Cagliari
Sampdoria
12:30
 
i-posteggi-in-piazza-governo-a-bellinzona-sono-necessari
Tra poco dovrebbe diventare una zona d'incontro a 20 km/h (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Omofobia, denunce per discriminazione. Anche in Ticino

Si riferiscono in particolare a testi e video pubblicati sul web o nel contesto della campagna per l’iniziativa “matrimonio per tutti”
Locarnese
16 ore

Minispettacoli, si parte con ‘Chissadove’ di Scintille

Torna all’Oratorio San Giovanni Bosco di Minusio la rassegna di teatro per ragazzi. Domani il debutto con la compagnia locarnese
Grigioni
17 ore

Bregaglia, collisione frontale fra due macchine

L’incidente è avvenuto all’entrata della galleria situata dopo il valico doganale di Castasegna. Ferito uno dei due conducenti
Locarnese
19 ore

Locarno-Burkina Faso, cooperazione oltre le difficoltà

Da quasi vent’anni Beogo opera sostegno di progetti di cooperazione e sviluppo nello Stato africano, vessato dagli attentati di matrice jihadista
Locarnese
1 gior

Dalle macerie della cappelletta i germogli di un mestiere

A Gordola la ricostruzione del manufatto raso al suolo dalle ruspe nel 2018 è diventata esercizio didattico per gli apprendisti muratori del Cfp Ssic
Bellinzonese
1 gior

Gudo e Castione: presto più sicurezza e nuova ciclopista

Pronto il progetto per l’Isolone, dove l’accesso a chiocciola verso il ponte dello Stradonino permetterà di evitare l’insidiosa rampa
Ticino
1 gior

‘Coi test in azienda si dovrebbero rilasciare certificati Covid’

È la proposta dell’Udc depositata sotto forma di mozione urgente. Si vuole ‘evitare di sovraccaricare le strutture esistenti nel periodo delle vacanze’
Ticino
1 gior

Personale sanitario, licenziate perché non si vogliono testare

È il caso di due collaboratrici della Cinica luganese Moncucco. In Ticino i casi simili sarebbero meno di una decina
Bellinzonese
1 gior

Bene la zona d’incontro, meno il taglio di 10 posti auto

Piazza Governo a Bellinzona: la maggioranza commissionale suggerisce di ridiscutere la questione col Cantone. Dalla minoranza no alla riduzione
Luganese
1 gior

Torricella, il caso scuole non finisce qui

Il Municipio ne discuterà nuovamente, mentre spuntano lettere dei genitori a difesa del maestro
Luganese
1 gior

L’Operazione Macello vince il premio Agustoni

Convince la giuria, il documentario realizzato da Anna Bernasconi per Falò sulla demolizione di un edificio del centro sociale
Gallery
Ticino
1 gior

‘Il riformismo fiscale non deve essere rallentato’

All’assemblea della Camera di commercio è stato ribadita la necessità di ridurre l’aliquota sugli utili delle imprese dall’8 al 5%
Grigioni
1 gior

Museo Moesano, chiusura di stagione con castagnata

Appuntamento per sabato 23 ottobre nel cortile di Palazzo Viscardi
Mendrisiotto
1 gior

La corsia per i Tir è ‘inaccettabile’ anche per Coldrerio

Il Municipio si allinea a Balerna, Novazzano e Mendrisio nel fare muro al progetto dell’Ustra. ‘Peggiorerà la qualità di vita dei cittadini’
Luganese
1 gior

Villa Heleneum, ‘la proposta stimolerà esperienze nuove’

Il Municipio risponde agli interrogativi posti da Aurelio Sargenti (Ps-Pc) sul futuro dell’edificio di Castagnola, che ospiterà il museo Bally
Bellinzonese
1 gior

Cinque storie d’emozione, domani la presentazione a Bellinzona

Sarà l’occasione per scoprire il libro raccontato e scritto da 9 bambini delle scuole di Contone e Monte Carasso
Ticino
1 gior

Ecco dove saranno i radar settimana prossima

I controlli mobili toccheranno sette distretti ticinesi
Ticino
1 gior

I 40 anni da sindacalista di Ambrosetti in un libro

Vania Alleva (Unia): ‘I liberisti criticano il nostro patrimonio, ma in realtà vogliono attaccare i Ccl’
Bellinzonese
 
30.06.2021 - 05:150

I posteggi in Piazza Governo a Bellinzona sono ‘necessari’

Quello degli stalli pubblici è un tema sensibile. Per il vicesindaco Gianini bisogna ‘trovare il giusto equilibrio tra parcheggi, bus e pedoni’.

Piazza Governo a Bellinzona dovrebbe presto diventare una cosiddetta ‘Zona d’incontro a 20 km/h’. Il relativo messaggio municipale sarà trasmesso prossimamente al Consiglio Comunale. «L’obiettivo è quello di rendere più attrattiva la piazza per pedoni ed esercizi pubblici, perdendo il minor numero possibile di parcheggi», spiega a ‘laRegione’ Simone Gianini, capodicastero territorio e mobilità. E proprio quello dei posteggi è un tema che divide: da un lato la tendenza è quella di promuovere sempre di più il trasporto pubblico, dall’altro vi sono in particolare i commercianti che li ritengono essenziali per permettere ai loro clienti di sostare nelle immediate vicinanze dei negozi. Insomma, per alcune persone ve ne sono troppi, mentre per altre troppo pochi. La soluzione? «Bisogna trovare il giusto equilibrio fra visioni che non sempre collimano», afferma il vicesindaco. Insomma il compito, di certo non facile, è quello di trovare la giusta armonia «tra l’offerta di posteggi e quella del trasporto pubblico, senza dimenticare la sicurezza e la vivibilità di un determinato comparto».

Un equilibrio che secondo il Municipio non sarebbe ora garantito con una totale pedonalizzazione (e quindi con la rinuncia a una cinquantina di posteggi) di Piazza Governo, come avevano chiesto in più di un’occasione i Verdi tramite mozione. Mozione che nel maggio del 2020 era stata nuovamente respinta in Consiglio comunale e che aveva sempre raccolto la contrarietà dell’esecutivo cittadino. «Per ora abbiamo deciso di non accogliere la proposta di pedonalizzazione completa della piazza», conferma Gianini. «Tuttavia, nell’ottica di una vivibilità e fruibilità sicura prevediamo di riorganizzarla come zona a 20 km/h». Un progetto che mira ad andare incontro alle diverse esigenze della cittadinanza, con anche l’obiettivo «di favorire la circolazione del trasporto pubblico».

'Bellinzona e Giubiasco sono luoghi sensibili'

Infatti sia il centro di Bellinzona, sia quello di Giubiasco «sono luoghi sensibili per la presenza importante di commerci locali», sottolinea Gianini. E le due associazioni dei commercianti fanno regolarmente notare come «la possibilità di stallo nelle vicinanze sia un atout importante per la loro attività». Anche un sistema di trasporto pubblico efficace e con frequenze elevate può sicuramente essere vantaggioso per commercianti ed esercenti, ma delle alternative sono – secondo le associazioni e il Municipio – ancora necessarie. Bisogna quindi trovare «un equilibrio tra la promozione del trasporto pubblico, così come della mobilità dolce e la libertà di scelta del mezzo di trasporto, a seconda del bisogno concreto, con la conseguente necessità pure di un numero di parcheggi adeguato», ribadisce il capodicastero.

Mancanza di parcheggi a Gorduno, Preonzo e Camorino

La necessità di posteggi, così come la propensione all’utilizzo del trasporto pubblico, variano ovviamente a dipendenza della zona. In questo senso sono in corso gli studi nei vari quartieri preconizzati dal Programma d’azione comunale (Pac) per verificare il fabbisogno di stalli pubblici, considerando ad esempio le attività commerciali presenti nel comparto e il numero di parcheggi già disponibili. E alcune verifiche sono già terminate: «A Gorduno, Preonzo e Camorino è effettivamente risultato che vi è una mancanza di posteggi». Quindi come si sta muovendo il Municipio? «Ci sono diverse possibilità e ci muoveremo su più fronti. Innanzitutto, miriamo in primo luogo a incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico e della mobilità lenta, in particolare quella ciclabile (come la rete ciclabile). Sussidiariamente, prevediamo poi di creare gli stalli necessari, eventualmente riordinando alcune situazioni: a Preonzo prossimamente dovrebbe essere realizzato un nuovo parcheggio pubblico nella zona delle Scuole elementari e stiamo progettando la possibilità di fare lo stesso anche a Gorduno, così come in centro paese a Camorino, come da piano regolatore in approvazione presso il Consiglio di Stato».

Autorizzazioni più restrittive per i funzionari dal 2022

D’altro canto, per dare il buon esempio e venire incontro alle sollecitazioni della cittadinanza, «dal 1° gennaio 2022 verrà implementata una regolamentazione più limitativa per la concessione di autorizzazioni di parcheggio in stalli pubblici ai funzionari». In altre parole il Comune renderà meno attrattivo l’utilizzo di posteggi pubblici da parte dei dipendenti comunali, promuovendo l’utilizzo del trasporto pubblico «anche con incentivi molto interessanti». E questo con lo scopo di «garantire ai cittadini un numero maggiore di parcheggi liberi rispetto a oggi», vista l’attuale situazione di sovraoccupazione degli stalli pubblici «in particolare a Monte Carasso e a Camorino».

E infatti un numero sufficiente di posteggi è specialmente richiesto proprio nelle zone periferiche: rispetto al centro città la frequenza dei bus, pur se molto migliorata rispetto al passato, è meno elevata. «Laddove il potenziale di utenza è ridotto, per una evidente questione di costo del servizio, ci sono anche dei limiti finanziari al potenziamento possibile», spiega Gianini. Tuttavia, «cerchiamo di soddisfare al massimo le esigenze, in particolare dei pendolari, anche nelle zone più discoste: ricordo ad esempio il recente potenziamento in valle Morobbia, così come l’introduzione di una nuova linea che serve anche le zone collinari di Camorino (Vigana) e Sant’Antonino (Paiardi)». Inoltre, «negli ultimi 6 anni c’è stato un massiccio potenziamento generale del nostro trasporto pubblico (su alcune linee l’offerta è stata addirittura triplicata), tanto che prima della pandemia avevamo già quasi raggiunto il raddoppio dei passeggeri trasportati».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved