30.03.2022 - 11:45
Aggiornamento: 17:39

Riapre i battenti il Museo storico etnografico Valle di Blenio

Stagione al via il 10 aprile nelle sedi di Lottigna e Olivone. Martedì 5 assemblea e conferenza pubblica di Cristian Scapozza sull’Adula

riapre-i-battenti-il-museo-storico-etnografico-valle-di-blenio
Ti-Press
La Casa dei Landfogti di Lottigna

L’assemblea dell’associazione Museo storico etnografico Valle di Blenio e la conferenza di Cristian Scapozza "Mons Aduelas: la scoperta scientifica delle Alpi dell’Adula fra Settecento e Ottocento" si terranno martedì 5 aprile, ore 20, al Palazzo dei Landfogti di Lottigna. Cristian Scapozza è geomorfologo, co-curatore del museo, nonché docente e ricercatore all’Istituto scienze della Terra della Supsi. Tra fine ’700 e inizio ’900 le Alpi Lepontine, in particolare le Alpi dell’Adula, furono il teatro delle esplorazioni e del passaggio di numerosi personaggi, noti e meno noti, che hanno fatto la storia della ricerca sugli ambienti di montagna, sul clima, sulla storia delle Alpi e del pianeta Terra. Con il supporto della cartografia storica, dell’iconografia, delle prime descrizioni glaciologiche e climatologiche e dei risultati delle ricerche più recenti in queste discipline, si darà una visione inedita di quella parte di catena alpina compresa fra il Passo del Lucomagno e il Pizzo di Claro e della sua scoperta alpinistica e scientifica negli ultimi tre secoli, fra cambiamenti climatici del recente passato e di stretta attualità. Seguirà un momento conviviale offerto ai presenti. Entrata gratuita per tutti, anche se non membri dell’associazione. Il Palazzo dei Landfogti di Lottigna e la Cà da Rivöi a Olivone riapriranno al pubblico domenica 10 aprile alle 14: per l’occasione in entrambe le sedi l’entrata sarà gratuita.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved