ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
2 min

Hangar 1, il Cantone risponde alle Città

Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
Ticino
2 ore

Dai Tilo ai bus tra Taverne-Torricella e Lamone-Cadempino

Le misure sono dovute a lavori infrastrutturali per l’adattamento dei marciapiedi nella stazione. Sono da prevedere tempi di percorrenza più lunghi
Luganese
3 ore

Cantori della Stella in missione a Berna

Tra i gruppi svizzeri, che saranno a Palazzo federale per incontrare i membri del Parlamento, anche uno proveniente da Tesserete
Locarnese
3 ore

Valmaggia, il Giro del Mondo di Emilio Balli

In occasione dell’Assemblea di venerdì il Museo illustrerà il programma d’attività futuro. Si ripartirà con una mostra inedita e prestigiosa
Luganese
3 ore

Dfa, consegnati i premi del Lions club Ceresio

I riconoscimenti per le migliori tesi di Bachelor sono stati attribuiti a Martina Poggi (Scuola elementare) e a Sofia Pisottu (Scuola dell’infanzia)
Grigioni
4 ore

Frana in Val Calanca: sgombero a pieno regime

Le previsioni meteo potrebbero compromettere la riapertura della strada attesa per la fine di settimana
Luganese
17 ore

Campione d’Italia in versione Natale 2022 fra musica e doni

Doppio appuntamento, giovedì 8 e domenica 18 dicembre, nell’enclave con la ‘Casa di Babbo Natale’ e tanto altro
Luganese
19 ore

I pompieri di Melide celebrano Santa Barbara

Patrona di minatori e vigili del fuoco; la cerimonia si è svolta presso la sede intervento Ffs
13.07.2022 - 08:30
Aggiornamento: 16:48

Sconfessato il piano di Mesocco contro le antenne di telefonia

Revocata la zona di pianificazione comunale alla luce di una sentenza del Tf che riduce il potere del Municipio in termini di concessioni di permessi

sconfessato-il-piano-di-mesocco-contro-le-antenne-di-telefonia

Appare una vittoria per le compagnie telefoniche il verdetto del Tribunale federale (Tf) dello scorso marzo. Una sentenza – relativa al Comune di Malans – che in sostanza sancisce che non si giustifica una zona di pianificazione comunale che vieti provvisoriamente (in attesa di una pianificazione comunale definitiva) l’edificazione di antenne per la telefonia mobile su tutto il territorio comunale (comprese le zone non edificabili). Se la domanda di costruzione è conforme all’ordinanza federale, il Comune sarà dunque costretto a rilasciare la licenza.

La decisione del Tf tocca direttamente il Comune di Mesocco. Alla luce del verdetto il Municipio ha infatti revocato la propria zona di pianificazione, definita dopo la decisione del settembre 2019 del Consiglio comunale di accogliere la proposta di moratoria per bloccare la realizzazione di antenne. Esecutivo che dovrà ora valutare se comunque applicare una zona di pianificazione per le aree residenziali per evitare una dispersione selvaggia degli impianti. Tuttavia alcuni Comuni – come ad esempio la Città di Coira – hanno già deciso di rinunciare a questa opzione in quanto si ritiene sufficiente il recente inasprimento dell’ordinanza federale per il rilascio di permessi. Sul territorio del Comune di Mesocco, con l’entrata in vigore della zona di pianificazione, tutte le domande di costruzione per nuove antenne erano state sospese, in attesa di una revisione che avrebbe dovuto indicare le zone adatte per la posa. Sulla moratoria contro il 5G – proposta con una mozione dal consigliere comunale Gabriele Zanetti – il Municipio aveva espresso parere negativo, ritenendo la questione di competenza federale.

Conseguenze per l’antenna al lago d’Isola

Una sentenza che sul territorio di Mesocco va al beneficio di Sunrise per quanto riguarda la sua richiesta di posare una nuova antenna nei pressi della diga del lago d’Isola a San Bernardino. La domanda di costruzione inoltrata nel 2018 non aveva ricevuto la licenza da parte del Comune a causa dell’importante intervento di disboscamento necessario per realizzare l’opera. Al progetto si erano opposti anche alcuni abitanti di residenze secondarie situate poco distante dal luogo individuato per l’impianto. La decisione del Municipio era stata impugnata dalla compagnia telefonica, ed era finita davanti al Tribunale amministrativo cantonale, che aveva dato ragione a Sunrise. Ma l’introduzione della zona di pianificazione da parte del Comune aveva intralciato le intenzioni della compagnia telefonica, che aveva quindi fatto opposizione contro la zona di pianificazione al Taf. La fase di stallo si sblocca ora a favore di Sunrise alla luce della sentenza del Tf. A Mesocco si valuterà ora se insistere in sede giudiziaria (appellandosi al Tf) facendo leva sugli argomenti di natura ambientale e paesaggistica.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved