limite-30-km/h-notturno-a-bellinzona-piu-no-che-si
Ti-Press
I Verdi suggeriscono riduzioni notturne
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 ora

Luci e Ombre, altri eventi e la copertura del ‘buco’ pandemico

L’Ente iniziative del Locarnese, in assemblea al Fevi, ha annunciato gli estremi della grande festa che torna dopo 2 anni, dal 7 al 9 luglio
Bellinzonese
1 ora

A Giubiasco sarà costruita una centrale a biogas

L’impianto promosso da Amb e Ses permetterà di smaltire i rifiuti verdi e organici urbani producendo allo stesso tempo pregiata energia
Bellinzonese
1 ora

Ritom, la funicolare riprende l’attività dopo la pausa invernale

Da sabato 21 maggio sarà di nuovo possibile raggiungere il comprensorio e i suoi innumerevoli laghetti alpini
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio: Ata in assemblea, con dibattito su PoLuMe e Tir

L’evento è previsto domani sera alla Filanda e avrà come ospiti Maurizio Agustoni (Ppd) e Ivo Durisch (Ps). Modera Daniela Carugati.
Luganese
2 ore

Record per la Comano Run con oltre 500 partecipanti

La manifestazione podistica si è tenuta ieri e ha visto il trionfo di Ivan Boggini per gli uomini e Sara Solari per le donne
Ticino
2 ore

Coronavirus, 173 casi e un decesso da venerdì

Rispetto a lunedì della settimana scorsa si registra un calo dei test positivi e delle ospedalizzazioni
Bellinzonese
2 ore

Spettacolo dei liceali di Bellinzona al Teatro Sociale

Venerdì 20 e sabato 21 maggio alle 20.30 andrà in scena ‘Rinoceronte’ del drammaturgo Eugène Ionesco
Locarnese
3 ore

Il traguardo della Pro Monti: l’assemblea numero 100

Giovedì sul Piazzale delle Scuole un appuntamento di portata storica per l’associazione di quartiere di Locarno
Grigioni
3 ore

San Vittore, trovati 5 kg di marijuana su un autobus

La polizia cantonale grigionese ha scoperto la sostanza stupefacente durante una verifica al centro controllo veicoli pesanti grazie a un cane antidroga
Luganese
3 ore

Accoltellamento a Lugano, arrestato un 32enne

L’uomo è stato fermato a Paradiso. Tra le ipotesi di reato quella di lesioni gravi tentate.
27.10.2021 - 16:50

Limite 30 km/h notturno a Bellinzona? Più no che sì

Ridurre il rumore dalle 22 alle 6: il Municipio attende il test pilota di Losanna, ma già adesso afferma di preferire la posa di asfalto fonoassorbente

Dopo averlo fatto in via definitiva in diverse strade comunali di vari quartieri, la Città di Bellinzona è pronta a introdurre solo temporaneamente, ossia dalle 22 alle 6 del mattino, il limite di velocità di 30 km/h su tutte le arterie all’interno degli abitati? Alla domanda posta dai Verdi con un’interpellanza incentrata sul rumore notturno causato dai veicoli, il vicesindaco Simone Gianini durante la seduta di Legislativo di ieri sera si è espresso con molta prudenza (la risposta è comunque quasi un ‘no’), pur segnalando interesse ad approfondire la proposta ambientalista che riprende un progetto pilota avviato dalla Città di Losanna in deroga alla necessità di adeguare le carreggiate stradali al nuovo limite perché temporaneo, nel senso che valendo solo di notte è impossibile posare, in pochi minuti e per la durata di sole otto ore, quelle misure di moderazione solitamente previste per le Zone 30.

‘Responsabilità del singolo’

La scelta losannese, ha detto Gianini, «punta molto sulla responsabilità del singolo, cui è richiesto di rispettare il limite di 30 km/h pur transitando in strade importanti, di notte non particolarmente cariche di traffico e la cui conformazione, mancando del tutto quegli elementi tipici di moderazione a difesa degli utenti più deboli quali ciclisti e pedoni, non aiuta a rispettare tale limite», se non con l’impiego di mezzi repressivi quali i radar. Il rispetto della modifica notturna del limite di velocità «sarà uno degli elementi, accanto all’effettiva riduzione delle immissioni foniche, che dovranno essere verificati nell’efficacia di tale misura oltre il progetto pilota che era stato in precedenza effettuato su due sole strade». Ma, appunto, la Turrita potrebbe andare in questa direzione? Gianini ha rammentato che nel Bellinzonese «per la stragrande maggioranza si tratterebbe d’intervenire su strade cantonali subordinate al consenso del Cantone, idem per quelle comunali poiché sottoposte a preavviso del Dipartimento del territorio». Il cui direttore Claudio Zali, interpellato dai media sul progetto losannese, «ha già espresso pubblicamente il proprio scetticismo, confermando di puntare semmai sul risanamento fonico delle strade in corso, ciò che il Municipio di principio condivide». A ogni modo prima di prendere definitivamente posizione sulla riduzione notturna, l’Esecutivo «attenderà i risultati di quanto messo in atto a Losanna». Risultati «in misura limitata replicabili nella nostra realtà locale».

In arrivo il risanamento dell’A2 fra Sementina e Castione

Per il resto, il vicesindaco ricorda che l’Ufficio prevenzione rumori del Dt ha pubblicato nel 2017 il Catasto del rumore stradale della nuova Bellinzona aggregata. In base al quale è ora in esecuzione il risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Bellinzonese, Locarnese e Vallemaggia tramite la posa di asfalto fonoassorbente. Lo stesso sta facendo l’Ufficio federale delle strade che dopo avere terminato il risanamento dell’autostrada tra Camorino e il Ceneri, avvierà presto quello tra Sementina e Castione con un investimento di 140 milioni di franchi. In questo ambito i Verdi chiedevano quanti bellinzonesi sono sottoposti a rumore notturno che supera le ordinanze federali e quali strategie a lungo termine sono previste. Stando alle informazioni ottenute dal Cantone – ha risposto Gianini – l’aggiornamento del catasto cantonale è previsto ogni cinque anni.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
asfalto fonoassorbente bellinzona limite losanna municipio simone gianini verdi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved