i-posteggi-in-piazza-governo-a-bellinzona-sono-necessari
Tra poco dovrebbe diventare una zona d'incontro a 20 km/h (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
56 min

Centovalli, il passaggio di consegne slitta

Armando Maggetti, municipale a interim, proseguirà con il proprio mandato fino alla prossima primavera, prima di cedere il testimone a Cristina Tanghetti
Luganese
1 ora

Carabbia, e i lavori nel nucleo e la ‘riqualifica mancata’

Una cinquantina di proprietari criticano il Municipio di Lugano, per gli interventi squalificanti e non vuole pagare gli ‘esosi’ contributi di miglioria
Luganese
4 ore

Lugano, contestato intervento edilizio in via Nassa

C’è un ricorso pendente al Tribunale amministrativo ma i finestroni son già stati posati al numero civico 54 del salotto cittadino
Mendrisiotto
4 ore

Aggregazione, il Distretto prende due strade parallele

Basso e Alto Mendrisiotto si accingono a procedere con studi separati. A seguire Vacallo sono altri quattro Comuni. Novazzano resta indeciso
Ticino
10 ore

Per le cantonali si cerca in tutta l’area progressista

Il Partito socialista ha costituito la Commissione incaricata di trovare i candidati per la doppia tornata elettorale del 2023
Ticino
13 ore

‘Proscioglimento o al massimo pene pecuniarie sospese’

Sono le richieste dei legali di Eduardo Tartaglia e Alfonso Mattei nel processo per il caso Fec-Hottinger in corso al Tpf di Bellinzona
Bellinzonese
13 ore

‘L’aggregazione porta forza progettuale e maggiori competenze’

In vista del voto in Bassa Leventina, intervista a Roland David e Alberto Pellanda coinvolti in prima persona nelle fusioni di Faido e Riviera
Ticino
14 ore

Test superamento livelli: costo, valutazione, logistica...

Sperimentazione in terza media: ecco la proposta di emendamento (sei pagine) del Consiglio di Stato in vista del dibattito parlamentare sul Preventivo
Luganese
14 ore

Incendio allo Speedy Pizza di Massagno, due intossicati

Dopo l’esplosione di due batterie vi è stato un principio d’incendio, domato dai pompieri di Lugano. La polizia scientifica indaga sulle cause
Gallery
Locarnese
14 ore

Il ‘padel-graben’ che divide Sopra e Sottoceneri

La nuova disciplina, affine al tennis, conosce un crescente successo in Ticino. Ma nella nostra regione l’interesse per simili infrastrutture è scarso
Locarnese
15 ore

Ascona, nuovo parco giochi in via Delta

Presentata la domanda di costruzione. Nel frattempo vengono risanate anche le altre dieci aree attrezzate per i bimbi
Ticino
15 ore

Caso India, Biscossa (Ps): ‘Macché burro e ferrovia’

La prima firmataria della petizione che chiedeva lumi al governo respinge le accuse di Gobbi sui dati utilizzati: ‘Manca una risposta soddisfacente’
Locarnese
16 ore

Brione sopra Minusio, calano gli abitanti

Nel corso del 2021 le partenze hanno superato gli arrivi
Luganese
16 ore

Liceo diocesano di Breganzona, aperte le iscrizioni

Serate di presentazione pubblica, tra i percorsi possibili anche quelli per musicisti e sportivi
Luganese
16 ore

Apre il 26 gennaio il Casinò di Campione d’Italia

La sala da gioco riapre i battenti con la formula ‘Tutto in un Touch’
Locarnese
16 ore

Ronco s/Ascona, posteggi gratuiti

Fino al 28 febbraio non si dovranno pagare gli stalli pubblici comunali muniti di parchimetro
Ticino
16 ore

Visita di cortesia del console d’Italia a Lugano

Gabriele Meucci, appena entrato in carica, ha incontrato per la prima volta le autorità cantonali
Locarnese
16 ore

Losone, lavori Ses e interruzione corrente

Il 28 gennaio l’erogazione sarà brevemente sospesa, nel corso del pomeriggio, tra Caraa Servetta e via San Materno
 
30.06.2021 - 05:150

I posteggi in Piazza Governo a Bellinzona sono ‘necessari’

Quello degli stalli pubblici è un tema sensibile. Per il vicesindaco Gianini bisogna ‘trovare il giusto equilibrio tra parcheggi, bus e pedoni’.

Piazza Governo a Bellinzona dovrebbe presto diventare una cosiddetta ‘Zona d’incontro a 20 km/h’. Il relativo messaggio municipale sarà trasmesso prossimamente al Consiglio Comunale. «L’obiettivo è quello di rendere più attrattiva la piazza per pedoni ed esercizi pubblici, perdendo il minor numero possibile di parcheggi», spiega a ‘laRegione’ Simone Gianini, capodicastero territorio e mobilità. E proprio quello dei posteggi è un tema che divide: da un lato la tendenza è quella di promuovere sempre di più il trasporto pubblico, dall’altro vi sono in particolare i commercianti che li ritengono essenziali per permettere ai loro clienti di sostare nelle immediate vicinanze dei negozi. Insomma, per alcune persone ve ne sono troppi, mentre per altre troppo pochi. La soluzione? «Bisogna trovare il giusto equilibrio fra visioni che non sempre collimano», afferma il vicesindaco. Insomma il compito, di certo non facile, è quello di trovare la giusta armonia «tra l’offerta di posteggi e quella del trasporto pubblico, senza dimenticare la sicurezza e la vivibilità di un determinato comparto».

Un equilibrio che secondo il Municipio non sarebbe ora garantito con una totale pedonalizzazione (e quindi con la rinuncia a una cinquantina di posteggi) di Piazza Governo, come avevano chiesto in più di un’occasione i Verdi tramite mozione. Mozione che nel maggio del 2020 era stata nuovamente respinta in Consiglio comunale e che aveva sempre raccolto la contrarietà dell’esecutivo cittadino. «Per ora abbiamo deciso di non accogliere la proposta di pedonalizzazione completa della piazza», conferma Gianini. «Tuttavia, nell’ottica di una vivibilità e fruibilità sicura prevediamo di riorganizzarla come zona a 20 km/h». Un progetto che mira ad andare incontro alle diverse esigenze della cittadinanza, con anche l’obiettivo «di favorire la circolazione del trasporto pubblico».

'Bellinzona e Giubiasco sono luoghi sensibili'

Infatti sia il centro di Bellinzona, sia quello di Giubiasco «sono luoghi sensibili per la presenza importante di commerci locali», sottolinea Gianini. E le due associazioni dei commercianti fanno regolarmente notare come «la possibilità di stallo nelle vicinanze sia un atout importante per la loro attività». Anche un sistema di trasporto pubblico efficace e con frequenze elevate può sicuramente essere vantaggioso per commercianti ed esercenti, ma delle alternative sono – secondo le associazioni e il Municipio – ancora necessarie. Bisogna quindi trovare «un equilibrio tra la promozione del trasporto pubblico, così come della mobilità dolce e la libertà di scelta del mezzo di trasporto, a seconda del bisogno concreto, con la conseguente necessità pure di un numero di parcheggi adeguato», ribadisce il capodicastero.

Mancanza di parcheggi a Gorduno, Preonzo e Camorino

La necessità di posteggi, così come la propensione all’utilizzo del trasporto pubblico, variano ovviamente a dipendenza della zona. In questo senso sono in corso gli studi nei vari quartieri preconizzati dal Programma d’azione comunale (Pac) per verificare il fabbisogno di stalli pubblici, considerando ad esempio le attività commerciali presenti nel comparto e il numero di parcheggi già disponibili. E alcune verifiche sono già terminate: «A Gorduno, Preonzo e Camorino è effettivamente risultato che vi è una mancanza di posteggi». Quindi come si sta muovendo il Municipio? «Ci sono diverse possibilità e ci muoveremo su più fronti. Innanzitutto, miriamo in primo luogo a incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico e della mobilità lenta, in particolare quella ciclabile (come la rete ciclabile). Sussidiariamente, prevediamo poi di creare gli stalli necessari, eventualmente riordinando alcune situazioni: a Preonzo prossimamente dovrebbe essere realizzato un nuovo parcheggio pubblico nella zona delle Scuole elementari e stiamo progettando la possibilità di fare lo stesso anche a Gorduno, così come in centro paese a Camorino, come da piano regolatore in approvazione presso il Consiglio di Stato».

Autorizzazioni più restrittive per i funzionari dal 2022

D’altro canto, per dare il buon esempio e venire incontro alle sollecitazioni della cittadinanza, «dal 1° gennaio 2022 verrà implementata una regolamentazione più limitativa per la concessione di autorizzazioni di parcheggio in stalli pubblici ai funzionari». In altre parole il Comune renderà meno attrattivo l’utilizzo di posteggi pubblici da parte dei dipendenti comunali, promuovendo l’utilizzo del trasporto pubblico «anche con incentivi molto interessanti». E questo con lo scopo di «garantire ai cittadini un numero maggiore di parcheggi liberi rispetto a oggi», vista l’attuale situazione di sovraoccupazione degli stalli pubblici «in particolare a Monte Carasso e a Camorino».

E infatti un numero sufficiente di posteggi è specialmente richiesto proprio nelle zone periferiche: rispetto al centro città la frequenza dei bus, pur se molto migliorata rispetto al passato, è meno elevata. «Laddove il potenziale di utenza è ridotto, per una evidente questione di costo del servizio, ci sono anche dei limiti finanziari al potenziamento possibile», spiega Gianini. Tuttavia, «cerchiamo di soddisfare al massimo le esigenze, in particolare dei pendolari, anche nelle zone più discoste: ricordo ad esempio il recente potenziamento in valle Morobbia, così come l’introduzione di una nuova linea che serve anche le zone collinari di Camorino (Vigana) e Sant’Antonino (Paiardi)». Inoltre, «negli ultimi 6 anni c’è stato un massiccio potenziamento generale del nostro trasporto pubblico (su alcune linee l’offerta è stata addirittura triplicata), tanto che prima della pandemia avevamo già quasi raggiunto il raddoppio dei passeggeri trasportati».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved