laRegione
Nuovo abbonamento
un-opportunita-per-tutta-la-valle-calanca
+28
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
13 min

Quartiere Rusca-Saleggi, 'via il piede dal gas!'

In arrivo il limite dei 30 km/h in tutto il perimetro. Una misura voluta per tutelare al meglio gli utenti deboli della strada
Ticino
2 ore

Dopo una tregua, torna la canicola

Allerta di grado tre in Ticino da domani pomeriggio fino a mercoledì sera. Previste temperatura fino 34 gradi e alti tassi di umidità.
Locarnese
3 ore

'Villaggio svizzero dell'anno', due finalisti sono ticinesi

Gambarogno e Losone figurano tra le 12 località prescelte dal concorso, che quest'anno premia solidarietà e creatività in ambito Covid-19
Mendrisiotto
3 ore

Mercato dell’usato a favore dell’Uganda, si rinvia

La prudenza dettata dalla situazione sanitaria ha convinto gli organizzatori a rimandare al marzo del 2021 a Mendrisio
Locarnese
4 ore

Fulmine al Porto, diamo a Cesare ciò che è di Cesare

In relazione all'articolo
Luganese
4 ore

La sfida del maratoneta luganese tocca il mare

Soccorso Cresta e il figlio Gabriele al seguito in bici raggiungono Rimini. Ora li attendono 300 chilometri lungo la costa
Ticino
5 ore

Tre nuovi casi di coronavirus in Ticino, una persona dimessa

In totale sale a 3'449 il numero di persone testate positive nel cantone dall'inizio della pandemia, 923 i malati che hanno lasciato gli ospedali
Locarnese
6 ore

Palagnedra, pranzo della classe 1950

Coetanei della regione a tavola nelle alte Centovalli il prossimo 20 di agosto
Locarnese
6 ore

Pedemonte, gli Amici delle Tre Terre in assemblea

Giovedì 27 agosto, a Intragna, è prevista la seduta.Tra i temi sul tavolo la relazione presidenziale e i bilanci dei vari capi sezione
Grigioni
6 ore

Nei Grigioni tutti a scuola e senza obbligo di mascherina

L'anno 2020/21 inizierà con lezioni in presenza e classi intere; quarantena per chi torna da zone a rischio
Mendrisiotto
9 ore

Carnevali, ipotesi (anche estive) al vaglio

In attesa delle decisioni di Berna (e del Cantone), i 5 grandi Carnevali hanno già cominciato a riunirsi. Sul tavolo, tra le opzioni, anche qualcosa di 'estivo'
Gallery
Locarnese
9 ore

Pozzo di Tegna, difficile convivenza tra residenti e turisti

Al problema del littering si aggiunge quello della sicurezza; pochi posteggi e la sosta si fa selvaggia, creando situazioni di pericolo per pedoni e ciclisti
Grigioni
09.08.2019 - 20:490

‘Un'opportunità per tutta la valle Calanca’

Ultimi giorni per votare il villaggio più bello della Svizzera. Tra i 12 finalisti c’è pure Landarenca, raggiungibile solo a piedi o in teleferica

C’è pure Landarenca fra le dodici località – tre per regione linguistica – in lizza per diventare “Il più bel villaggio della Svizzera”. Paesino situato in cima alla Val Calanca e raggiungibile unicamente a piedi o utilizzando la teleferica che parte da Selma, è infatti approdato in finale del concorso indetto da Schweizer Illustrierte, L’illustré e il Caffè, al quale hanno partecipato centinaia di villaggi di tutta la nazione. Una candidatura che non è stata inoltrata né dal Comune di Calanca (di cui Landarenca rappresenta una delle frazioni) né dalla Pro Landarenca, bensì da un qualsiasi cittadino. «Per il momento non sappiamo chi sia, se non che non si tratta di un abitante di Landarenca e nemmeno di un membro della Pro», rileva Ricarda Marghitola, residente e presidente dell’associazione nata nel 1968 con lo scopo di apportare migliorie alle strutture, potenziare i servizi e valorizzare le bellezze naturali del territorio.

«Ne siamo venuti a conoscenza solo quando, per caso, abbiamo notato su Schweizer Illustrierte che il nostro paese figurava fra i 50 semifinalisti del concorso». Una sorpresa, dunque, per la Pro, che non ha però esitato ad attivarsi per promuovere la candidatura che, dopo una prima ‘scrematura’, il 19 giugno ha superato un altro stadio riuscendo ad inserirsi fra le finaliste. «Ci siamo detti: qual è il nostro dovere di fronte a chi ha creduto in noi? Batterci fino all’ultimo voto – ci dice Marghitola –. Abbiamo quindi proceduto a stampare volantini di promozione e renderci visibili sui social netwoork. Ovviamente coinvolgendo Comune ed Ente turistico del Moesano. E devo dire che mai come in questo momento la Pro ha sentito l’appoggio dell’intera Valle». Quanto al sostengo popolare ricevuto alla candidatura, Marghitola sottolinea la bellezza di «vedere così tante persone che ci hanno votato. Che, pur non essendo ‘di parte’, in sostanza la pensano come noi, ed hanno valorizzato spirito, tipicità e genuinità di questo magnifico villaggio», dove i primi insediamenti risalgono al 1500.

‘Offriamo benessere e tranquillità’

Una candidatura che rappresenta una grande opportunità per attirare turisti, villeggianti (circa una cinquantina le case di vacanze a Landarenca) e residenti. Ovviamente secondo gli standard di un paesino di 17 abitanti posto a circa 1’200 metri di altitudine. Di certo differenti da quelli di Morcote che, dopo la vittoria del concorso nel 2016, aveva registrato un aumento dei pernottamenti di quasi il 20%. «Non abbiamo l’ambizione di aumentare i posti letto, ma di mantenerli stabili. Così come non vogliamo stravolgere il benessere e la tranquillità che abbiamo a Landarenca con un turismo sfrenato», che è comunque in parte scongiurato dalla ‘barriera naturale’ della teleferica. Per preservare l’attuale situazione, «e magari migliorarla un tantino, istituzioni e privati devono sapere che è un paese ‘vivo’, con delle persone disposte a darsi da fare per il bene di tutta la Val Calanca: una valle che merita di essere visitata e alla quale speriamo di dare benefici con questa partecipazione».

Con la visibilità del concorso si vorrebbe quindi generare un leggero aumento del turismo, perlopiù giornaliero, per cui le offerte (Landarenca è luogo di partenza di diversi itinerari) non mancano di certo. «Sarebbe già un successo aumentare la presenza di escursionisti per coprire il fabbisogno dell’ostello della gioventù e dei due ristoranti del paese, senza che i gerenti siano costretti a svolgere altre attività durante l’anno. Insomma, creare 3 o 4 posti di lavoro fissi». La promozione del territorio data dalla partecipazione al concorso si sposa inoltre con il progetto del Parco regionale Calanca – nato per volontà dei Comuni di Calanca, Rossa e Buseno – i cui lavori, una volta giunto il via libera dalla Confederazione, dovrebbero partire nel 2020. Il Parco sarebbe pronto nel 2023. L’anno scorso si era imposto Oberhofen, paese sul lago di Thun. Chi gli succederà quest’anno? Sul sito www.leplusbeauvillage.ch si può votare fino al 15 agosto. Il villaggio vincitore sarà eletto il 21 agosto. Gli altri paesi finalisti della Svizzera italiana sono Meride e Gandria.

Guarda tutte le 31 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved