sant-antonino-si-all-aumento-del-moltiplicatore-dal-65-al-70
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Luganese
4 ore

Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave

Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
7 ore

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
7 ore

Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’

Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
13 ore

Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo

Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
15 ore

Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni

Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
22 ore

Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’

Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
22 ore

Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi

Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
22 ore

Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende

Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
21.12.2021 - 18:20

Sant’Antonino, sì all’aumento del moltiplicatore dal 65 al 70%

Lo ha deciso il Consiglio comunale che ha anche approvato il preventivo nel quale si stima un disavanzo di quasi 96mila franchi

Il Consiglio comunale di Sant’Antonino ha accolto la proposta municipale di alzare il moltiplicatore d’imposta dal 65 al 70%. Durante la seduta che si è tenuta ieri sera, l’esecutivo ha sottolineato come “questo provvedimento fosse già previsto nell’ultimo aggiornamento del Piano finanziario rilasciato nell’aprile del 2019 dopo l’annunciato ridimensionamento del gettito fiscale di un importante contribuente”, si legge in un comunicato. Il legislativo ha pure accolto (all’unanimità) il preventivo 2022 nel quale si stima un disavanzo d’esercizio pari a 95’679 franchi. I costi a diretto controllo dell’esecutivo trovano “una sostanziale stabilità”, mentre vi è “una contrazione delle uscite per il Dicastero previdenza sociale”, precisa la nota. “Questa diminuzione è da ricondurre alla prevista diminuzione del gettito fiscale di riferimento (anno 2019) sul quale le partecipazioni vengono calcolate. La principale voce di rincaro nelle spese riguarda il trasporto pubblico a seguito del recente potenziamento del servizio”.

Primi passi vero una nuova scuola dell’infanzia

Nel corso del 2022 il Comune prevede di investire 3,3 milioni di franchi, in particolare nell’ambito del traffico, per le canalizzazioni e per interventi minori nelle infrastrutture comunali. Fra questi si conta anche il credito di 295mila franchi per il concorso di architettura relativo alla progettazione della nuova scuola dell’infanzia. Ricordiamo che sono previsti sei sezioni con mensa, uno spazio per mangiare destinato agli allievi della scuola elementare, posteggi, spazi polivalenti esterni più un eventuale spazio per l’asilo nido, per un investimento totale di circa 11 milioni di franchi. In questo contesto il Consiglio comunale ha anche approvato all’unanimità la variante di Piano regolatore per il comparto dove sarà edificata la nuova scuola.

Respinta l’iniziativa popolare sui rifiuti

Il legislativo ha pure trattato l’iniziativa popolare comunale ‘Rifiuti: così ci rifiutiamo’, respingendola con 19 voti contrari e due astensioni. Il testo chiedeva, in estrema sintesi, di rendere nuovamente gratuiti alcuni servizi riguardanti i rifiuti verdi, gli ingombranti e il servizio di raccolta a domicilio per gli anziani. Sempre in quest’ambito, “il Municipio ha informato il Consiglio comunale su come per il 2022 non vi siano modifiche alla politica della raccolta rifiuti, ma nel corso del prossimo anno sia previsto di chinarsi sull’argomento per riuscire a trovare delle soluzioni sostanziali così da raggiungere l’autofinanziamento del dicastero”, sottolinea il comunicato.

Leggi anche:

Sant’Antonino progetta la nuova scuola dell’infanzia

Rifiuti a Sant’Antonino, 400 firme contro

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio comunale moltiplicatore preventivo rifiuti sant'antonino scuola infanzia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved