nuova-valascia-la-gestione-firma-per-250mila-franchi
Ti-Press
Il relatore di maggioranza Ivan Ambrosini
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
19 min

Lancio del sasso ad Ascona, un’edizione di alto livello tecnico

Record battuti sia nella categoria femminile sia in quella maschile. L’ambito titolo di campione e campionessa ticinesi va a Urs Hasler e a Corina Mettler
Locarnese
1 ora

A Ronco s/Ascona si degusta risotto

La cena è prevista per sabato 20 agosto a partire dalle 19 in piazza del Semitori
Ticino
1 ora

Milano, nel 2021 un pieno di multe stradali

È la città d’Italia con i maggiori introiti: 102,6 milioni di euro, di cui quasi 13 solo dall’autovelox (nel quale incappano anche non pochi ticinesi)
Locarnese
1 ora

Alla Biblioteca di Locarno si parla di viaggi ed ecologia

All’evento, previsto per mercoledì 17 agosto alle 18.15 nella corte di Palazzo Morettini, interverranno gli scrittori Andrea Bertagni e Sabrina Caregnato
Luganese
2 ore

Ceresio e altri tre laghi svizzeri ai minimi storici

Il perdurare della siccità mette in crisi un po’ tutti i bacini. Fra i fiumi, Reno e Reuss con i valori più bassi rilevati nei mesi estivi
Mendrisiotto
2 ore

Tiro obbligatorio e in campagna a Maroggia

La società di tiro Aurora di Stabio dà appuntamento a venerdì 19 e sabato 20 e poi a venerdì 26 e sabato 27 agosto
Luganese
3 ore

Tresa, lavorava in Ticino il 28enne italiano morto

Lascia la compagna e due figli piccoli la vittima dell’incidente di sabato sera. Era dell’alto Varesotto e si era da poco trasferito nel Comasco
Bellinzonese
3 ore

Monte Carasso, serata pubblica sull’aiuto al Madagascar

All’appuntamento che si terrà il 23 agosto alle 20.15 nel salone dell’ex Convento delle Agostiniane sarà presente Suor Maria degli Angeli
Luganese
3 ore

Si rianima il villaggio medioevale di Redde

Torna nei due primi fine settimana di settembre la festa sulla collina di san Clemente, dove fino al 1’300 d.C, sorgeva un piccolo borgo
Locarnese
1 gior

Intragna, dal cornicione della scuola cadono pezzi d’intonaco

Immediato intervento dei tecnici per una verifica dell’accaduto. Municipio pronto a metter mano agli interventi del caso; la ripresa a settembre garantita
Ticino
1 gior

Finiscono le vacanze, torna la colonna: 10km al Gottardo sud

Fra Biasca e Airolo si arrivava nel primo pomeriggio di oggi a due ore di attesa
Ticino
1 gior

Furti per 5mila franchi nei distributori automatici, due arresti

Un 40enne e una 30enne avrebbero colpito le gettoniere di almeno 8 apparecchi soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie
Luganese
1 gior

È morto il motociclista coinvolto ieri in un incidente a Croglio

L’uomo, un 28enne italiano, ha urtato violentemente un’automobile all’altezza di Madonna del Piano, venendo sbalzato dal mezzo e rovinando a terra
Locarnese
1 gior

A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’

Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
10.11.2021 - 11:20
Aggiornamento: 15:56

Nuova Valascia, la Gestione firma per 250mila franchi

L’aiuto di Bellinzona quale città polo della regione ‘favorirebbe una zona periferica. Inoltre le imposte incassate compensano ampiamente l’onere’

“Tutta la regione, Bellinzona compresa, potrà beneficiare positivamente della presenza di un luogo di sicuro indotto aggregativo, sociale ed economico. In definitiva la maggioranza commissionale riconosce la portata strategica e regionale del progetto”. Vi sono diversi buoni motivi per stanziare 250’000 franchi di contributo a fondo perso a favore della Valascia Immobiliare Sa che ha realizzato il nuovo stadio multifunzionale dell’Hcap sulla piana di Ambrì costato 51 milioni. Li esplicita la maggioranza della Commissione della gestione del Consiglio comunale di Bellinzona nel rapporto di Ivan Ambrosini (Ppd) sottoscritto ieri dai tre membri liberali-radicali e, con riserva, dalle due rappresentanti dell’Unità di sinistra (con riserva, in un caso, preferendo la versione municipale che chiede lo stanziamento di mezzo milione). La via di mezzo, proposta dal Ppd, fa dunque breccia nella maggioranza (sei membri su nove) ma si scontrerà con i rapporti di minoranza preannunciati da Verdi/Mps/Fa e Lega/Udc. Il dimezzamento è stato pensato considerando “l’impatto politico e finanziario di un tale contributo” in un momento affatto facile per le casse cittadine. Ridimensionare la proposta municipale è dunque ritenuto “più confacente all’attuale situazione e rispettoso degli sforzi che la Città dovrà intraprendere per riequilibrare le finanze comunali nei prossimi anni”, oggi caratterizzate da importanti disavanzi.

‘Dibattito acceso’

Dapprima i temi che fanno maggiormente storcere il naso a una parte della politica turrita: “La particolarità di questo messaggio municipale – sottolinea il rapporto Ambrosini – è che si contribuirebbe, a fondo perso, al finanziamento di un’opera sorta al di fuori dei confini comunali, di proprietà di una società anonima e legata indissolubilmente a una società sportiva. Inoltre la richiesta di credito arriva in un periodo pandemico non facile dal profilo finanziario per i cittadini e per la Città stessa. La combinazione di questi elementi, e le prospettive poco incoraggianti sullo stato di salute delle finanze cittadine, hanno scatenato un dibattito a volte anche acceso in Città”. La maggioranza della Gestione si dice “ben cosciente” di ciò ma sottolinea anche “l’importanza di poter contare nella nostra regione di strutture sportive e ricettive per diversi ambiti, quali manifestazioni sportive, eventi e manifestazioni di diversi tipi, convegni e così via”.

‘Ricadute sociali, economiche e sportive’

Le motivazioni portate al momento di votare in Consiglio comunale, nel maggio 2020, la mozione Calastri volta a sollecitare lo stanziamento di un aiuto all’Hcap per la nuova Valascia, poi riprese nel messaggio municipale dello scorso febbraio che propone mezzo milione a fondo perso, “sono da ricondurre alle ricadute sociali, economiche e sportive a livello regionale conseguenti all’edificazione ed esercizio di una così importante opera”, sottolinea oggi la maggioranza della Gestione. La Città di Bellinzona dopo l’aggregazione “vuole assurgere a Città polo nel Bellinzonese e Tre Valli e questa sarebbe l’occasione per dare concretezza a questo obiettivo”.

‘Senza vincoli né ulteriori impegni’

Quindi i punti positivi: la maggioranza sottolinea che il contributo non finanzia direttamente un club sportivo e la sua gestione corrente, “bensì un tipo di struttura che solitamente in Svizzera viene realizzata in zone urbane densamente popolate e non di montagna come nel caso di Ambrì”. In definitiva con il contributo cittadino il polo urbano aiuterebbe “tangibilmente la zona periferica senza peraltro creare dei doppioni infrastrutturali nella regione”. Contabilmente parlando, grazie al contributo turrito la Sa “potrà aumentare la propria quota di capitale proprio riducendo così l’onerosa esposizione verso terzi dando più solidità al progetto”. Sempre dal profilo contabile, l’aiuto verrebbe registrato nel conto investimenti della Città con un conseguente onere in gestione corrente annuale (ammortamento più interessi) di 23’500 franchi, peraltro “senza vincoli e impegni ulteriori, né costi di manutenzione o altro a carico della Città”. Sull’altro piatto della bilancia, “non va sottaciuto l’indotto fiscale di cui beneficia la Città grazie all’esistenza dell’Hcap”. La Gestione ha verificato infatti che “le entrate fiscali dalle imposte sulle persone fisiche e imposte alla fonte di giocatori e dipendenti del club, superano di gran lunga l’onere di 23’500 franchi”. Pure sottolineata la collaborazione dell’Hcap col sodalizio hockeystico cittadino dei Giovani discatori della Turrita. Collaborazione “che porta sicuramente dei vantaggi al club cittadino sia in termini finanziari (partite amichevoli) che per lo sviluppo dei giovani talenti (ma non solo) dello sport dell’hockey”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved