ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
7 ore

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
7 ore

Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico

Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
8 ore

Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi

Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Luganese
8 ore

‘Per il Decs è permesso fare propaganda politica nelle scuole?’

In un’interrogazione Robbiani e Guscio (Lega) contestano una lettera recapitata alle famiglie nella quale si invita a manifestare al taglio alle pensioni
Luganese
8 ore

Castagnola, credito di 3,5 milioni per via Cortivo

Il progetto intende sostituire le canalizzazioni comunali come pure realizzare un posteggio per cicli e motocicli
Ticino
9 ore

Un ottobre da... radar

Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
9 ore

Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente

Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
9 ore

Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023

Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Luganese
9 ore

A Lugano e Mendrisio la Biennale svizzera del territorio

Si terrà dal 6 all’8 ottobre. Il pubblico verrà confrontato con il tema ‘(non)finito’, legato alla continua necessità di materie prime
Luganese
10 ore

Radioastronomia, all’Usi la conferenza ‘Swiss Ska Days’

L’incontro avrà luogo il 3 e il 4 ottobre. Lo Ska è un progetto internazionale che ha l’obiettivo di costruire il più grande radiotelescopio al mondo
Ticino
10 ore

‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps

Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Mendrisiotto
10 ore

Coldrerio, da ottobre i primi ospiti della Casa per anziani

Da inizio settembre i servizi all’interno del Quartiere intergenerazionale sono operativi
25.03.2022 - 14:56
Aggiornamento: 17:20

Nuove Officine: Bodio, Giornico, Personico e Biasca rassegnati

I Comuni, l’Uct e la Crt delle Tre Valli non ricorrono contro la decisione del Taf di respingere i loro ricorsi contro la riservazione d’area a Castione

nuove-officine-bodio-giornico-personico-e-biasca-rassegnati
Ti-Press
Il luogo dove è previsto il nuovo stabilimento industriale delle Ffs

Bodio, Giornico, Personico e Biasca, così come la Commissione regionale dei trasporti (Crt) delle Tre Valli e l’Unione contadini ticinesi (Uct) "dopo lunga riflessione sull’opportunità di proseguire nella vertenza giudiziaria" hanno confermato di non aver impugnato la decisione del Tribunale amministrativo federale (Taf) di respingere i loro ricorsi inoltrati contro la riservazione d’area per 150mila metri quadrati (di cui 80’000 di terreno Sac) chiesta dalle Ffs nel 2018 (e approvata nel 2019 dall’Ufficio federale dei trasporti) per poter realizzare il nuovo stabilimento industriale in sostituzione delle attuali Officine di Bellinzona. Il Taf lo scorso 22 febbraio "ha respinto non nel merito ma per un presunto difetto di legittimazione tutti i ricorsi inoltrati contro la discutibile collocazione del futuro stabilimento delle Ffs in zona principalmente agricola, ignorando le possibilità offerte dalla zona industriale di Giornico-Bodio, documentate dai ricorrenti con studio specifico da loro commissionato, e ciò a distanza di tre anni dall’inoltro dei ricorsi, rinviando ulteriormente il vero esame delle varie possibili collocazioni", si legge in un comunicato. Ricordiamo che i giudici di San Gallo hanno ritenuto irricevibili pure i ricorsi delle ditte Otto Scerri, Geniobeton e Mancini & Marti. Solamente quest’ultima azienda ha recentemente deciso di rivolgersi al Tribunale federale di Losanna.

‘Mancanza di dialogo e barriere erette da Ffs, Cantone e Confederazione’

I quattro Comuni, così come la Crt delle Tre Valli e l’Uct sottolineano nella nota di aver "combattuto da quattro anni una giusta battaglia, che rivendicava la collocazione del futuro stabilimento nel luogo secondo loro più opportuno", ovvero la zona industriale "già attrezzata" del comparto ex Monteforno a Giornico-Bodio. Tuttavia, in questi anni hanno "constatato una mancanza di dialogo e una barriera da parte delle Ffs supportate dal Cantone e sorprendentemente anche dalla Confederazione nella loro scelta di ignorare ogni impegno di rispetto delle pianificazioni esistenti e dell’ambiente, facendo continuamente avanzare l’iter progettuale". Infatti nei loro ricorsi sostenevano che la nuova collocazione delle Officine a Castione violi "le disposizioni federali in materia di protezione della natura e del paesaggio per il sacrificio di terreni Sac e la distruzione di corridoi ecologici e habitat degni di protezione, oltre a essere manifestamente in contraddizione con la dichiarazione di intenti del 13.12.2017 sottoscritta dall’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (Are), dall’Ufficio federale dell’ambiente (Ufam), dall’Ufficio federale dei trasporti (Uft) e dall’Ufficio federale dell’agricoltura (Ufag) concernente la compensazione reale dei terreni Sac da applicare nell’ambito dei progetti federali".

‘Studio di alternative solo apparente’

Stando ai ricorrenti, inoltre, "le Ffs hanno messo in atto solo un apparente studio di alternative (Bodio-Giornico e Lodrino 1 Aerodromo) alla prescelta collocazione nel Comune di Arbedo-Castione". Un questione riconosciuta pure dall’Uft che nella decisione impugnata aveva scritto: "Al più tardi al momento della procedura di approvazione del progetto, il confronto tra le varie possibili ubicazioni dovrà essere documentato chiaramente. L’Are raccomanda pertanto vivamente alle Ffs di fornire una documentazione adeguata al più tardi nell’ambito della procedura di approvazione dei piani volta al confronto tra le varie ubicazioni possibili (…). Le Ffs dovranno effettuare i dovuti approfondimenti richiesti nell’ambito della procedura di indagine preliminare per l’esame dell’impatto ambientale alla quale il progetto principale di costruzione sarà sottoposto". Insomma, secondo i quattro Comuni, Crt Tre Valli e Uct "quel necessario esame di legge è quindi stato rinviato a tempi futuri" e "non si sa se sarà effettivamente svolto".

Leggi anche:

Officine Ffs a Castione, i dieci ricorrenti rimangono al palo

Nuova officina Ffs: Mancini & Marti si appella a Losanna

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved