PHI Flyers
1
NY Islanders
1
1. tempo
(1-1)
BOS Bruins
1
CAR Hurricanes
5
1. tempo
(1-5)
WAS Capitals
2
WIN Jets
2
2. tempo
(1-2 : 1-0)
OTT Senators
1
BUF Sabres
1
2. tempo
(0-1 : 1-0)
DAL Stars
MON Canadiens
02:30
 
CAL Flames
FLO Panthers
03:00
 
il-ppd-di-bellinzona-chiede-lumi-sulla-bozza-verde-a2-a13
Dt
Il progetto per Sant'Antonino
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 ore

L’accusa: ‘Erano mossi da intenti egoistici e avidità di denaro’

Caso Fec-Hottinger, chiesti quattro anni di reclusione per Rocco Zullino e due anni e nove mesi per Alfonso Mattei. Venti mesi per Tartaglia
Ticino
5 ore

‘Riforma tutorie, ora bisogna accelerare’

Preture di protezione, la presidente della commissione Giustizia: ‘Come deputati non dobbiamo perdere tempo’. Agna intanto propone dei correttivi
Bellinzonese
5 ore

Lupo in alta Valle, la Società agricola Bleniese scrive al CdS

Gli allevatori lamentano carenze nella comunicazione e sollecitano un incontro per definire una strategia da adottare in caso di presenza del predatore
Luganese
7 ore

Presunto stupro di gruppo, in tre a processo

Rinviati a giudizio tre uomini che lo scorso 25 settembre avrebbero abusato di una donna dopo una serata in un locale del Sottoceneri
Locarnese
7 ore

Lungolago di Muralto, stop alla progettazione ‘totale’

Ritirato il messaggio per moderazione del traffico e riassetto urbano perché due dei tre comparti sono “troppo” legati alle incertezze in stazione
Ticino
7 ore

Scuole di musica e obbligo 2G: ‘Non ci sono margini di manovra’

Il Consiglio di Stato risponde al Conservatorio sulle novità introdotte a fine dicembre: formazioni non equiparate a scuola dell’obbligo o secondario II
Luganese
7 ore

Campione, ricorso al Tar contro il taglio della sanità ticinese

La delibera del Consiglio regionale della Lombardia è in vigore dal 15 dicembre. Un’avvocata chiede l’intervento del Tribunale amministrativo regionale
Mendrisiotto
7 ore

Piazza del Ponte, progetto in sospeso. ‘Che delusione’

La Lista civica torna alla carica con il Municipio di Mendrisio. ‘A che punto è il bando di concorso?’
Luganese
7 ore

Guasto risolto, i treni da Lugano al nord tornano in viaggio

Dopo due ore di disagi, le Ffs sono riuscite a ripristinare ‘la perturbazione tecnica agli impianti ferroviari’
06.10.2021 - 16:480
Aggiornamento : 17:05

Il Ppd di Bellinzona chiede lumi sulla ‘bozza verde’ A2-A13

Il gruppo interroga il Municipio sull’opportunità di insistere su questa variante del collegamento autostradale con il Locarnese

a cura de laRegione

“Non ritiene il Municipio di doversi ora adoperare, per quanto gli compete, ad indirizzare le discussioni verso un altro tracciato, meno costoso e rispettoso delle zone palustri del Piano di Magadino?”. È una delle domande poste all’esecutivo cittadino dal gruppo Ppd-Gg di Bellinzona in un’interrogazione relativa al progetto ‘bozza verde’ del collegamento autostradale A2-A13 con il Locarnese. In sostanza il Ppd interroga il Municipio sull’opportunità di insistere su questa variante.

Nel testo il gruppo definisce il collegamento autostradale del Locarnese con la rete di strade nazionali “il tassello ticinese irrisolto da decenni” nella politica federale e cantonale. “Dagli anni Ottanta siamo passati dall’imbarazzante progetto di ponte sul lago dal Gambarogno alla foce della Maggia all’attuale ‘bozza verde’ elaborata negli scorsi anni dal Cantone”. Una variante che tuttavia “sarebbe ‘de facto’ decaduta”. Infatti nelle scorse settimane la Confederazione ha presentato alle autorità cantonali e locali lo stato dei lavori: “L’oneroso investimento (più di un miliardo e mezzo di franchi!), dapprima giustificato dall’alta qualità ambientale insita nel concetto di mettere la nuova autostrada in una lunga galleria, parrebbe ora messo in discussione”. L’Ufficio federale delle strade ha di fatto praticamente bocciato il progetto a causa di diverse criticità (in particolare per la zona palustre delle Bolle di Magadino), generando il disappunto del Dipartimento del territorio. A questo punto il Ppd si chiede “se valga ancora la pena insistere su un tracciato che, ai costi esorbitanti affianca ora un secondo gravoso ostacolo, ovvero quello dell’incompatibilità territoriale subordinata a sua volta dalla difficoltà di attraversare il fiume Ticino”. E “il Bellinzonese è pure colpito da questa deficienza funzionale del sistema di mobilità nella misura in cui il sistema economico colpito non conosce i limiti dei due comprensori urbani. Basti pensare al regolare intasamento sia della via maestra di sponda sinistra (Camorino-Contone) ma anche della sponda destra (Sementina-Gudo-Cugnasco)”. Il gruppo chiede quindi al Municipio di Bellinzona se “è stato corretto sostenere la linea cantonale” che ha “messo l’accento sulla necessità di servire i grandi centri di acquisti di Sant’Antonino e Cadenazzo”, portando “a concentrarsi sulla sponda sinistra e a non considerare come prioritario l’attraversamento ambientalmente corretto del fiume Ticino”. Inoltre, l’esecutivo cittadino “era informato che, già nell’autunno del 2019, l’Ufficio federale dell’ambiente aveva formalizzato i dubbi sulla variante ‘bozza verde’ dati dall’attraversamento del comprensorio di protezione delle zone palustri?”. E ancora: non ritiene che questa variante “sia ora meno sostenibile in quanto viziata dall’alto costo e dalle riserve di carattere ambientale?”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved