ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
4 min

Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato

Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
3 ore

“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”

Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
6 ore

Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica

Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
6 ore

La comunità cripto trova casa in centro città

L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
6 ore

Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe

Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
15 ore

‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’

Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Mendrisiotto
16 ore

Di satira (anche politica) e di Nebiolini

Il Carnevale chiassese anche quest’anno non ha rinunciato alla sua edizione unica del Giornalino
Ticino
17 ore

Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’

I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
17 ore

Lugano, arte postale in campo a favore della diversità

L’associazione socioculturale Kosmos promuove una campagna di sensibilizzazione per la prevenzione di razzismo e discriminazione
Luganese
17 ore

Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma

Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
11.11.2021 - 16:41
Aggiornamento: 17:20

Nuova Valascia, ‘no all’aiuto per rispetto dei bellinzonesi’

Anche il gruppo Lega/Udc si schiera contro il contributo a fondo perso di mezzo milione (Municipio) e di 250’000 franchi (Ppd, Plr e Sinistra)

nuova-valascia-no-all-aiuto-per-rispetto-dei-bellinzonesi
‘Fermi tutti’, sembra dire Brenno Martignoni Polti (Ti-Press)

Diversi i motivi che inducono anche il gruppo Lega/Udc di Bellinzona a non sostenere il messaggio municipale – che propone lo stanziamento di mezzo milione di franchi quale contributo a fondo perso a favore della Valascia Immobiliare Sa finanziariamente esposta per 51 milioni nella nuova pista di ghiaccio dell’Hcap – e nemmeno la “salomonica proposta, fatta per salvare capra e cavoli, di stanziare un contributo dimezzato”, proposta fatta dal Ppd e sostenuta da Plr e, con riserva, dalla Sinistra. Lo scrive l’altro relatore di minoranza in Gestione Brenno Martignoni Polti nel proprio rapporto distinto da quello, pure di minoranza, dei Verdi/Mps/Fa.

‘Municipio in affanno’

Un no “anzitutto per coerenza e responsabilità verso i cittadini. Infatti la situazione contingente conferma che il Municipio è in evidente affanno e ancora ben lontano dal pareggio dei bilanci”. E poi perché Bellinzona “non è nelle condizioni di mettersi medaglie ed ergersi a polo, dispensando un aiuto di mezzo milione, a fondo perso, alla Valascia Immobiliare Sa”. Senza nulla togliere all’impegno e alla caparbia della società leventinese e ai risultati raggiunti a favore del sodalizio nell’ambito dell’hockey svizzero, viene evidenziato, “una simile azione di corresponsione di denaro pubblico a un ente privato, non solo non è prioritaria, ma neppure deve marcare il disegno politico di chi è chiamato a costruire la Nuova Bellinzona, con le chiare difficoltà che tutti conosciamo e tocchiamo con mano”. Per esempio, archiviato il Consuntivo 2020 segnato da un disavanzo di 7 milioni, “il nostro Comune fa tuttora capo a un contributo di livellamento che riceve da altri Comuni più forti, in una logica di ripartizione cantonale nella quale non può certo fare la voce grossa”.

‘Concentriamoci sui bisogni della popolazione e dei giovani’

Il principio rimane quello di “concentrarci sui bisogni della popolazione locale e di tutte quelle realtà che compongono il tessuto sociale cittadino. Dai commerci di zona, ai locali pubblici, alle società culturali e sportive, che lottano per la sopravvivenza di giornata e che da anni tengono duro, a fronte di difficoltà oggettive e di non immediata soluzione”. Inoltre “ci pare uno strappo ingiusto stanziare” l’aiuto richiesto: “Il nostro voto contrario va nella direzione di rendere giustizia ai nostri concittadini”. Infatti “numerose famiglie sono in difficoltà e la Città è talmente nelle cifre rosse da essere spinta a pescare nelle loro tasche raddoppiando la tassa base sui rifiuti. Anzi, da questo punto di vista sarebbe stato più elegante ritirare questo incongruo messaggio”. Infine la minoranza Lega/Udc si mette di traverso “per rispetto ai giovani che le nostre entità culturali e sportive formano in un duro lavoro giornaliero e costellato da ristrettezze economiche. Fra queste, in larga misura, la sopravvivenza è affidata al diffuso volontariato, solo e soltanto grazie al quale possono proseguire una qualificata azione di prossimità”.

Leggi anche:

Nuova Valascia, la Gestione firma per 250mila franchi

‘No al contributo a sostegno della Valascia Immobiliare’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved