05.10.2021 - 18:50
Aggiornamento: 19:23

L’Osi in concerto alla cattedrale delle Officine di Bellinzona

Prima assoluta di particolare prestigio in programma per sabato 30 ottobre

l-osi-in-concerto-alla-cattedrale-delle-officine-di-bellinzona
Foto Osi, Kaupo Kikkas
L'Orchestra della Svizzera italiana

Un appuntamento straordinario con l’Orchestra della Svizzera italiana (Osi) che per la prima volta in assoluto si esibirà nella cattedrale delle Officine Ffs sabato 30 ottobre alle 20.30. Il prestigioso evento, scrive il Municipio in un comunicato stampa, vuole sottolineare e ribadire l’importanza per la città della cattedrale, che con il previsto trasferimento a Castione dello stabilimento industriale “potrà sviluppare un potenziale straordinario diventando il cuore culturale e creativo del nuovo quartiere: uno stabile eccezionale per la sua grandezza, ma anche certamente per la sua valenza storica e simbolica”.

In questo luogo particolarmente suggestivo, il pubblico avrà la possibilità di ascoltare l’Osi con il suo direttore principale Markus Poschner, assieme alla violinista lettone Baiba Skride. Quest’ultima, vincitrice di prestigiosi concorsi e premi internazionali, è particolarmente apprezzata per la maestria e l’eleganza naturale del gesto. Qualità che sapranno valorizzare appieno il concerto per violino di Erich Wolfgang Korngold, compositore austriaco cresciuto sotto gli influssi di Richard Strauss e Gustav Mahler. Dal 1945, quando fu scritto per il celebre violinista Jascha Heifetz, questo meraviglioso brano è entrato nel repertorio di tutti i grandi violinisti fra i quali la stessa Baiba Skride, che ne ha realizzato anche un’incisione discografica. Concluderà il programma una delle sinfonie più popolari di tutti i tempi, la Quinta sinfonia in mi minore, opera amatissima di Piotr Il’ič Čajkovskij, che l’Osi ripropone in una nuova lettura nell’ambito del progetto denominato Tracce-Čajkovskij. Una rilettura sotto la direzione di Markus Poschner, più attenta agli aspetti cameristici e meno incline alla monumentalità tipica della tradizione esecutiva di stampo sovietico.

Biglietti in prevendita a partire da mercoledì 6 ottobre

Considerato il luogo, suggestivo ma che conserverà anche in occasione del concerto il suo aspetto “industriale”, si invita il pubblico per motivi di sicurezza a indossare scarpe senza il tacco. I biglietti saranno in prevendita a partire da mercoledì 6 ottobre sul sito www.osi.swiss. I posti, non numerati, saranno disponibili secondo le seguenti categorie di prezzo: sedie 50 franchi, panche 30 franchi. L’accesso sarà possibile solo esibendo un certificato Covid e presentando all’entrata la carta d’identità. Per bambini e giovani sotto i 16 anni il certificato non è richiesto. L’evento è promosso dalla Città di Bellinzona con il sostegno delle Ffs.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved