PHI Flyers
1
TB Lightning
7
fine
(0-2 : 0-3 : 1-2)
COB Jackets
6
SJ Sharks
4
fine
(1-1 : 2-2 : 3-1)
NY Islanders
1
CHI Blackhawks
2
3. tempo
(0-1 : 1-0 : 0-1)
WIN Jets
5
TOR Leafs
3
2. tempo
(1-1 : 4-2)
EDM Oilers
1
LA Kings
2
2. tempo
(0-1 : 1-1)
VEGAS Knights
CAL Flames
04:00
 
ecco-la-nuova-piazza-pasquei-di-preonzo
Un nuovo punto d'incontro (Ti-Press/Pablo Gianinazzi)
+3
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 ore

Mercatino di Santa Lucia a Massagno

Al via la 37esima edizione sabato 11 dicembre. Coinvolte numerose associazioni locali
Ticino
7 ore

Agricoltura e pandemia: ‘Il settore ha saputo adattarsi’

Si è tenuta ieri la Camera cantonale. Grandi predatori e allevamento intensivo i temi più sentiti
Mendrisiotto
10 ore

Il Mendrisiotto piange Sergio Pescia

Figura del mondo culturale della regione, per trent’anni è stato alla guida del Museo della civiltà contadina di Stabio
Luganese
10 ore

Traffico di droga Italia-Albania-Lugano, 11 arresti

In manette il titolare di una società di trasporto merci con sede in città. Inchiesta condotta con la Divisione criminalità economica di Lugano
Locarnese
10 ore

Alzheimer, si riunisce il gruppo di auto aiuto Locarno

L’appuntamento è per il 9 dicembre nella sede Atte
Locarnese
10 ore

Montedato, concerto d’Avvento

Con il gruppo vocale spontaneo ‘VisagnoCanta’
Locarnese
10 ore

Riazzino, Karl Marx nel XXI secolo

‘Orizzonti filosofici’ ospita Sebastiano Maffettone
Luganese
10 ore

Rave party clandestino fino alle 8 nei boschi di Pura

Allertata la polizia di Lugano arrivata alle 3 quando la musica era spenta, così la pattuglia è rientrata in sede. Notte insonne per molti abitanti
Locarnese
10 ore

Associazione artigiani Vallemaggia, fondi per le bancarelle

Lanciato un appello per raccogliere la cifra che servirà a sostituire le strutture destinate ai mercatini
Bellinzonese
11 ore

Giubiasco, un calendario degli eventi natalizi

Tre appuntamenti organizzati dalla locale Associazione di quartiere e Società dei commercianti
Bellinzonese
11 ore

Film per famiglie in Leventina

Domenica 12 dicembre alle 17 al cinema ad Airolo
Locarnese
11 ore

Losone, modine per la nuova casa comunale

All’albo la domanda di costruzione per il progetto da 13,2 milioni di franchi
Locarnese
11 ore

Riprese locarnesi per il documentario su Patricia Highsmith

La troupe sta girando alla Cà di Ferro di Minusio
Grigioni
11 ore

San Bernardino: due persone ferite in un incidente

Il conducente ha perso il controllo dell’auto uscendo di strada e terminando la corsa in una scarpata
Bellinzonese
15.08.2021 - 14:580
Aggiornamento : 18:56

Ecco la nuova piazza Pasquéi di Preonzo

Il progetto di sistemazione e riqualifica era stato lanciato nel 2016. I platani secolari sono ora attorniati da una pavimentazione in pietra naturale.

«Una piazza bella e funzionale che si presta molto bene a eventi aggregativi». Il capodicastero Territorio e mobilità Simone Gianini è decisamente soddisfatto della nuova piazza Pasquéi di Preonzo: sabato scorso si è infatti tenuta la festa (organizzata dalle Società Riunite di Preonzo) per l’inaugurazione ufficiale di quest’opera alla quale, malgrado la canicola e il periodo vacanziero, hanno partecipato numerose persone, approfittando anche di un aperitivo offerto dalla Città e di una grigliata organizzata appunto dalle società locali. «Finalmente siamo riusciti a svolgere un’inaugurazione di un’opera pubblica dopo un lungo periodo di emergenza sanitaria che ce lo ha impedito. Un segnale, insomma, di un lento ritorno alla normalità», sottolinea il vicesindaco di Bellinzona a ‘laRegione’. Infatti i lavori (costati come previsto 1,8 milioni di franchi) sono terminati già lo scorso dicembre, ma l’inaugurazione è slittata a causa delle restrizioni legate alla pandemia di coronavirus. La giornata di festa ha anche permesso di inaugurare la bibliocabina (voluta fortemente dalla locale associazione dei genitori) già attiva in piazza, in occasione di un mercatino del libro proposto in collaborazione con OndeMedia.

‘Importante il rispetto della storia del paese’

Concretamente, ora la parte verde centrale della piazza caratterizzata da alcuni platani secolari è attorniata da una pavimentazione in pietra naturale: «Un elemento distintivo che raccoglie anche le caratteristiche proprie del luogo», precisa Gianini. Gli interventi hanno dunque riguardato l’arredo urbano, ma anche l’illuminazione e il sistema di canalizzazione. Piazza Pasquéi, così come il nucleo di Preonzo, sono iscritti nell’inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere (Isos). «Per questo motivo era importante che i lavori fossero rispettosi della storia del paese. E il risultato è una piazza degna di questa iscrizione, che funge da luogo d’incontro e di scambio». Vi sono anche stati dei miglioramenti a livello di sicurezza: ad esempio «con la nuova fermata del trasporto pubblico, posizionata sulla strada cantonale, i bus di linea non entrano più nella piazza, dando così la precedenza alla mobilità pedonale e alla vivibilità. Unica eccezione: i bus che portano i ragazzi alle scuole da sud, ma sono solo poche corse».

Un iter progettuale travagliato

Sa da un lato vi è soddisfazione per l’inaugurazione di quest’opera, dall’altro la giornata di sabato ha anche permesso di concludere un «iter progettuale piuttosto travagliato», rileva il vicesindaco. Infatti il progetto era stato presentato nel 2016 dal Municipio di Preonzo: il credito da 1,8 milioni di franchi era poi stato approvato dall’allora Consiglio Comunale nel dicembre dello stesso anno. Tuttavia, come spesso accade per opere di questo genere, erano emerse delle opposizioni. Nel gennaio del 2017 alcuni cittadini avevano infatti inoltrato un ricorso al Consiglio di Stato. Ricorso che era stato parzialmente accolto nel marzo del 2018 (facendo così di fatto decadere un referendum presentato contro il progetto, che era riuscito con 135 firme raccolte): concretamente, il governo cantonale aveva ritenuto che tale opera di urbanizzazione generasse un vantaggio particolare per i confinanti ai sensi della Legge cantonale sui contributi di miglioria. Il prelievo di questi contributi – la cui procedura è ancora in corso (si sta definendo il perimetro entro il quale i cittadini interessati saranno chiamati a pagare per l’abbellimento del comparto) – sono infatti obbligatori per legge in caso di opere di urbanizzazione come questa. Nel luglio del 2018 il Municipio di Bellinzona, che dopo l’aggregazione aveva ripreso questo progetto, aveva quindi licenziato un messaggio che comprendeva anche i contributi di miglioria a carico dei confinanti nella misura del 30% della cosiddetta spesa determinante (ad esempio i lavori di manutenzione, come il rifacimento delle canalizzazioni, non sottostanno al prelevamento dei contributi). Il credito, sempre di 1,8 milioni di franchi, era in seguito stato accolto dal Consiglio comunale all’unanimità nel settembre del 2018.

‘Un segno tangibile di attenzione verso gli ex Comuni’

A dimostrazione di quanto fosse sentito questo passo, vi è il fatto che durante la giornata di sabato sono intervenuti nei discorsi ufficiali, oltre che a Gianini, anche il sindaco di Bellinzona Mario Branda e l’ex sindaco di Preonzo Fabio Pasinetti. Si tratta infatti di «una delle opere fatte proprie dal nuovo Comune di Bellinzona e rappresenta un segno tangibile di attenzione verso gli ex Comuni. Siamo dunque felici di aver terminato questi lavori», conclude il capodicastero Territorio e mobilità che con quello delle opere pubbliche si è occupato della realizzazione.

Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved