ULTIME NOTIZIE Cantone
08.12.2022 - 09:54
Aggiornamento: 15:22

Frana in Val Calanca: sgombero a pieno regime

Le previsioni meteo potrebbero compromettere la riapertura della strada attesa per il fine settimana

frana-in-val-calanca-sgombero-a-pieno-regime
Ufficio tecnico dei Grigioni
Si sgombera in Val Calanca

I lavori di sgombero e di sistemazione in seguito alla caduta di massi tra Castaneda e Molina procedono a pieno regime. L’Ufficio tecnico dei Grigioni è fiducioso che nel fine settimana sarà possibile aprire la strada a senso unico alternato.

Domenica mattina i massi hanno ricoperto la strada della Calanca su una lunghezza di circa 150 metri. Le masse rocciose cadute hanno danneggiato, in parte in misura importante, la strada, i muri di sostegno a monte e a valle e il cordolo murario su una lunghezza di circa 30 metri. Singoli blocchi hanno superato la strada della Calanca e sono finiti nella Calancasca.

Sgombero già concluso

Dopo i primi accertamenti geologici e il via libera alla zona pericolosa, martedì mattina è stato possibile effettuare i lavori di sgombero con escavatori gommati. I lavori sono stati avviati su entrambi i lati della caduta di massi ed è stato possibile concluderli già mercoledì pomeriggio.

La prossima fase prevede ora l’installazione delle palizzate di protezione sul lato a monte nella zona di pericolo principale su una lunghezza di circa 50 metri. Queste strutture in acciaio alte due metri trattengono i massi con un diametro fino a mezzo metro e in questo modo forniscono un contributo fondamentale alla sicurezza della circolazione su questo tratto.

L’apertura della strada a senso unico alternato durante il fine settimana appare realistica. In seguito, al fine di rendere la carreggiata idonea alla circolazione si procederà alla posa di un rivestimento provvisorio per coprire le buche in parte profonde. Il rivestimento sarà posato al più presto giovedì pomeriggio, non appena sarà completata l’installazione delle palizzate di protezione.

Le precipitazioni previste nella notte tra giovedì e venerdì possono ritardare i lavori: se piovesse, nuove cadute di massi dal settore delle falde detritiche sarebbero possibili. Anche la posa del rivestimento dipende fortemente dalla situazione meteorologica. Qualora non fosse possibile posare il rivestimento entro venerdì, l’Ufficio tecnico provvederà a sistemare provvisoriamente la strada con uno strato di sabbia silicea affinché sia percorribile. Se la sicurezza della circolazione lo consentirà, sarà possibile aprire la strada a senso unico alternato durante il fine settimana.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved