rinvio-del-cafe-du-parc-costi-per-la-realizzazione-lievitati
L'ipotesi di Café di Parc come ideata dal progettista (Fiorini architetti Bellinzona)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 min

Finiscono le vacanze, ricominciano le colonne al Gottardo

Il rientro dal ponte dell’Ascensione sta causando colonne fino a 11km fra Faido e Airolo con tempi di attesa intorno alle 2 ore
Locarnese
40 min

Monte Verità, presentazione libraria

Martedì alle 18.30 sarà illustrato il romanzo storico di Mattia Bertoldi ‘Il coraggio di Lilly’
Mendrisiotto
53 min

Il Plr di Mendrisio si riunisce in assemblea

Tempo di bilanci per la Sezione locale. In programma le relazioni del sindaco e dei municipali
Mendrisiotto
1 ora

Il racconto della mafia negli occhi delle donne

A Vacallo va in scena uno spettacolo di teatro-canzone nel trentesimo delle stragi di Capaci e via D’Amelio a Palermo
Luganese
18 ore

Incidente con un ferito a Bioggio

Stando alle prime informazioni il conducente di una Range Rover immatricolata in Ticino, per cause da stabilire, è rimasto ferito in modo, pare, non grave
Luganese
18 ore

In sella, un anno dopo: il Molino torna in strada a Lugano

Una ‘critical mass’ in bicicletta ha preso il via oggi pomeriggio percorrendo le strade della città per concludersi nel prato dietro l’ex Macello
Mendrisiotto
1 gior

Assolti i due assistenti di cura della casa anziani di Balerna

I due ex assistenti di cura, secondo la Corte d’appello, non hanno maltrattato gli anziani ospiti. Saranno indennizzati per il torto morale subìto
Ticino
1 gior

Targhe, Dadò: ‘O con il nostro rapporto, o pronti alle urne’

La proposta del Plr sulle imposte di circolazione non scalfisce il Ppd. Intanto l’Udc è pronta all’iniziativa per abolire la tassa di collegamento
Luganese
1 gior

Autogestione, un quarto di secolo finito in ‘Macerie’

La storia dell’esperienza raccontata dai protagonisti nel podcast coordinato da Olmo Cerri: ‘Uno spazio di libertà che si è rivelato fondamentale’
Luganese
1 gior

Il ‘risarcimento? Quegli oggetti non avrebbero dovuto esserci’

Il sindaco Michele Foletti non si scompone in attesa della decisione della Crp e riprenderebbe le stesse decisioni adottate nel maggio scorso
01.06.2021 - 17:19
Aggiornamento : 18:34

Rinvio del Café du Parc: 'costi per la realizzazione lievitati?'

Con un'interpellanza il Ppd di Bellinzona chiede lumi sulla decisione del Municipio di procrastinare l'avvio del cantiere per la tappa fulcro del Parco urbano

La decisione del Municipio di procrastinare quanto meno all'anno prossimo l'avvio del cantiere per la realizzazione del Café du Parc al Parco urbano di Bellinzona lascia perplessi i consiglieri comunali per il Ppd Paolo Locatelli e Gabriele Pedroni. Che tramite un'interpellanza formulano una serie di domande e considerazioni in merito al rinvio dell'opera fulcro prevista all'ex campo militare. Un rinvio annunciato sulle colonne della 'Regione' dal capodicastero Opere pubbliche Henrik Bang e dovuto a due elementi: da una parte i sorpassi di spesa per 5 milioni registrati allo Stadio cittadino, al Policentro della Morobbia e all’Oratorio di Giubiasco; dall’altra la crisi pandemica che sta pesantemente incidendo sulle casse cittadine, come si è visto col Preventivo 2021 (disavanzo di 8 milioni) e col Consuntivo 2020 reso noto nelle scorse settimane (altri 7 milioni). Per il piccolo ma accattivante snack bar, l'Esecutivo predica dunque cautela in attesa di accertamenti avviati riguardo al costo delle singole parti del Café du Parc e in attesa della cosiddetta 'spending review' che in autunno darà indicazioni su quali eventuali correttivi implementare nel Preventivo 2022, giudicando peraltro l'opera non strettamente indispensabile.

Un'indicazione che per i consiglieri popolari democratici “sconfessa l’impostazione politica tanto declamata per la realizzazione dell’intero Parco urbano”. Dal verbale della seduta del 30 giugno 2020 nel corso della quale sono stati approvati i crediti (1,4 milioni di franchi per il Café du Parc e 1,9 milioni per la seconda tappa, una grande fontana dotata di giochi d’acqua e nuova illuminazione dell’area multifunzionale con i lavori che dovrebbero iniziare in questi giorni per la durata di due/tre mesi), “emerge infatti chiaramente come da più parti fosse stato energicamente sostenuto che la fase 2 ed il Café du Parc dovessero marciare a braccetto”, sottolineano Locatelli e Pedroni. Un altro elemento che lascia perplessi i popolari democratici è “la metodologia, già proposta anche in altre opere del recente passato, di presentare grandi progetti, ‘spacchettandoli’ in più messaggi municipali e proponendone la concretizzazione attraverso la suddivisione in più fasi realizzative”. Un modus operandi che secondo gli interpellanti “non risponde di certo ai requisiti di chiarezza e trasparenza. A quanto potrebbe ammontare – domandano gli interpellanti – l’aumento dei costi con la separata tempistica delle due opere (installazione cantiere e altro)?”. E ancora: “I costi preventivati per la realizzazione del Café du Parc sono nel frattempo lievitati rispetto al credito approvato l’anno scorso in Consiglio comunale?”. Al Municipio si chiede inoltre quanto si è speso complessivamente fino ad oggi, e in quale consuntivo sono riportate le spese effettuate previste dai crediti approvati dal Consiglio comunale. “Troppo spesso – si legge ancora nell'interpellanza – ci si è ritrovati infatti a porci domande del tipo, tutte le opere contenute nei singoli messaggi municipali sono state eseguite?” Un terzo aspetto che non è andato giù al Ppd è la modalità di comunicazione del rinvio del cantiere del Café du Parc. “Per quale motivo non si è proceduto alla preventiva informazione alla commissione della Gestione e/o alla commissione Edilizia?”. 

Leggi anche:

Bellinzona, cantiere al via ma senza Café du Parc

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona café du parc interpellanza parco urbano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved