salta-il-carnevale-di-biasca-troppo-rischioso
Ti-Press
Gabriele Cirio, presidente della Società Carnevale Biaschese
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
13 min

Mercatino di Natale a Castione

Appuntamento per sabato 4 dicembre dalle 10 alle 18 sul piazzale della chiesa. Con San Nicolao e accensione dell’albero
Bellinzonese
34 min

L’artigianato locale esposto nei quattro InfoPoint turistici

Ad Airolo, Bellinzona, Biasca e Olivone in vendita i prodotti di artigiani del Bellinzonese e valli
Mendrisiotto
42 min

Chiasso, il Club Pattinaggio chiede un sostegno economico

La chiusura della pista per un guasto fa lievitare le spese. Atleti e atlete lanciano un appello per affittare ore di ghiaccio in altre strutture
Bellinzonese
50 min

Per il 2022 il Comune di Riviera prevede ‘rosso’

Stimato un disavanzo di 296mila franchi e il mantenimento del moltiplicatore al 95%. Tra i punti deboli il Municipio evidenzia l’autofinanziamento
Locarnese
1 ora

Locarno, l’Avvento all’Oggettoteca

La ‘biblioteca degli oggetti’ allo Spazio Elle lancia un concorso, in palio una tessera annuale, per arricchire il suo catalogo
Ticino
1 ora

Alle medie ci sono opportunità per i docenti di francese

L’offerta formativa della Supsi in ambito pedagogico per l’anno 2022/23 terrà conto delle esigenze per questa materia
Mendrisiotto
1 ora

Meride, stagione di restauri per il Consiglio parrocchiale

Domanda di costruzione per riportare all’antico splendore la Cappella degli Oldelli e i suoi affreschi seicenteschi. I proprietari pronti a donarla
Mendrisiotto
1 ora

Si recuperano gli ex bagni di Arzo, ma restano all’asciutto

Per ora diventeranno un’area culturale e ricreativa. Al progetto partecipa anche l’Ers con 100mila franchi
Bellinzonese
25.11.2021 - 18:170
Aggiornamento : 18:41

Salta il Carnevale di Biasca: ‘Troppo rischioso’

Il presidente Gabriele Cirio sensibile all’evoluzione pandemica e ai problemi logistici e finanziari. Rabadan e Lingera per ora confermano

«Lavoro nel settore sanitario e al solo pensiero che il nostro Carnevale possa aggravare il bilancio pandemico mi turba. Anzitutto per questo motivo, ma anche considerando il rischio finanziario cui andremmo incontro in caso di annullamento all’ultimo momento, abbiamo ritenuto cosa giusta decidere sin d’ora che non organizzeremo l’edizione 2022». Interpellato dalla ‘Regione’ il presidente della Società Carnevale Biaschese, Gabriele Cirio, espone i motivi della rinuncia decisa nelle ultime ore. «Abbiamo riflettuto attentamente su quello che le autorità sanitarie mostrano già ora come possibili scenari, e proprio non ce la sentiamo di avviare la macchina organizzatrice». Per di più il problema è logistico: «I nostri bagordi si svolgono normalmente nel centro del paese. Dovremmo istituire un servizio di sicurezza professionale per la verifica dei Covid Pass anche nei confronti della popolazione. Cosa impossibile da gestire». L’alternativa, come nel caso bellinzonese, sarebbe individuare una struttura esterna: «Ce n’è qualcuna ma di dimensioni troppo ridotte, come per esempio il Salone Olympia. Se dovessimo mettere un tetto massimo di 300 ingressi e ci fossero ai cancelli mille persone, cosa faremmo?». Sempre dal profilo finanziario «si corre concretamente il rischio di finire a gambe all’aria. L’edizione 2020 – rammenta Gabriele Cirio – è stata stoppata dopo la prima serata del mercoledì e le nostre casse ne hanno già allora risentito pesantemente. Oggi vogliamo evitare il rischio di finire definitivamente nelle cifre rosse».

Bellinzona e Rorè ancora in pista

Chi non molla, per ora, è il Rabadan di Bellinzona: «Siamo sempre dell’opinione che si possa organizzare l’evento all’Espocentro come indicato due settimane fa dal Municipio», ci conferma il presidente Giovanni Capoferri. Il comitato ha di nuovo incontrato l’esecutivo la scorsa settimana per aggiornare i dettagli «e prossimamente gli sottoporremo quelli relativi al piccolo villaggio che intendiamo allestire. Per ora questo è il nostro piano, se le autorità federali e cantonali non cambieranno idea sui grandi eventi». Fiducioso anche Simone Giudicetti, presidente del Carnevale Lingera di Roveredo, il terzo più importante della regione: «Siamo in pista per preparare il programma degli eventi che si terranno da mercoledì 16 a domenica 20 febbraio in zona Mondan. Siamo fuori dal nucleo, in un perimetro ben delimitato che c’impegneremo a gestire nel pieno rispetto delle norme sanitarie. Ovviamente Covid, Berna e Coira permettendo».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved