ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
40 min

Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole

Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
3 ore

Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’

A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
3 ore

Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’

La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
3 ore

Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’

Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
3 ore

Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione

Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Mendrisiotto
4 ore

‘Goccia a goccia’, i primi vent’anni di Espérance Acti

Il documentario che testimonia l’attività dell’associazione di Balerna verrà presentato il 14 e 15 ottobre alla Torre dei Forni
Luganese
4 ore

Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr

Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
26.01.2021 - 15:56

Test a tappeto, 'aumento quarantene è un rischio da prendere'

Così il sindaco di Grono Samuele Censi dopo la fase di test volontari nel Moesano in scuole e aziende. 'Idea innovativa da testare in tutta la Svizzera'

test-a-tappeto-aumento-quarantene-e-un-rischio-da-prendere
(Ti-Press)

La scorsa settimana, come in altre zone dei Grigioni, nel Moesano sono stati svolti test Covid volontari nelle scuole e nelle aziende. Ne ha parlato oggi ai microfoni del "Marghe&Chiello Show" di Radio Ticino Samuele Censi, sindaco di Grono e granconsigliere liberale grigionese. I test hanno avuto una risposta molto positiva in termini di partecipazione, fra l'80 e il 90% degli studenti, ha dichiarato Censi, specificando che i test erano assolutamente volontari e che nel caso dei minori era necessario il consenso dei genitori. Ad effettuare i test, pagati dalla Confederazione, si sono prestati operatori sanitari federali. «Un'esperienza semplice, in pochi minuti si viene testati e avvisati in poche ore via sms in caso di negatività o telefonicamente in caso di risultato positivo» prosegue Censi che considera l'esperienza dei test a tappeto «un'idea innovativa del governo grigionese, da testare in tutta la Svizzera perchè fa prevenzione e ci permette, speriamo in tempi brevi, soprattutto di uscire da questa situazione». Censi fa in particolare riferimento all'utilità nelle zone di frontiere interessate da un passaggio di popolazione maggiore. 

Riguardo al possibile aumento delle quarantene conseguenti all'aumento dei test effettuati, il sindaco di Grono ha le idee chiare: «È chiaro, questo esercizio potrebbe aumentare il rischio quarantene, a livello federale si sta valutando di ridurne la durata, ma al momento attuale, in base alla nostra esperienza, è un rischio che ci sta, che bisogna prendersi»

Di seguito l'intervista a Samuele Censi

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved