Yverdon-sport Fc
0
FC Stade Ls Ouchy
0
2. tempo
(0-0)
Aarau
0
Xamax
1
1. tempo
(0-1)
Langnau
3
Lugano
4
2. tempo
(1-3 : 2-1)
Ginevra
2
Zurigo
0
1. tempo
(2-0)
Friborgo
3
Bienne
2
2. tempo
(2-0 : 1-2)
Davos
3
Berna
1
2. tempo
(2-0 : 1-1)
Zugo
5
Ajoie
0
2. tempo
(2-0 : 3-0)
Visp
2
Turgovia
0
2. tempo
(0-0 : 2-0)
Olten
1
Zugo Academy
0
2. tempo
(1-0 : 0-0)
Kloten
2
La Chaux de Fonds
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
Ticino Rockets
1
Langenthal
3
2. tempo
(0-3 : 1-0)
Sierre
2
GCK Lions
1
1. tempo
(2-1)
soggiorni-sportivi-e-scolastici-nel-futuro-dell-ex-galvanica
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
54 min

La Lega: è giunta l’ora di abolire le restrizioni

‘La situazione pandemica è sotto controllo, quella economica è invece preoccupante’. Mozione urgente al Consiglio di Stato
Ticino
1 ora

Sciopero dei ferrovieri in Italia

Da domenica 30 gennaio alle ore 3 fino a lunedì 31 gennaio alle ore 2. Sono previsti disagi nei collegamenti transfrontalieri Tilo
Mendrisiotto
1 ora

Centro storico a Mendrisio, controlli e sensibilizzazione

Questa la strategia della Città per richiamare al rispetto delle regole della circolazione all’interno delle zone pedonali
Ticino
1 ora

‘Il centro educativo chiuso di Arbedo è una necessità’

Per il magistrato dei minori Reto Medici la struttura permetterebbe di recuperare decine di giovani l’anno. Incarti stabili, ma reati violenti in aumento
Lugano
1 ora

Da revisione interna a controllo finanze

La Commissione petizioni cittadina approva l’operazione
Ticino
2 ore

Cresce l’interesse per la Città dei mestieri

Nel secondo anno di attività sono state oltre 7’600 le persone (+70%) che si sono rivolte alla sede bellinzonese che ora è nella rete internazionale
Bellinzonese
2 ore

Finisce al Tram l’ampliamento scolastico di Castione

Confinanti e Amica impugnano la decisione governativa ritenendo eccessiva l’altezza di 12 metri e irrisolta la questione viaria
Mendrisiotto
2 ore

Chiasso festeggia i 100 anni di Celestina Varallo

La neocentenaria, ospite di Casa Giardino, ha ricevuto anche gli auguri del sindaco di Chiasso
Ticino
3 ore

I radar della prima settimana di febbraio

Da Polmengo a Balerna i controlli della Polizia cantonale e di quelle comunali
Locarnese
3 ore

Agarone, interruzione di corrente ma non per tutti

Il 2 febbraio dalle 8.15 alle 11.15 soltanto una parte degli stabili rimarrà senza elettricità per lavori sulla linea di trasporto bassa tensione
Bellinzonese
3 ore

Bellinzona, no a un Quartiere Officine ‘senz’anima’

Tuto Rossi chiede alle autorità di ‘lanciare un concorso internazionale su chiamata fra i migliori studi d’architettura e di urbanistica del mondo’
28.11.2021 - 18:110

Soggiorni sportivi e scolastici nel futuro dell’ex Galvanica

Faido: chiesto un credito per avviare uno studio di fattibilità. L’idea del Municipio è quella di riconvertire lo stabile in un ostello da 100 posti

C’è un ostello con 100 posti letto nel futuro dello stabile ex Galvanica di Faido. Questa è infatti la strada intrapresa dal locale Municipio, che chiede un credito di 81’800 franchi per dare avvio a uno studio di fattibilità che darà indicazioni sulle opportunità e la sostenibilità del progetto. L’obiettivo è la riconversione dell’edificio dismesso in una struttura ricettiva in grado di ospitare gruppi sportivi e classi scolastiche, così come associazioni ed enti. Ciò che per il Comune della Media Leventina, spiega alla ‘Regione’ il sindaco Corrado Nastasi, rappresenta un bisogno impellente: «Abbiamo una richiesta importante e in crescita in particolare da parte di squadre e gruppi sportivi, per utilizzare le infrastrutture sportive e ricreative collocate in quella zona», rileva Nastasi riferendosi alla palestra, al campo da calcio e alla pista di ghiaccio collocati nello stesso comparto dell’ex Galvanica. «La problematica è che non abbiamo un luogo dove questi gruppi possono pernottare», aggiunge il sindaco, sottolineando la volontà del Municipio di rendere Faido una realtà sempre più orientata allo sport e alle attività di svago (nel comparto sono presenti anche la pista pump track e la palestra di boulder, strutture che hanno già dimostrato di essere molto apprezzate, in particolare dai giovani).

Possibilità di realizzare anche un polo dell’arte e della musica popolare alpina

La priorità assoluta del progetto è dunque l’ostello (dotato anche di spogliatoi e docce), ma lo studio di fattibilità darà indicazioni anche sull’opportunità di inserire nello stabile dei posti letto per la Protezione civile. Potrebbe poi portare ulteriore prestigio alla riconversione dello stabile l’idea di creare un polo dell’arte e della musica popolare alpina. «Un progetto sostenuto da alcuni promotori tenendo conto della centralità di Faido nel contesto delle Alpi. Lo studio di fattibilità – spiega Nastasi – potrà dirci se l’operazione è sostenibile. Si tratterebbe di inserire nello stabile una struttura d’accoglienza per bande, filarmoniche e cori non professionali, con delle sale prove e concerti. Ci sarebbe anche la possibilità di inserire dei fondi museali».

La valenza strategica del progetto di riconversione per l’intera regione, si legge nel messaggio municipale, è già stata confermata dal Consiglio direttivo dell’Ente regionale per lo sviluppo Bellinzonese e Valli e dall’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Valli. Grazie al decreto legislativo approvato nel gennaio 2020 dal Gran Consiglio per l’introduzione di misure di incentivo per la rivitalizzazione di edifici dismessi, il Comune potrà ottenere un sussidio a fondo perso pari al 50% della spesa per lo studio di fattibilità così come per l’investimento richiesto per realizzare il progetto.

Fino al 1975 lo stabile in questione è stato la sede della società di lavorazione di metalli Galvanica Sa, poi trasferitasi a Biasca. Fino al 2003 è stato utilizzato dal Comune e dai pompieri come magazzino. Oggi si limita a ospitare la locale edizione del Carnevale. Parallelamente allo studio di fattibilità, sarà avviato l’iter per la necessaria modifica di Piano regolatore.

Preventivo 2022

Moltiplicatore verso una diminuzione del 5%

Convocato in seduta il 20 dicembre, oltre al credito per lo studio di fattibilità, il Consiglio comunale dovrà chinarsi anche sul Preventivo 2022, che presenta la novità della proposta del Municipio di abbassare il moltiplicatore d’imposta dall’attuale 100% al 95%. Per il 2022 l’Esecutivo stima prudenzialmente un disavanzo d’esercizio di circa 231mila franchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved