salta-il-carnevale-di-biasca-troppo-rischioso
Ti-Press
Gabriele Cirio, presidente della Società Carnevale Biaschese
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 ore

Una famiglia luganese vuole assumere Wonder Woman

Da un annuncio di lavoro innumerevoli richieste e requisiti per la ricerca di una ‘semplice’ baby sitter e collaboratrice domestica
Locarnese
7 ore

Venerdì in piazza a Cevio la proiezione di ‘Il legionario’

La serata gratuita nell’ambito della rassegna di cinema all’aperto per omaggiare i 75 anni del Locarno Film Festival si aprirà alle 21.30
Locarnese
8 ore

Calcio, musica latina e tanti sogni in tasca. Questo era Raùl

Il 19enne, coinvolto in un incidente in moto insieme a un amico sabato scorso a Maggia, è morto martedì sera. Il ricordo di chi gli ha voluto bene.
Locarnese
9 ore

Piazza Remo Rossi, che fine ha fatto la visione d’insieme?

Lo chiede al Municipio di Locarno il Gruppo Sinistra Unita attraverso un’interrogazione che punta i fari sulla progettazione degli spazi del centro urbano
Bellinzonese
9 ore

Lungo le mulattiere del Piottino con la Fondazione Dazio Grande

L’escursione è in programma per domenica 10 luglio
Grigioni
10 ore

Domani a Roveredo scatta il ‘Grin Festival’

Da giovedì 30 giugno a domenica 3 luglio si esibiranno artisti e band provenienti da tutto il mondo. In programma anche spettacoli teatrali e workshop
Mendrisiotto
10 ore

Lugano-Ambrì, sfida di pulizia in vetta al Monte Generoso

I giocatori delle due squadre di hockey si sono cimentate in un ‘Clean Up Derby’. Chi ha vinto? La sostenibilità
Locarnese
10 ore

Brissago multimediale, così ti rilancio l’immagine del paese

Due iniziative che poggiano sulle moderne tecnologie per consentire di rilanciare il territorio e le sue attività commerciali coinvolgendo le famiglie.
25.11.2021 - 18:17
Aggiornamento: 02.12.2021 - 14:00

Salta il Carnevale di Biasca: ‘Troppo rischioso’

Il presidente Gabriele Cirio sensibile all’evoluzione pandemica e ai problemi logistici e finanziari. Rabadan e Lingera per ora confermano

«Lavoro nel settore sanitario e al solo pensiero che il nostro Carnevale possa aggravare il bilancio pandemico mi turba. Anzitutto per questo motivo, ma anche considerando il rischio finanziario cui andremmo incontro in caso di annullamento all’ultimo momento, abbiamo ritenuto cosa giusta decidere sin d’ora che non organizzeremo l’edizione 2022». Interpellato dalla ‘Regione’ il presidente della Società Carnevale Biaschese, Gabriele Cirio, espone i motivi della rinuncia decisa nelle ultime ore. «Abbiamo riflettuto attentamente su quello che le autorità sanitarie mostrano già ora come possibili scenari, e proprio non ce la sentiamo di avviare la macchina organizzatrice». Per di più il problema è logistico: «I nostri bagordi si svolgono normalmente nel centro del paese. Dovremmo istituire un servizio di sicurezza professionale per la verifica dei Covid Pass anche nei confronti della popolazione. Cosa impossibile da gestire». L’alternativa, come nel caso bellinzonese, sarebbe individuare una struttura esterna: «Ce n’è qualcuna ma di dimensioni troppo ridotte, come per esempio il Salone Olympia. Se dovessimo mettere un tetto massimo di 300 ingressi e ci fossero ai cancelli mille persone, cosa faremmo?». Sempre dal profilo finanziario «si corre concretamente il rischio di finire a gambe all’aria. L’edizione 2020 – rammenta Gabriele Cirio – è stata stoppata dopo la prima serata del mercoledì e le nostre casse ne hanno già allora risentito pesantemente. Oggi vogliamo evitare il rischio di finire definitivamente nelle cifre rosse».

Bellinzona e Rorè ancora in pista

Chi non molla, per ora, è il Rabadan di Bellinzona: «Siamo sempre dell’opinione che si possa organizzare l’evento all’Espocentro come indicato due settimane fa dal Municipio», ci conferma il presidente Giovanni Capoferri. Il comitato ha di nuovo incontrato l’esecutivo la scorsa settimana per aggiornare i dettagli «e prossimamente gli sottoporremo quelli relativi al piccolo villaggio che intendiamo allestire. Per ora questo è il nostro piano, se le autorità federali e cantonali non cambieranno idea sui grandi eventi». Fiducioso anche Simone Giudicetti, presidente del Carnevale Lingera di Roveredo, il terzo più importante della regione: «Siamo in pista per preparare il programma degli eventi che si terranno da mercoledì 16 a domenica 20 febbraio in zona Mondan. Siamo fuori dal nucleo, in un perimetro ben delimitato che c’impegneremo a gestire nel pieno rispetto delle norme sanitarie. Ovviamente Covid, Berna e Coira permettendo».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biasca carnevale gabriele cirio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved