GIRON M. (USA)
0
NADAL R. (ESP)
1
2 set
(1-6 : 4-5)
san-vittore-la-futura-scuola-come-una-cittadella-dei-bambini
Un rendering che mostra la vista sulla corte interna (Ti-Press/Gianinazzi)
04.09.2020 - 17:080
Aggiornamento : 18:16

San Vittore, la futura scuola come una cittadella dei bambini

Il progetto 'Lab21' scelto dalla giuria è stato elaborato dall'architetto locarnese Franco Moro: un unico livello con corte interna

La futura nuova scuola comunale di San Vittore come una cittadella dei bambini, ossia facilmente raggiungibile e accessibile da allievi, genitori e anziani, aperta verso il vicino abitato, realizzata su un unico livello con spazi interconnessi fra loro, luminosi e affacciati da una parte sulla corte interna che vuole fare da piazza d’incontro spontaneo o per eventi, dall’altra verso ovest su un parco giochi protetto dedicato ai piccoli utenti della Scuola dell’infanzia e verso sud sul grande prato che farà da area di svago per gli alunni delle Elementari. Un’idea semplice con forme semplici a pianta quadrata – quella uscita dalla penna dell’architetto locarnese Franco Moro – che ha convinto all’unanimità l’apposita giuria presieduta dalla sindaca Nicoletta Noi-Togni e impegnata nel valutare un centinaio di progetti anonimizzati, di cui una buona parte provenienti dall’estero.

Costo 6,5 milioni, parola all'Assemblea comunale

Alla fine l’ha spuntata ‘Lab21’. Il budget previsto è di circa 6 milioni e mezzo di franchi (incluso il rifugio sotterraneo per la Protezione civile dotato di 250 posti finanziati da Confederazione e Cantone) e il prossimo passo sarà costituito dalla richiesta di credito per la progettazione definitiva, cui farà seguito lo stanziamento per la fase realizzativa. L’Assemblea comunale a suo tempo si era espressa a favore della necessità di dotare il Comune bassomesolcinese di una nuova scuola, sposando così le intenzioni municipali: se questo indirizzo sarà confermato dal Legislativo e le tappe future non incontreranno intoppi, il nuovo impianto potrebbe essere messo a disposizione nel corso, si stima, del 2023. Quanto all’attuale edificio scolastico, risalente alla metà dell’800 e ritenuto ormai non più confacente ai bisogni didattici e paradidattici, sarà riorientato ospitando in futuro l’amministrazione comunale. Tornando all'attesa nuova scuola, che disterà poche decine di metri dalla palestra comunale e dal campo di basket, sorgerà su quello che era l’ex campo di calcio, ai cui margini meridionali scorreva a suo tempo la Ferrovia mesolcinese dismessa da tempo e la cui stazioncina vedrà ultimata la ristrutturazione entro il prossimo gennaio. Operazione, quest’ultima, che doterà il rinnovato picoclo edificio di uno spazio promozionale al pianterreno con prodotti del territorio e informazioni utili sul paese e sulla zona, più due locali al piano superiore dedicati alle associazioni locali bisognose di spazi per riunirsi.

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved