due-dimissioni-nel-municipio-di-san-vittore
Nicoletta Noi-Togni (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Guerra in Ucraina, a Lugano storie di donne e del loro riscatto

Testimonianze di ucraine sopravvissute al conflitto e della loro forza in una conferenza tenutasi giovedì sera al Palazzo dei congressi
Locarnese
11 ore

Botte in stazione: commozione cerebrale per un 18enne

Il fatto di violenza è avvenuto a Muralto nel tardo pomeriggio di venerdì: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo
Bellinzonese
15 ore

Torna l’evento ‘Belli di sera’

Appuntamento per mercoledì 25 maggio nel centro cittadino. L’orario di chiusura del mercato del mercoledì e dei negozi sarà posticipato alle 21
Luganese
16 ore

Unitas, il finanziamento cantonale non sarebbe in dubbio

In seguito alla denuncia di molestie, ma si valuterà l’esito dell’inchiesta
Bellinzonese
16 ore

‘No a Avs 21 e nel 2023 un nuovo sciopero femminista’

La presidente Vania Alleva è intervenuta alla Conferenza nazionale delle donne Unia che ha riunito a Bellinzona 150 delegate
Mendrisiotto
16 ore

‘Mettete il fotovoltaico sui tetti delle vostre imprese’

Il Cantone chiama a raccolta il mondo economico del Distretto per dare un’accelerata alla svolta energetica
Locarnese
16 ore

Gli allevatori: ‘Scegliete, o noi o il lupo’

A Cevio s’incendia l’incontro con il Cantone. Criticata l’assenza del ministro Claudio Zali
Bellinzonese
16 ore

E a Bellinzona già si pensa a un Bar Blues

Il comitato EsercEventi accolto dal municipale Bison. Il coordinatore Morici: ‘Soddisfatti’. In programma non solo Notte bianca e Notte live
Ticino
16 ore

Offerta straordinaria di corsi per bambini non italofoni

L’iniziativa del Decs per i giovani in età di scuola elementare e scuola media per i ragazzi provenienti dall’Ucraina (ma non solo)
07.04.2021 - 17:46

Due dimissioni nel Municipio di San Vittore

A lasciare la carica sono Pasqualina Cavadini e Cornelia Zgraggen. La sindaca Nicoletta Noi-Togni: ‘Mi dispiace molto per le due colleghe’

«Una serata difficile e dolorosa per me». La sindaca di San Vittore Nicoletta Noi-Togni ha definito in questo modo l'Assemblea comunale che si è tenuta ieri sera, martedì 6 aprile. Da un lato sono arrivate le dimissioni «inaspettate, ma motivate» delle municipali Pasqualina Cavadini e Cornelia Zgraggen. Dall'altro vi è stato un lungo dibattito in merito al preventivo 2021: per finire è stata accolta la soluzione proposta dalla Commissione della gestione che prevede un disavanzo di 250mila franchi. Il moltiplicatore d'imposta è stato mantenuto invariato al 75%.

«Mi dispiace molto che le due colleghe si siano dimesse anche perché molto competenti e vicine umanamente. È una brutta situazione perché non è quello che avremmo voluto la collega rimasta in Municipio ed io». Noi-Togni è dunque delusa anche perché le dimissioni «non sarebbero dovute arrivare così in fretta», visto che la legislatura 2021-2024 è appena iniziata. Una legislatura che ha anche portato con sé nuove persone e in certi casi ciò può anche destabilizzare un esecutivo. La sindaca non nasconde infatti che in Municipio «non vi è un ambiente ottimale». Ora l'intenzione è quella di trovare dei sostituti il più presto possibile: «Durante la prossima seduta di Municipio sarà decisa la pubblicazione dell'invito a candidarsi per sostituire le due municipali che si sono dimesse», precisa Noi-Togni a 'laRegione'. «L'intenzione è poi quella di trovare qualcuno nelle tre settimane successive». Di nomi per il momento non ne circolano ancora, ma «ci sono persone interessate», assicura la sindaca.

Preventivo 2021: accolta una soluzione della Commissione della gestione

Durante l'Assemblea comunale è anche stato discusso a lungo del preventivo 2021. Il Municipio è arrivato alla seduta, chiedendo l'approvazione di un disavanzo di quasi 325mila franchi. Tuttavia, il vicesindaco Flavio Raveglia, responsabile proprio delle finanze, si è opposto al relativo messaggio municipale. «In questo modo è innanzitutto venuto meno il principio di collegialità, cosa grave, e in secondo luogo così facendo avremmo dovuto andare avanti per altri mesi senza preventivo, cosa impensabile», sottolinea Noi-Togni. Per finire è così stato accolto una sorta di compromesso, ovvero la soluzione della Commissione della Gestione che proponeva di approvare un disavanzo di 250mila franchi. Secondo la sindaca «non è grave per una volta prevedere un disavanzo. Anche perché tali deficit in passato non si sono poi rivelati tali a consuntivo». È però anche vero che per il 2021 ci si aspettano uscite «più marcate rispetto al passato, vista tra l’altro la costruzione della nuova scuola». Per la sindaca è poi chiaro che «i soldi si conservano solo se si fa poco o niente a favore della popolazione, ciò che non rispetta neppure il principio costituzionale. Va inoltre detto che San Vittore è un Comune che non ha debiti».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dimissioni municipio nicoletta noi-togni preventivo san vittore
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved