cantiere-semisvincolo-al-via-abbiate-pazienza-per-30-mesi
Dipartimento del territorio
Così sarà la grande rotonda sopraelevata
+3
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
8 ore

Valle di Muggio: spazio pubblico, benessere degli anziani

Summer School, studenti e architetti all’opera: un passo in più a favore dell’interazione degli abitanti di Campora, Casima, Muggio, Cabbio e Bruzella.
Mendrisiotto
10 ore

Arzo ritrova la ‘Fontana dei pesci’. Senza le carpe di Rossi

La Città si appresta a posare di nuovo in paese la vasca in marmo. Ma della scultura dell’artista si sono perse le tracce
Bellinzonese
10 ore

Giorgio Lotti nuovo presidente del Lions Club Bellinzona e Moesa

Sostituirà l’uscente Sergio Pedrazzini. Negli ultimi due anni la fondazione ha potuto svolgere un’intensa attività benefica, nonostante la pandemia
Ticino
10 ore

‘Ricerca scientifica, il governo tenga conto dei nostri auspici’

La commissione Formazione sottoscrive il rapporto Ermotti-Lepori che ritiene evasa la richiesta di Polli per maggiori investimenti: ‘Ma per il futuro...’
Bellinzonese
11 ore

‘Un problema’ ferma la funicolare del Ritom

L’impianto resterà chiuso fino al 5 luglio. Per i viaggiatori ancora presenti nella regione sarà a disposizione un servizio di bus navetta
Luganese
11 ore

Cadempino, gli aumenti di stipendio tornano in Municipio

Il Consiglio comunale rinvia all’esecutivo la proposta di modifica dell’articolo del Regolamento organico dei dipendenti. Approvato il consuntivo.
Locarnese
11 ore

Bosco Gurin, quei tesori spesso nascosti

Da sabato il via alla stagione estiva, con una ricca offerta di svaghi per il tempo libero. In funzione la seggiovia e la slittovia
Ticino
11 ore

Il Ps: ‘Più assegni per aiutare le famiglie con minori’

L’obiettivo dell’iniziativa parlamentare socialista è togliere chi fa più fatica dalla povertà marcata, ed evitare che finisca in assistenza
Luganese
12 ore

Ucraina, Terre des hommes: salviamo la generazione futura

Alla vigilia della Conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina a Lugano, l’appello e le testimonianze dell’organizzazione per la protezione dell’infanzia
Bellinzonese
12 ore

Mercalibro in Piazza Buffi a Bellinzona

Appuntamento per mercoledì 6 dalle 11 alle 17. A seguire letture di racconti sulla Beat Generation al Bar Cervo
Mendrisiotto
12 ore

A Chiasso le opere dell’artista ucraino Ivan Turetskyy 

Fino al 24 luglio quattro oli e acrilico su tela saranno esposti a m.a.x. museo, Spazio Officina, Biblioteca e in Municipio
Locarnese
12 ore

‘Inchiesta amministrativa e capacità operativa due cose diverse’

Il capodicastero Sicurezza Zanchi e il comandante della Polcomunale di Locarno Bossalini difendono il proprio operato e quello dei loro agenti.
Luganese
12 ore

Pavimentazione fonoassorbente a Montagnola

I lavori si terranno nelle notti tra il 4 e il 9 luglio nella zona del nucleo, lungo un tratto di 300 metri
Bellinzonese
12 ore

La camminata Bellinzona-Locarno per celebrare Leonardo da Vinci

Il ‘Tour Leonardesco del Canton Ticino’ sarà inaugurato domenica 17 luglio con un facile percorso a piedi nel verde
Ticino
13 ore

‘Alla guida nessuna distrazione!’

Dipartimento istituzioni e Polizia cantonale rinnovano la raccomandazione
Mendrisiotto
13 ore

Coldrerio, in vigore l’ordinanza per gli incentivi energetici

Il documento segue l’approvazione del Regolamento. Un unico documento che permette al cittadino di farsi un’idea chiara sulle facilitazioni comunali.
Bellinzonese
13 ore

Airolo, visitabile il cantiere del secondo tubo del San Gottardo

Diverse possibilità per chi volesse saperne di più su questa ‘opera monumentale’ che trasformerà in parte il territorio comunale
Luganese
13 ore

Birra protagonista nel fine settimana in Capriasca

La quarta edizione di Birra in Capriasca si terrà l’1 e 2 luglio sul piazzale delle scuole elementari di Tesserete
Locarnese
13 ore

Feste di Comino, siamo al capolinea

Mancano i rincalzi per portare avanti anche in futuro l’evento sulla montagna centovallina. Il Gruppo promotore, a malincuore, costretto a rinunciare
Luganese
13 ore

Caslano, per il 1° agosto corteo patriottico e allocuzione

A pronunciarla, nella cornice di piazza Lago, sarà la deputata al Gran Consiglio e capogruppo Plr Alessandra Gianella
Locarnese
13 ore

Piano di Peccia, il calcio protagonista al Draione

Promosso dal Gruppo animazioni locale, si rinnova l’appuntamento con il fine settimana a caccia del pallone in alta quota. Poi notti di musica
Locarnese
14 ore

Concerto estivo a Sant’Abbondio

Appuntamento con la formazione musicale diretta da Alan Rusconi venerdì alle 21, a Sant’Abbondio
Locarnese
14 ore

Tegna, si è spento Sergio Ferrari, già vicesindaco

Persona conosciuta e molto impegnata a livello amministrativo, aveva difeso con fervore la costruzione della sede scolastica in paese
Luganese
14 ore

Zelensky a Lugano non ci sarà. Ma arriverà il premier Shmyhal

L’ambasciatore ucraino a Berna fa chiarezza sui delegati che arriveranno in riva al Ceresio in occasione della conferenza Urc 2022
Mendrisiotto
14 ore

Cavea Festival raddoppia: due giorni di musica alle cave di Arzo

La terza edizione dell’evento musicale si terrà venerdì 1 e sabato 2 luglio. A completare il programma anche dj set e prodotti locali.
10.03.2022 - 16:15
Aggiornamento: 18:00

Cantiere semisvincolo al via: ‘Abbiate pazienza per 30 mesi’

I lavori si concluderanno tra metà e fine 2024. Due corsie garantite nelle ore di punta, non sempre nelle altre fasce diurne e notturne

«Lo scriva bello in grande sul giornale: automobilisti abbiate pazienza, stiamo lavorando per voi. E aggiunga che li ringraziamo per la comprensione e la prudenza che adotteranno al volante». È l’appello che alcuni tecnici cantonali – intervenuti oggi a margine dell’incontro stampa organizzato dalle autorità sul posteggio di via Tatti per sottolineare l’avvio del cantiere di realizzazione del semisvincolo autostradale di Bellinzona Centro – rivolgono alle svariate migliaia di utenti della strada cantonale di sponda destra che giornalmente raggiungono la capitale provenendo dal Locarnese via Riazzino, da Cugnasco, Gudo, Sementina e Monte Carasso. Pazienza richiesta per oltre due anni e mezzo, sino a fine 2024 quando saranno ultimate la rotonda sopraelevata per l’accesso e l’uscita autostradale da e per sud, di competenza della Confederazione, e tutte le opere viarie collaterali di competenza cantonale. Per i prossimi 30-35 mesi i lavori sul ponte Tatti «comporteranno la riduzione del calibro della carreggiata e talvolta, come adesso, lo spostamento laterale delle due corsie; ma parimenti nelle ore di punta, caratterizzate da transito intenso, manterremo sempre aperte entrambe le corsie, mentre nella parte di giornata fra metà mattina e metà pomeriggio, come pure la notte, potranno esserci delle riduzioni su una sola corsia, ma sempre gestite da addetti al traffico. Escluso infatti, nel limite del possibile, l’utilizzo di semafori da cantiere». Parola d’ordine pazienza, dunque. Cui si aggiunge un concetto più volte ripetuto dalle autorità intervenute: intermodalità.


Ti-Press/Gianinazzi
Il grande cantiere è alle prime battute

Cos’è previsto

Con la realizzazione del semisvincolo – annota il Dipartimento del territorio – si compie "un importante passo verso una migliore gestione della mobilità nel Bellinzonese". Rotonda e opere collaterali "sgraveranno in modo sensibile il traffico dalle strade cantonali di penetrazione verso e dal centro dell’agglomerato, deviandolo sull’autostrada, a beneficio della qualità di vita dei residenti – specialmente quelli di Camorino, Giubiasco e Semine –, nonché della fruizione, da parte del traffico veicolare, di una nuova infrastruttura". Il semisvincolo sarà costituito da rampe d’accesso e uscita dall’A2 verso sud, nonché da una rotonda sopraelevata in struttura mista acciaio-calcestruzzo che sostituirà l’attuale ponte della strada cantonale. Verranno inoltre eseguiti diversi adeguamenti alle infrastrutture adiacenti: su via Tatti verrà realizzata una doppia corsia per senso di marcia, così come una corsia preferenziale per i bus fino all’incrocio con via Luini, che sarà allargata per ospitare il nuovo accesso al posteggio Tatti e l’arteria di accesso del trasporto pubblico al centro città. Pure previsti, dalla rotonda e fino all’incrocio con via Luini, ripari fonici in calcestruzzo sui due lati con una parte vetrata per una migliore protezione dai rumori del traffico; mentre nel tratto compreso fra via Luini e l’incrocio con via Zorzi sarà aggiunto un viale alberato centrale e i ripari saranno sostituiti da facilitazioni al miglioramento dell’insonorizzazione degli edifici che sorgono lungo la strada.

Il posteggio salirà da 470 a 500 stalli

L’attuale parcheggio di via Tatti, dietro la Scuola arti e mestieri, verrà adeguato per far spazio all’allargamento di via Tatti e leggermente potenziato portando il numero di stalli dagli attuali 470 a 500. Il trasporto pubblico vedrà la posa di nuovi impianti semaforici dedicati e la rete ciclabile nuovi raccordi ciclopedonali attorno a via Tatti con, in particolare, la passerella tra le Semine e Monte Carasso, realizzata nel 2011, e quella nuova tra Bellinzona e Carasso in corrispondenza dell’ex ponte della Torretta, la cui costruzione è stata avviata lo scorso agosto.

Chi paga quanto e chi fa cosa

I costi per la realizzazione del semisvincolo ammontano a circa 65 milioni di franchi e sono suddivisi tra Confederazione (25%, 16,2 milioni), Cantone (56,25%, ossia 36,5 milioni) e Comuni della Commissione regionale dei trasporti (18,75%, pari a 12,2 milioni). I lavori sono stati ripartiti in base alle diverse competenze tra Confederazione e Cantone. Il cantiere di competenza federale, che ha preso avvio il 1° marzo, concerne la realizzazione della rotonda, delle bretelle di uscita ed entrata, delle corsie di accelerazione e decelerazione in autostrada, nonché l’adeguamento della viabilità dell’area di servizio Bellinzona Sud. La parte di competenza cantonale partirà invece lunedì 14 marzo e comprenderà i raccordi alla strada cantonale, la strada tra Monte Carasso e Carasso (via El Stradùn), l’accesso alla rotonda del semisvincolo su via Tatti, le strade di via Tatti e via Zorzi e la passerella ciclopedonale della Torretta.


Ti-Press/Gianinazzi
Il sindaco Mario Branda

Un nuovo respiro per i quartieri sud

«Il semisvincolo – ha esordito il sindaco Mario Branda – s’inserisce nello storico corridoio nord-sud e nel concetto di nuova Bellinzona. In questo senso molto positivo è il fatto che alleggerirà il carico viario, dando loro un nuovo respiro, di quartieri densamente abitati come Camorino, Giubiasco e Semine sofferenti da decenni. Un miglioramento della mobilità veicolare privata che viaggia di pari passo con quello del trasporto pubblico e della mobilità dolce nei quali si è pure investito molto». Il consigliere dei Stato Claudio Zali ha parlato di «giornata speciale per me, perché vedo prendere corpo una grande opera infrastrutturale che nelle sue fasi preliminari ha richiesto ai servizi preposti un impegno fino allo sfinimento, dalla gestione dei ricorsi fino ai dettagli più incredibili come il colore dei paletti». Quanto al fatto che si tratti di un semisvincolo e non di uno svincolo completo, il direttore del Dipartimento del territorio ha ribadito che «nel secondo caso l’accesso a Bellinzona Centro non reggerebbe il doppio carico veicolare da sud e anche da nord». Ad agevolare la procedura, facendo meglio accettare l’opera viaria alla popolazione, «è stata la decisione di accantonare l’idea iniziale di edificare anche un posteggio di attestamento sotto forma di autosilo» che avrebbe raddoppiato l’attuale capacità del posteggio Tatti, capacità che subirà invece solo un ritocco. Invero, ha concluso il capo del Dt, «qui le auto le vedrei ancora meglio sottoterra».

Cresciuti anche trasporto pubblico e mobilità dolce

Sul senso di realizzare uscite ed entrate autostradali laddove un tempo erano escluse si è soffermato il vicedirettore dell’Ufficio federale delle strade, settore sud, Guido Biaggio: «Col passare dei decenni l’autostrada ha vieppiù assunto il ruolo di collegamento delle aree urbane, oltre a quello di asse di transito nord-sud. Una trasformazione che ha reso possibile implementare concetti meno rigidi rispetto al passato, inserendo nuovi svincoli e semisvincoli a Bellinzona Centro, Sigirino e Grancia». Parimenti la Confederazione con un investimento di 200 milioni risanerà il tratto autostradale di Bellinzona posando altre pareti foniche, asfalto fonoassorbente e bacini di trattamento dell’acqua rilasciata che non finirà più direttamente nel suolo. Tornando ai tempi pianificatori e realizzativi – ci sono voluti vent’anni per il semisvincolo turrito – Biaggio ha evidenziato che sono oltremodo lunghi, «a tal punto da generare talvolta in chi vi lavora un grande senso di scoramento». Risale in effetti al 2012 – ha ricordato il vicesindaco Simone Gianini, capodicastero Territorio e mobilità e presidente della Commissione regionale dei trasporti – il referendum, bocciato alle urne, contro il credito di progettazione: «E risale ai primi anni 2000 il Piano trasporti del Bellinzonese, di cui il semisvincolo con le sue opere viarie di accompagnamento rappresenta uno dei principali tasselli insieme al rifacimento del sistema semaforico sulla strada cantonale da Camorino ad Arbedo, insieme al potenziamento del 150% del trasporto pubblico a partire dal 2014 e insieme alla ricucitura della rete ciclabile regionale e urbana, che misura oggi cento chilometri e nella quale sono stati investiti venti milioni di franchi. E altrettanti lo saranno nei prossimi cinque/sei anni».

Leggi anche:

Posato nottetempo il primo troncone della passerella Torretta

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona cantiere rotonda semisvincolo via tatti
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved