ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
3 ore

Morbio Inferiore, si accende la discussione sul moltiplicatore

Il Municipio propone due punti in meno. La minoranza della Gestione: ‘scelte mirate senza scivolare in tentazioni propagandistiche’. Ultima parola al Cc
Locarnese
3 ore

Tegna, l’ultimo grido del presidente: ‘Salviamo il campo!’

Marco Titocci ha firmato da solo il rapporto di minoranza commissionale sul messaggio con le varianti di Pr nel comparto Maggia-Melezza
Luganese
3 ore

Un laghetto di Muzzano sempre più... “nature”

Intervento in vista per la riva nord-est, prosegue il programma di valorizzazione avviato vent’anni fa
Luganese
12 ore

A Tesserete si celebra l’antropologo Bruno Manser

L’8 dicembre avrà luogo l’annuale riunione delle associazioni a tutela del territorio, con la partecipazione della Bruno Manser Fonds
Luganese
13 ore

Lugano, uno spettacolo per le persone con disabilità

Sabato 3 dicembre, per la Giornata internazionale delle persone con disabilità, si terrà al Lac un’azione performativa
Luganese
13 ore

Tesserete, posticipato il mercatino natalizio

L’evento si sarebbe dovuto tenere domenica 4 dicembre, ma è stato spostato all’11 dicembre a causa del meteo
Luganese
13 ore

Lugano, il Grand Tour of Switzerland al Parco San Michele

Lugano Region, in collaborazione con Svizzera Turismo, ha installato una postazione fotografica nel celebre punto panoramico
Mendrisiotto
13 ore

Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso

Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
13 ore

‘In Gendarmeria mancano effettivi’

Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
14 ore

Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda

Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
GALLERY
Mendrisiotto
14 ore

Mendrisio incontra i suoi 18enni al cinema

La cerimonia si è tenuta al multisala, dove i festeggiati hanno incontrato il Municipio e assistito alla proiezione del film ‘Domani’
Luganese
14 ore

Parte la decima edizione di MelideICE

Apre il 2 dicembre il villaggio natalizio sulla riva del lago, che resterà in funzione fino all’8 gennaio
Ticino
15 ore

Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’

Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
15 ore

Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar

L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
20.09.2022 - 17:02
Aggiornamento: 17:35

Ricorso al Tram per bloccare la votazione a San Vittore

Nuove scuole da 7 milioni: un ex sindaco ritiene l’informazione municipale lacunosa sulle conseguenze finanziarie. La sindaca: ‘Massima trasparenza’

ricorso-al-tram-per-bloccare-la-votazione-a-san-vittore

‘Troppe le incognite finanziarie non sufficientemente chiarite dal Municipio, perciò si annulli la votazione popolare di domenica 25 settembre sullo stanziamento di 7,1 milioni necessari alla realizzazione del nuovo centro scolastico comunale’. Tagliando con l’accetta è questo il succo del ricorso interposto nei giorni scorsi dall’ex sindaco di San Vittore Luciano Annoni al Tribunale amministrativo dei Grigioni. Ricorso che rischia di creare scompiglio in paese a pochi giorni dalla chiamata alle urne che segue l’accettazione del credito da parte dell’Assemblea comunale, lo scorso 5 settembre, con 77 sì, 7 no e 15 astenuti. Ricorso le cui critiche vengono rigettate dal Municipio, il quale nelle proprie osservazioni spedite oggi a Coira invita il Tram a respingerlo e in via subordinata a non concedere l’effetto sospensivo.

‘Si continui a votare’

La sindaca Nicoletta Noi-Togni, sentita dalla redazione, rivolge severe critiche all’estensore («durante l’Assemblea non ha minimamente accennato alla presunta necessità di rinviare la decisione assembleare e/o la votazione popolare») e assicura che tutta l’operazione «è stata sempre portata avanti con la dovuta trasparenza». Perciò esorta la popolazione a votare: «Visto che lo si sta già facendo per corrispondenza, il Tribunale amministrativo dovrà esprimersi in tempi brevi. È comunque importante informare la cittadinanza sul fatto che finora non c’è nulla di sospeso, mancando una decisione sull’effetto sospensivo, e che pertanto può continuare a votare regolarmente. La ringrazio se vorrà farlo con forza, facendo valere quella volontà, più volte espressa in Assemblea, di sostegno ai nostri bambini. I quali non possono più restare a lungo nell’attuale vecchia scuola, viste talune situazioni di pericolo che si accentueranno nel tempo. Non vorremmo insomma doverli spedire nelle scuole di altri Comuni. Il nuovo impianto va peraltro a sostegno di tutta la popolazione che, in caso di catastrofe, non dispone attualmente dei necessari posti di protezione civile».

‘Manca un chiaro messaggio informativo’

Durante l’Assemblea del 5 settembre, ricordiamo, non erano mancate critiche sulla spesa ritenuta non indifferente da taluni abitanti. Timori rispediti al mittente dalla capodicastero Finanze Elena Pizzetti Canato che aveva rassicurato sulla fattibilità e sostenibilità finanziaria del progetto per le casse comunali. Da notare, peraltro, che il capitale proprio supera i 7 milioni di franchi (cifra invidiata da molti Comuni) e che il tasso d’imposta è del 75% (idem). Non la pensa così Annoni che nel ricorso chiede l’annullamento della votazione popolare (e in ogni caso la concessione dell’effetto sospensivo al ricorso) rinviandola a tempo debito. A suo dire l’importante credito "potrà essere messo in votazione quando il Municipio avrà pubblicato un chiaro messaggio informativo" rispettoso dei criteri di completezza e oggettività sanciti dalla Costituzione federale e dalla Legge federale sui diritti politici. Qualora la votazione avesse invece luogo ugualmente, l’ex sindaco chiede al Tram che la stessa venga annullata e, appunto, "ripetuta in un secondo tempo con la messa a disposizione agli aventi diritto di voto di tutte le informazioni carenti nell’attuale messaggio".

Le cifre in ballo secondo il ricorrente

In particolare Annoni si dice preoccupato per le conseguenze finanziarie dell’opera sul lungo termine, a suo dire non motivate nel messaggio inviato alla popolazione col materiale di voto. Cita ad esempio il temuto aumento del tasso fiscale per le persone fisiche: "Il Municipio ha indicato durante l’assemblea una crescita per il 2023 dall’attuale 75 al 90%", quando invece secondo suoi calcoli il tasso esploderebbe al 148%. Dal canto suo la sindaca replica che «nulla, a questo riguardo, è deciso e che il 90% rappresenta il massimo immaginabile. Se ne saprà di più elaborando il Preventivo 2023». Pure criticati da Annoni la mancanza d’indicazioni nel piano finanziario a lungo termine, un indebitamento eccessivo, tassi d’interesse in costante evoluzione, nonché il prevedibile aumento dei costi di costruzione da mettere in conto da qui a fine opera. A suo dire non vanno infatti solo considerati quelli da ottobre 2021 ad aprile 2022, pari a 300’000 franchi già compresi nei 7,1 milioni, ma anche quelli prevedibili nell’arco dell’intero cantiere, ossia – secondo i calcoli fatti dalla Commissione di gestione – 1,9 milioni aggiuntivi che farebbero lievitare il costo finale da 7,1 a 9 milioni. Quanto poi alla massa complessiva d’investimenti comunali prevedibile nel triennio 2022/24, secondo Annoni ammonterebbe a 14 milioni, ciò che richiederebbe spese per le sole ipoteche di 390mila franchi annui.

Leggi anche:

Alle urne il nuovo Centro scolastico di San Vittore

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved