ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Nicola Klainguti nuovo capo della Sezione sviluppo territoriale

Lo ha nominato il Consiglio di Stato. Il Laureato in scienze della terra al Politecnico federale di Zurigo entrerà in carica il 1. gennaio
Ticino
2 ore

Responsabilità sociale, da Comuni e imprese c’è interesse

Oltre 200 persone hanno seguito una giornata su questo tema organizzata dai consiglieri di Stato Christian Vitta e Norman Gobbi
Ticino
3 ore

‘Il Servizio violenza domestica della Cantonale va potenziato’

Tamara Merlo e Maura Nembrini Mossi: ‘250mila franchi in più per raddoppiare le unità’. Più Donne propone un emendamento al Preventivo 2023
Ticino
4 ore

Previdenza, ‘scendiamo in piazza contro la tattica del salame’

‘E perché la fetta è ampia ma la torta inconsistente’. La Rete a difesa delle pensioni lancia la seconda mobilitazione per opporsi ‘ai tagli alle rendite’
Bellinzonese
4 ore

A Bellinzona terza serata di dialogo tra musulmani e cristiani

Sabato 10 dicembre al Centro Spazio Aperto confronto sulla fraternità tra Ismaele e Isacco e le rispettive discendenze
Ticino
4 ore

Parte il treno rossoverde, ‘sui livelli giochi politici’

Partito socialista e Verdi lanciano la campagna elettorale. Noi: ‘Saremo la novità’. Riget: ‘Il Mendrisiotto incarna le emergenze da affrontare’
Bellinzonese
4 ore

A Giubiasco e Bodio mercatini benefici pro associazione Alessia

Ecco gli orari e i giorni di apertura
Bellinzonese
4 ore

Panettonata a Pollegio con l’Atte Blenio-Riviera

Martedì 13 dicembre
17.02.2022 - 16:50
Aggiornamento: 17:59

Tuto Rossi, l’Hcap e l’aiuto di Bellinzona alla nuova Valascia

Il consigliere comunale democentrista attacca il sindaco ma viene smascherato dal Municipio: ‘Fu lui a suggerire un’alternativa al presidente Lombardi’

tuto-rossi-l-hcap-e-l-aiuto-di-bellinzona-alla-nuova-valascia
Ti-Press
Tuto Rossi

Tuto Rossi attacca con un’interpellanza, il Municipio di Bellinzona risponde per le rime smascherandolo, e lui si arrabbia pure, ammettendo infine di aver fatto tutto da solo. In tema di contributo cittadino a fondo perso a favore della Valascia Immobiliare Sa, che il Consiglio comunale ha stanziato lo scorso novembre a sostegno della nuova pista di ghiaccio leventinese dimezzandolo rispetto al mezzo milione proposto inizialmente dal Municipio, martedì sera durante la seduta di Legislativo è emerso un retroscena. Tutto parte dall’interpellanza del democentrista Tuto Rossi che chiedeva se corrispondesse al vero che il sindaco Mario Branda non avrebbe a suo tempo trasmesso al Municipio le informazioni circa la disponibilità dell’Hcap a offrire una controprestazione ai cittadini di Bellinzona e alla Città di Bellinzona analoga a quella concordata, tramite un nuovo accordo, col Comune di Quinto. In tal caso i bellinzonesi avrebbero beneficiato di qualche sconto sulle entrate alle partite.

‘Proposta priva di fondamento’

Il capodicastero Finanze Fabio Käppeli ha risposto a nome dell’Esecutivo che «non è mai arrivata una proposta formale in questo senso né, peraltro, vi faceva riferimento la mozione approvata nella primavera 2020 da questo Consiglio comunale», ossia la proposta Plr di prevedere un aiuto a favore del nuovo stadio polifunzionale leventinese. E qui arriviamo al retroscena: Käppeli ha infatti aggiunto che nell’autunno scorso, alcune settimane prima della discussione in Consiglio comunale, «il presidente dell’Hcap Filippo Lombardi ha preso contatto col sindaco affermando di aver incontrato alla Gottardo Arena il consigliere comunale Tuto Rossi, il quale gli aveva detto che sarebbe stato pronto a votare anche un contributo di un milione di franchi se l’Hcap avesse promesso degli sconti su abbonamenti o su biglietti dei tifosi bellinzonesi». Il Municipio, ha proseguito Käppeli, «ha ritenuto che a fronte di un messaggio che proponeva un contributo di mezzo milione, già ridotto dalla Commissione della gestione a 250’000 franchi, la proposta non avesse alcun fondamento e pertanto non l’ha approfondita». Al che Tuto Rossi si è inalberato e offeso, iniziando a dire che prima di citarlo nella risposta il Municipio avrebbe fatto bene a contattarlo per verificare la veridicità di quanto asserito da Filippo Lombardi. Sta di fatto che il consigliere comunale democentrista, dopo aver invano tentato di mettere in ridicolo il sindaco, si è autoconfezionato il boomerang, ritrovandosi infine ad ammettere in sala di avere in effetti lui stesso sottoposto al presidente biancoblù un’ipotesi simile a quella concordata dal club col Comune di Quinto. Da lì a farla passare come una "disponibilità dell’Hcap", ce ne passa.

Leggi anche:

Aiuto alla nuova Valascia, da Bellinzona 250’000 franchi

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved