gastro-bellinzona-non-ricorre-contro-la-nuova-tassa-rifiuti
Ti-Press
Il presidente Luca Merlo
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
16 min

Muralto, prosegue la rassegna Jazz al lago

Giovedì 11 agosto alla Palma au Lac si esibisce il ‘Cool guitar trio’; musica dalle 19 alle 22
Bellinzonese
41 min

PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona

La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
53 min

L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’

Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Mendrisiotto
55 min

Otr Mendrisiotto forma altri due selvicoltori

L’Organizzazione turistica regionale dà anche il benvenuto alle nuove leve. Ci sarà per la prima volta anche una donna
Bellinzonese
1 ora

La musica di montagna al lavatoio di Mascengo

Appuntamento giovedì 11 agosto col folclore ticinese e italiano
Luganese
2 ore

Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo

Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
2 ore

Ascona, Campionato ticinese di lancio del sasso

Uomini e donne in gara sabato prossimo, sulla pedana allestita presso l’autosilo comunale
Locarnese
2 ore

Pre-asilo Pardy, iscrizioni sempre aperte

Vi sono ancora alcuni posti disponibili per bimbi dai due anni in su
Locarnese
6 ore

Centovalli, pompieri ancora al lavoro

Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
03.08.2022 - 17:34
Aggiornamento: 18:48

Gastro Bellinzona non ricorre contro la nuova tassa rifiuti

Passo indietro dell’associazione motivato dal dialogo aperto col Municipio e dal mancato sostegno espresso dalla base

«Ci è mancata la spinta dalla base. Perciò, ma anche per altri motivi, abbiamo deciso di non impugnare con un ricorso al Consiglio di Stato l’aggiornamento del Regolamento comunale sui rifiuti», votato il 21 giugno dal Legislativo di Bellinzona. «E a meno di importanti sorprese non credo che nelle prossime settimane cambieremo idea». Passo indietro dei vertici di Gastro Bellinzona e Alto Ticino rispetto alle intenzioni espresse a inizio maggio, quando il Municipio aveva sottoposto al Consiglio comunale il proprio messaggio nel quale esponeva nei dettagli il balzello da applicare già quest’anno categoria per categoria in materia di tassa base. In particolare le attività economiche, settore esercentesco incluso, non verseranno più 200 franchi annui come fatto finora, ma cifre più elevate a seconda della tipologia di esercizio pubblico (bar, ristorante, take away, albergo ecc.). La reazione iniziale di Gastro («il ricorso è certo se la politica in Consiglio comunale non troverà una soluzione di compromesso») non è poi caduta nel vuoto. Infatti il plenum del Cc, accogliendo gli emendamenti della Commissione legislazione, ha limato gli importi minimi e massimi previsti nella forchetta entro la quale lo stesso Municipio fissa di anno in anno l’ammontare della tassa a copertura integrale della spesa prevedibile.

Richieste ribadite e valutazioni in corso

Riassumendo: da una parte il taglio operato dal Cc e dall’altra il dialogo subito instaurato dal Municipio con i vertici di Gastro, cui si aggiunge un mancato sostegno da singoli esercenti, hanno indotto l’associazione di categoria a cambiare rotta. Interpellato dalla ‘Regione’ il presidente Luca Merlo spiega che durante un incontro avuto dopo il voto col municipale Fabio Käppeli, capodicastero Finanze, Economia e Sport: «Abbiamo potuto ribadire l’auspicio affinché la nostra categoria non venga chiamata pesantemente alla cassa. Chiediamo insomma che la cifra si avvicini quanto più possibile alla parte bassa della forchetta». Sempre Luca Merlo ricorda peraltro che il Municipio si era preso la briga, in primavera, di sottoporre a Gastro Bellinzona le proprie intenzioni una settimana prima di metterle nero su bianco nel messaggio. Un esercizio di trasparenza preventiva che è stato apprezzato. Dal canto suo Fabio Käppeli conferma che il tema è stato in effetti discusso con Gastro dopo la votazione in Consiglio comunale. Ma le valutazioni per l’anno corrente, aggiunge, sono ancora in corso. Questo considerato anche che la categoria delle persone giuridiche risulta adesso più differenziata, ciò che complica l’analisi nel suo complesso e la conseguente fissazione della tassa nelle singole tipologie di utenti.

Leggi anche:

Bellinzona, l’aumento della tassa rifiuti è realtà

Tassa rifiuti Bellinzona, esercenti ‘pronti a ricorrere’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fabio käppeli gastro bellinzona luca merlo rifiuti tassa
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved