robasacco-sempre-piu-vicino-al-resto-del-mondo
In origine fu il trasporto scolastico (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
3 ore

Dalle macerie della cappelletta i germogli di un mestiere

A Gordola la ricostruzione del manufatto raso al suolo dalle ruspe nel 2018 è diventata esercizio didattico per gli apprendisti muratori del Cfp Ssic
Bellinzonese
3 ore

Gudo e Castione: presto più sicurezza e nuova ciclopista

Pronto il progetto per l’Isolone, dove l’accesso a chiocciola verso il ponte dello Stradonino permetterà di evitare l’insidiosa rampa
Ticino
12 ore

‘Coi test in azienda si dovrebbero rilasciare certificati Covid’

È la proposta dell’Udc depositata sotto forma di mozione urgente. Si vuole ‘evitare di sovraccaricare le strutture esistenti nel periodo delle vacanze’
Ticino
13 ore

Personale sanitario, licenziate perché non si vogliono testare

È il caso di due collaboratrici della Cinica luganese Moncucco. In Ticino i casi simili sarebbero meno di una decina
Bellinzonese
13 ore

Bene la zona d’incontro, meno il taglio di 10 posti auto

Piazza Governo a Bellinzona: la maggioranza commissionale suggerisce di ridiscutere la questione col Cantone. Dalla minoranza no alla riduzione
Luganese
14 ore

Torricella, il caso scuole non finisce qui

Il Municipio ne discuterà nuovamente, mentre spuntano lettere dei genitori a difesa del maestro
Luganese
14 ore

L’Operazione Macello vince il premio Agustoni

Convince la giuria, il documentario realizzato da Anna Bernasconi per Falò sulla demolizione di un edificio del centro sociale
Gallery
Ticino
14 ore

‘Il riformismo fiscale non deve essere rallentato’

All’assemblea della Camera di commercio è stato ribadita la necessità di ridurre l’aliquota sugli utili delle imprese dall’8 al 5%
Grigioni
14 ore

Museo Moesano, chiusura di stagione con castagnata

Appuntamento per sabato 23 ottobre nel cortile di Palazzo Viscardi
Mendrisiotto
14 ore

La corsia per i Tir è ‘inaccettabile’ anche per Coldrerio

Il Municipio si allinea a Balerna, Novazzano e Mendrisio nel fare muro al progetto dell’Ustra. ‘Peggiorerà la qualità di vita dei cittadini’
Bellinzonese
14.10.2021 - 18:040
Aggiornamento : 18:36

Robasacco sempre più vicino al resto del mondo

Trasporto pubblico: dopo la recente introduzione delle corse settimanali, il Municipio di Cadenazzo valuta anche quelle nei weekend e verso Monteceneri

Dopo averlo ottenuto recentemente per i giorni feriali e per i periodi di vacanze scolastiche, la frazione di Robasacco potrebbe presto rientrare nella categoria di località servite sette giorni su sette e 365 giorni all’anno (quindi anche nei weekend e nei giorni festivi) dal trasporto pubblico su gomma. Rispondendo questa settimana a un’interpellanza del consigliere comunale Lega/Udc Cristian Ticozzi, il Municipio di Cadenazzo ha infatti spiegato di aver chiesto lo scorso maggio alla Sezione cantonale della mobilità il potenziamento del servizio verso la stazione ferroviaria anche nei fine settimana e anche in direzione del Comune di Monteceneri. Il Cantone ha risposto positivamente annunciando l’ipotesi di creare, in occasione del cambio orario del 2024, quattro coppie di corse tra Cadenazzo Ffs e Rivera Ffs con fermate intermedie a Robasacco e al Passo del Ceneri. In caso di prestazioni supplementari richieste dai Comuni, vi sarebbe un onere supplementare a loro carico pari a 46’000 franchi annui. In tal senso il Municipio di Cadenazzo ha contattato quello di Monteceneri sondando una possibile collaborazione per anticipare l’entrata in funzione delle corse nei weekend, ottenendo una risposta positiva. Presto la questione sarà quindi oggetto di un incontro fra le tre parti.

No allo sportello di Polcom: ‘Non porterebbe benefici’

Aprire uno sportello di Polizia comunale a Cadenazzo non porterebbe benefici in materia di efficacia ed efficienza. Lo sostiene il Municipio rispondendo a un’altra interpellanza, del consigliere comunale Lega/Udc Fabio Ruggeri, che prendeva spunto dalla Convenzione di Polizia Regio III del Luganese. Tuttavia a far stato a Cadenazzo è la convenzione stipulata nel 2017 fra la nuova Città di Bellinzona e i quattro Comuni della cintura non aggregatisi. Convenzione che a differenza di quella luganese non prevede la possibilità di disporre di uno sportello locale per 2-4 ore settimanali. Il sindaco Marco Bertoli nella risposta evidenzia che la convenzione bellinzonese sancisce l’impegno fra le parti a “collaborare in maniera costruttiva per garantire la parità di trattamento e un’ottimale efficacia ed efficienza del servizio a vantaggio del territorio, della comunità e di ogni cittadino”. A questo proposito dunque secondo il Municipio uno sportello locale non porterebbe i benefici immaginati dagli interpellanti. Anche perché i servizi di sportello offerti nei posti di polizia di Giubiasco e Bellinzona “garantiscono già oggi una sufficiente coperta ai cittadini”. Per contro un’ulteriore presenza a Cadenazzo e negli altri tre Comuni convenzionati di Sant’Antonino, Lumino e Arbedo-Castione, ‘comprometterebbe l’efficacia del servizio offerto”. La sicurezza del territorio, aggiunge il Municipio, può essere raggiunta con una tempestiva segnalazione al numero telefonico d’emergenza 117: “Attendere il giorno d’apertura dello sportello potrebbe compromettere un intervento incisivo”. Non da ultimo consultare lo sportello “potrebbe portare alla non evasione della richiesta, magari perché di competenza di un servizio specialistico offerto dalla sede principale”. Dal canto suo il Comando della Polcom ha spiegato al Municipio che un’ipotesi di sportello dislocato “dovrebbe garantire un collegamento informatico con la sede principale, uno spazio discreto per l’accoglienza degli utenti e uno per il deposito di materiale”. A ogni modo, per comprendere il grado di soddisfazione della popolazione sull’operato della Polcom, il Municipio non esclude la possibilità di effettuare un sondaggio.

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved