Locarno
23.05.2017 - 14:400

Da Locarno a Venezia pedalando e navigando

 Sette giorni per scendere progressivamente, lungo 540 chilometri, dai 192 m/slm del Lago Maggiore fino al mare Adriatico. Questo l’intenso e affascinante programma del raid popolare di ciclismo-navigazione Locarno-Milano-Venezia “Bike and Boat Adventure”, partito sabato scorso dal Porto regionale di Locarno. Il percorso, come viene ricordato in un comunicato, si snoda lungo l’antico collegamento commerciale-turistico a pelo d’acqua tra la  Svizzera e l’Italia, l’idrovia più antica d’Europa.  Il saluto dell’Autorità cittadina ai partecipanti e promotori  dell’iniziativa – Orizzonte Eventi e associazione Verdi Acque – è stato portato dal capo dicastero Sicurezza Niccolò Salvioni. Nel suo intervento ha in particolare messo in rilievo come questo evento non “si sarebbe reso possibile senza tutti coloro che, con grande impegno, dedizione e passione, hanno lottato nel tempo per migliorare la percorribilità dei fiumi e canali di questa storica via d’acqua. In tal senso, un ruolo determinante l’ha senza dubbio giocato l'Associazione Locarno Milano Venezia, presieduta da Aldo Torriani”. Salvioni ha infine ancora ricordato che “Locarno, nel 1954, in Piazza San Marco, ha sottoscritto un raro plurimo contratto dì gemellaggio con le Città di Bruges, Norimberga, Nizza e Venezia, storiche vie d'acqua fluviali e marinare. Ciò, per marcare la libertà dei Comuni e la solidarietà e comunanza tra i popoli d'Europa, in contrapposizione agli orrori della guerra”. In considerazione delle numerose iscrizioni (una cinquantina su tutto il percorso) gli organizzatori hanno già manifestato l’interesse di riproporre l’iniziativa l’anno prossimo con un maggior coinvolgimento dei ticinesi.

 

 

Tags
locarno
venezia
acqua
© Regiopress, All rights reserved