serravalle-un-sentiero-interattivo-fra-natura-e-storia
Il punto panoramico di Ladrigo
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
3 ore

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
12 ore

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
Luganese
13 ore

Pubblicata la nuova edizione de ‘Il Cantonetto’

Nel numero di giugno, un omaggio allo scrittore Mario Agliati nel centenario della nascita. Altro tributo di rilievo, quello al pittore Pietro Salati
Luganese
13 ore

Lugano, un gesto solidale a chi è meno fortunato

In occasione dei suoi 60 anni, il direttore dell’Hotel Pestalozzi Luciano Fadani ha devoluto alla G.I.C.A.M. l’incasso dell’aperitivo
Ticino
13 ore

L’Ispettorato del lavoro sanziona l’‘operazione TiSin’

L’autorità contesta a un’azienda la legittimità del contratto stipulato insieme al sedicente sindacato leghista per aggirare il salario minimo
Grigioni
13 ore

Donazione di sangue a Roveredo

Mercoledì 6 luglio dalle 16.30 alle 19.30 al Centro regionale dei servizi
Bellinzonese
14 ore

Luca Decarli presidente del Rotary Club Bellinzona

Succede ad Alessandra Alberti
Locarnese
14 ore

Giallo di Solduno, indagini a tutto campo

Per la morte del 25enne, rinvenuto senza vita e con una ferita al volto dopo diversi giorni, gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi
Bellinzonese
14 ore

Piazza ex Mercato, un ‘sentiero’ in granito verso Palazzo civico

La riqualifica dell’area a Bellinzona è sul tavolo dell’Ufficio dei beni culturali. L’intenzione è di presentare un messaggio municipale entro fine anno
Ticino
15 ore

L’Ocst: ‘No a un’altra riduzione delle rendite pensionistiche’

L’Organizzazione cristiano sociale chiede che inizi subito una trattativa con il governo per concordare una soluzione che mantenga l’attuale livello
Luganese
15 ore

Lugano, una spiaggetta in ghiaia lungo Riva Caccia

Mozione interpartitica chiede di riqualificare e rendere accessibile il lago a favore della cittadinanza, piante acquatiche e pesci
Locarnese
15 ore

Pilates estivo a Muralto e vacanze al mare per over 60

Le proposte estive di Pro Senectute Ticino e Moesano. Iscrizioni obbligatorie
Mendrisiotto
15 ore

Il ‘caso TiSin’ finisce in Pretura per mano di una lavoratrice

Licenziata per non aver firmato il contratto, l’ex dipendente di una ditta di Stabio reagisce al licenziamento e fa causa al datore di lavoro
Locarnese
15 ore

Locarno, il valore economico della competenza linguistica

Alla Biblioteca cantonale martedì prossimo un incontro sull’importanza della lingua
Mendrisiotto
15 ore

Riva e le aree a lago, la pianificazione è un ‘tema prioritario’

Lo spiega il Municipio, sollecitato da un’interpellanza. Verrà organizzata una serata pubblica per presentare la variante pianificatoria
Locarnese
15 ore

Maggia, lunedì l’Assembla della Parrocchia

Ritrovo alle 20, nella sala della Fondazione San Maurizio
19.06.2021 - 12:35

Serravalle, un sentiero interattivo fra natura e storia

Il progetto 'Salamandra Vagabonda' partirà la prossima primavera e permetterà di scoprire le ricchezze del territorio delle frazioni di Ludiano e Semione

Un percorso circolare interattivo con diverse postazioni dove è possibile informarsi o svolgere attività legate al bosco e alla storia di Ludiano e Semione, frazioni del Comune di Serravalle. Verosimilmente dalla prossima primavera, turisti, famiglie e qualsiasi persona interessata potranno avventurarsi in questo sentiero tematico. Infatti, il progetto ‘Salamandra Vagabonda’ – questo anfibio è stato scelto come mascotte, vista la sua diffusa presenza sul territorio – prima di prendere il via deve ancora concludere il lungo iter burocratico già avviato (ricerca fondi, permessi di costruzione, eventuali ricorsi e opposizioni, e così via). L’iniziativa mostra in ogni caso come ci sia la volontà di valorizzare la regione: «Questo percorso è già oggi molto interessante e abbiamo quindi pensato di proporre anche delle attività che invitano a scoprire le ricchezze che offre il nostro territorio», sottolinea a ‘laRegione’ Dario Cittadini, presidente dell’associazione degli Amici di Selvapiana che collabora al progetto promosso inizialmente dall’associazione Libera il Libro Serravalle.

Fili a sbalzo in miniatura

Una delle otto postazioni è prevista al punto panoramico di Ladrigo, sopra Ludiano e nei pressi del villaggio oggi disabitato di Selvapiana (nel 1800 vi abitavano ancora circa 70 persone, ma negli ultimi decenni del 1900 se ne sono andati tutti). La sistemazione di questo luogo era già prevista nell’ambito del progetto promosso dell’associazione di cui Cittadini è presidente che mira a «valorizzare il nucleo di Selvapiana e i suoi dintorni». In seguito è così intervenuta l’associazione Libera il Libro Serravalle che ha voluto inserire questo luogo come una delle tappe del sentiero tematico. Postazione dove è anche prevista la riproduzione in miniatura di un filo a sbalzo (funi alle quale si attaccava materiale da far scorrere fino a valle) con la quale potranno cimentarsi in particolare i bambini. Saranno inoltre posati pannelli informativi che spiegano l’esatto funzionamento di questo mezzo di trasporto. «Questo luogo era il punto di arrivo di molti fili a sbalzo che venivano utilizzati per trasportare legname o fieno. Da qui poi partiva un altro filo verso il Piano», spiega Cittadini. Siccome si tratta di un punto panoramico, l’intenzione è anche quella di costruire una piattaforma che sporge dalla roccia per permettere ai visitatori di beneficiare in modo migliore del panorama. 

Raccolta fondi per la piattaforma panoramica

Quest’ultima è la postazione più onerosa dal punto di vista finanziario ed è quindi stata avviata una raccolta fondi tramite il sito eroilocali.ch: la soglia minima per realizzare la postazione è di 5’500 franchi (taglio alberi e messa in sicurezza), mentre per costruire anche la piattaforma dalla quale si potrà ammirare la bassa valle di Blenio saranno necessari 21’500 franchi. Il resto del progetto ‘Salamandra Vagabonda’ sarà invece «finanziato grazie a contributi del Comune di Serravalle, dell’Ente regionale di sviluppo Bellinzonese e Valli, di alcuni sponsor e attraverso collaborazioni con l’Organizzazione turistica regionale, la Fondazione alpina per le scienze della vita di Olivone, dei Patriziati e altri enti». Vi è anche l’intenzione di coinvolgere aziende della zona, ad esempio per realizzare giochi, attrezzature o sculture sul percorso. «Stiamo contattando tutti i possibili sostenitori», sottolinea Cittadini.

Fra stagni, muri a secco e vigneti

Nelle altre postazioni, oltre all’installazione di diverse panchine e di pannelli informativi – con codici Qr che permettono di ottenere grazie al proprio smartphone informazioni supplementari, sempre aggiornate, e di caricare su internet foto inerenti al progetto –, sono poi previste altre attività interessanti: nella zona dell’acquedotto comunale si potrà vivere esperienze legate all’acqua; un’altra postazione prevede la possibilità di costruire piccoli muri a secco; nei pressi di tre stagni sarà possibile osservare un biotopo (in questo caso vi sarà una collaborazione con le Scuole elementari di Malvaglia nell’ambito del materiale didattico messo a disposizione); in un altro punto panoramico saranno installati un cannocchiale e una vecchia foto di Ludiano di inizio 1900 dove si potrà osservare come si è sviluppato il paese. Il sentiero didattico passerà poi dal nucleo caratteristico di Scarp (dove vi è anche un agriturismo con il quale i promotori vorrebbero collaborare), dal Castello di Serravalle e dalla zona dei Ronchi, dove vi sono dei vigneti in mezzo a sassi molto particolari. La lunghezza del percorso è di 6,5 chilometri, con partenza e arrivo a Ludiano.

Recupero e valorizzazione di Selvapiana

È pure in corso il progetto di recupero e valorizzazione dell’antico villaggio di Selvapiana: «Abbiamo già ricevuto la licenza edilizia per sistemare la mulattiera che sale da Ludiano», afferma Cittadini. È inoltre prevista «la realizzazione di quattro selve castanili attorno al nucleo, il rifacimento del tetto in piode della chiesa e di un altro edificio, la sistemazione del sentiero che attraversa il nucleo, così come il recupero di territorio agricolo che comprende anche il rifacimento di muri a secco e il taglio di alcuni alberi. Speriamo inoltre che, su iniziativa di privati, si riesca a riattare qualche rustico». Intanto, il 25 luglio è prevista la tradizionale festa di San Giacomo, durante la quale sarà possibile effettuare una visita guidata del nucleo storico di Selvapiana e recarsi al punto panoramico di Ladrigo.

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved