verde acceso, con la scritta “Medici per il Parco” e di mettere a disposizione dei pazienti del materiale informativo.

Per il loro impegno per questa causa, i “Medici per il Parco” hanno scelto il motto: “Il medico cura, la natura guarisce”. Essi si dicono "coscienti che, come accade anche in medicina, è difficile immaginare sempre un consenso assoluto su di una proposta". Sanno però anche che "alcuni piccoli compromessi necessari non inficiano un progetto di larghe vedute ed ampiamente condiviso come quello appunto del Parco Nazionale del Locarnese".

 

Tags
parco
parco nazionale
progetto
medici
medicina
dottor
medici parco
natura
© Regiopress, All rights reserved