BENCIC B. (SUI)
0
MLADENOVIC K. (FRA)
0
1 set
(4-4)
esercenti-e-negozianti-bene-l-autosilo-sotto-piazza-governo
Piazza Governo e i 13 posteggi destinati a sparire con la Zona d’incontro (laRegione)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
7 ore

Assemblea generale alla Domus Poetica

L’incontro è previsto giovedì 27 gennaio nella sede di Bellinzona
Ticino
7 ore

Livelli alle medie, Vpod pronta a iniziativa per eliminarli

Il sindacato dei docenti chiede al Gran Consiglio di rifiutare lo stralcio della spesa inserita nel Preventivo 2022
Bellinzonese
8 ore

Frontale a Cadenazzo, strada bloccata

Traffico fortemente congestionato sul Piano di Magadino a causa di un incidente
Ticino
8 ore

Offerta Trenord-Tilo ridotta almeno per un’altra settimana

Le assenze di macchinisti e capitreno a causa della pandemia si fanno ancora sentire. Soppresse anche tutte le linee notturne
Mendrisiotto
8 ore

Opere d’arte per i campus di Mendrisio e Viganello

Il concorso ha premiato Davide Cascio e Adriana Beretta. Le opere saranno inaugurate nel corso del prossimo autunno
Mendrisiotto
9 ore

Riva, annullata la Sagra del Beato Manfredo

L’evento era in programma il 30 gennaio. Lo ha deciso il Municipio considerato l’evolversi della situazione pandemica
Bellinzonese
9 ore

‘Trasporti pubblici gratuiti per giovani e anziani’

A proporlo con una mozione è il consigliere comunale Ppd di Bellinzona Pietro Ghisletta
Mendrisiotto
10 ore

Castel San Pietro ha 43 abitanti in più

Il saldo migratorio di +47 ha compensato il saldo naturale di -4. Ad aumentare maggiormente sono stati i ticinesi
Mendrisiotto
10 ore

Solidarit’eau, il sostegno di Stabio va all’Uganda

Comune e Aziende municipalizzate hanno deciso di devolvere il contributo all’Associazione SwissLimbs
Bellinzonese
11 ore

Il grande nord in un documentario

Appuntamento sabato 22 gennaio alle 20.30 al Cinema Leventina di Airolo
Mendrisiotto
11 ore

Riri sempre più polo dedicato agli accessori di lusso

La società di Mendrisio ha acquisito l’azienda toscana Dmc, specializzata nei componenti metallici per l’alta moda
Bellinzonese
11 ore

Riprendono gli spettacoli di Minimusica

Primo appuntamento mercoledì 19 gennaio all’oratorio parrocchiale di Salita alla Motta a Bellinzona
Luganese
11 ore

Quando il robot te lo costruisci tu

Dal 5 febbraio a Lugano corsi per bambini dai 9 agli 11 anni promossi dall’associazione Robo-Si
Locarnese
11 ore

Brissago, sotto controllo l’incendio boschivo

Stamane ultimi lavori di bonifica da parte della decina di pompieri rimasta di picchetto. Limitati i danni alla vegetazione
Bellinzonese
12 ore

Disastro del Palasio, gli allievi torneranno in settembre

Domani a Giubiasco inizieranno i lavori per il ripristino edilizio vero e proprio che dureranno fino al 25 luglio, poi si procederà al trasloco
23.11.2021 - 16:020
Aggiornamento : 16:42

Esercenti e negozianti: ‘Bene l’autosilo sotto Piazza Governo’

Bellinzona, i rispettivi presidenti di categoria giudicano positivamente l’idea proposta dall’architetto Filippo Broggini

«Bene» e ancora «bene». I rispettivi presidenti della Società commercianti di Bellinzona e di Gastro Bellinzona e Alto Ticino si esprimono positivamente sul progetto abbozzato dall’architetto Filippo Broggini, pubblicato oggi sulla ‘Regione’, che propone alla Città, con un’eventuale partecipazione privata, di realizzare sotto Piazza Governo un piccolo autosilo di due o più piani interrati dotato di una capacità minima di 64 posti auto. Un’idea che va a contrastare il progetto di Zona d’incontro: voluto dal Municipio in collaborazione col Cantone e votato a fine ottobre dal Consiglio comunale, prevede più spazio per i pedoni, un nuovo limite massimo di 20 km/h e l’eliminazione dei 13 posteggi situati vicino al Teatro Sociale.

‘Coinvolgere, non imporre’

«La sensibilità va coltivata e il cambiamento di mentalità nel campo della mobilità individuale va costruito coinvolgendo, non imponendo soluzioni unilaterali, specie nel nostro contesto di piccola città», attacca la presidente dei commercianti Claudia Pagliari. Anche per questo motivo, prosegue, «ritengo opportuno ragionare sull’ipotesi di nuovo autosilo sotterraneo in Piazza Governo. Certo, al momento è solo un’idea, una proposta, qualcosa che andrebbe però a ogni modo approfondito interpellando tutte le parti in causa, noi compresi. Siamo pronti a ulteriormente rimarcare le difficoltà con le quali il settore commerciale del centro storico è confrontato da lungo tempo».

‘Auto spesso irrinunciabile’

A titolo personale («ma molti colleghi la pensano come me») promuove dunque l’idea abbozzata da Broggini: «Ben volentieri uso il trasporto pubblico per recarmi dal domicilio al negozio in centro. Arrivo in bus più rilassata. Sostengo le soluzioni ‘verdi’, laddove però non si scontrino con aspetti pratici. Quando infatti ho a che fare con tante borse e scatoloni, giocoforza l’auto diventa irrinunciabile. Perciò, se trasferiamo questo ragionamento sulla potenziale clientela, o su chi vuole semplicemente farsi un giro fra le vetrine del centro per vedere se c’è qualcosa d’interessante da comprare, molto facilmente troviamo persone che preferiscono usare l’automobile. Ripeto: va bene l’onda verde. Ma sebbene il bus, la bicicletta e lo spostamento a piedi siano in molti casi le soluzioni ideali, in molti altri l’auto è irrinunciabile. E la sua sosta richiede soluzioni confacenti e pratiche, non a priori limitative».

‘Durante il cantiere al Cervia dove si posteggerà?’

Ecco perché, prosegue Claudia Pagliari, la Zona d’incontro votata dal Cc «non rappresenta per il nostro settore una soluzione ottimale. Anzi, qui si rischia un grossissimo danno. Se si mira a favorire i pedoni e la mobilità dolce, non lo si faccia eliminando i 13 stalli situati vicino al Teatro Sociale. L’alternativa per chi vuole fermarsi a pranzo o bere un caffè, è andare altrove, magari in un centro commerciale». La presidente rileva inoltre il pericolo insito nella prevista ristrutturazione, con ampliamento, dell’autosilo comunale Cervia dietro Piazza Indipendenza: «Talvolta è già oggi pienissimo. Non so con quali tempistiche l’intervento è finalmente previsto, ma di sicuro il cantiere durerebbe a lungo riducendo sensibilmente, anche qualora lo si faccia a tappe o per piani, la disponibilità di posti auto a ridosso del centro. La vedo male se non vi sarà un’alternativa valida nelle vicinanze, quale potrebbe essere appunto un piccolo autosilo sotto Piazza Governo costruito prima di quel risanamento». Da qui l’invito all’autorità cittadina affinché «calcoli bene i tempi, pena il rischio di ritrovarci una città vuota. E che una volta svuotata, sarà poi difficile tornare a riempire».

‘Alla fine ne beneficiano i centri commerciali’

Sul fronte esercentesco il presidente Luca Merlo ribadisce che «è inopportuno eliminare posteggi». Nel quartiere Nocca, dove gestisce la propria locanda, «vivo questa situazione in prima persona: pur essendo a soli tre minuti a piedi dall’autosilo Cervia, che dista appena 250 metri, tanti faticano ad arrivare fino a qui se non trovano il posteggio nelle immediate vicinanze. Perciò non è affatto una buona soluzione quella di eliminare tredici stalli accanto alla fontana della foca. Alcuni esercenti attivi in centro città mi hanno comunicato la loro ferma contrarietà». Non è la prima volta che si ritrova a ripetere il concetto: «Di sicuro – sottolinea Luca Merlo – è sbagliato togliere posteggi. E ne mancano. Abbiamo ribadito la nostra opinione anche al gruppo di lavoro istituito dalla Città» e chiamato a radiografare lo stato di salute dei ristoratori e negozianti turriti. «La tendenza è generale e non tocca soltanto Bellinzona. La conseguenza è sotto gli occhi di tutti: a beneficiarne sono alla fine i centri commerciali che offrono posteggi in gran quantità e gratuitamente. Mente il centro città andrà sempre peggio».

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved