Bellinzonese

A Bellinzona un nuovo gruppo di Carnevale, tutto in famiglia

Uno degli obiettivi dei ‘Crêpe de la Crêpe’, che sfileranno al corteo del Rabadan, è quello di ‘trasmettere questa passione alle nuove generazioni’

(Ti-Press)
31 gennaio 2024
|

‘Crêpe de la Crêpe’ è un nuovo gruppo di Carnevale di Bellinzona. «La novità è che siamo 16 persone tutte in famiglia», afferma a ‘laRegione’ Ernst Huber, coordinatore del gruppo con una grande esperienza alle spalle in ambito carnascialesco. «Avevo in testa da diverso tempo di riuscire a partecipare al corteo del Rabadan con i parenti, e ora ci sono riuscito: saremo infatti solamente padri, madri, figli, nonni, fratelli, nipoti e così via». L’intenzione, oltre che divertirsi e far divertire, è quella di «trasmettere questa passione alle nuove generazioni». Passione che purtroppo negli ultimi anni è andata un po’ scemando a causa delle chiusure dovute alla pandemia. La nascita di un nuovo gruppo è quindi anche un segnale che l’amore per il Carnevale non scompare così facilmente.

L'attualità ticinese rappresentata con i colori

Una particolarità dei ‘Crêpe de la Crêpe’ sarà il fatto che al corteo di Bellinzona sfileranno «senza musica», sottolinea Huber. «Cercheremo di trasmettere emozioni con gesti e megafono». Concretamente, il gruppo impersonificherà dei pittori: «Vogliamo rappresentare l’attualità ticinese con i colori: ad esempio il ‘rosso record’ di Bellinzona, il ‘verde alga’ del Ceresio o il ‘bianco fuso’ dell’Adula». Tutti i lavori per costumi e accessori sono stati eseguiti dai membri del gruppo. Ernst Huber è infatti di formazione decoratore e, in passato, oltre ad aver partecipato a innumerevoli Carnevali, ha anche decorato ristoranti o vetrine di negozi. Opere che sono state molto apprezzate dalla popolazione e dalle giurie, avendo anche vinto dei premi. «Ce l’abbiamo nel sangue, ma non lo facciamo per noi: lo facciamo per la Città e soprattutto per la gente, che ci ricompensa complimentandosi per i nostri lavori».

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE