04.02.2022 - 14:55
Aggiornamento: 19:04

Alla stazione di Giubiasco via le barriere architettoniche

Con un investimento di 12 milioni prevista una lunga serie di migliorie, comprese iscrizioni in linguaggio Braille per ciechi e ipovedenti

alla-stazione-di-giubiasco-via-le-barriere-architettoniche
Ti-Press

Fra quasi due anni, nel dicembre 2023, la stazione di Giubiasco sarà priva di barriere architettoniche. Lo comunicano le Ffs con largo anticipo spiegando che rinnoveranno la struttura secondo le prescrizioni della Legge sui disabili. I piani saranno visionabili presso il Comune di Bellinzona da lunedì prossimo 7 febbraio all’8 marzo. Il progetto prevede l’innalzamento dei due marciapiedi centrali così da accedere senza dislivello ai treni a pianale ribassato. I due marciapiedi saranno anche allungati per consentire la fermata di treni lunghi 220 metri. Le scale e le rampe di accesso dal sottopasso pedonale ai due marciapiedi saranno adeguate alle nuove quote e su tutti i corrimani ci saranno le iscrizioni in linguaggio Braille per ciechi e ipovedenti. Anche le scale e la rampa di accesso principali (da viale Stazione) saranno nuove ed entrambe dotate di un pianerottolo intermedio, mentre l’accesso secondario da via Moderna sarà coperto. Le sale d’attesa dei due marciapiedi saranno sostituite da nuove sale, secondo gli attuali standard Ffs, e saranno posizionate più a nord rispetto a quelle attuali, per non ostacolare il flusso delle persone. In tutta la stazione sarà realizzato un nuovo arredo e una nuova segnaletica. Il marciapiede 1 non subirà alcun intervento poiché realizzato già conforme alla Legge disabili nel 2015. L’investimento ammonta a 12 milioni di franchi, finanziato dalla Confederazione nell’ambito del programma ‘Accesso alla ferrovia’. I lavori inizieranno fra un anno.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved