ok-al-semisvincolo-di-bellinzona-lavori-al-via-in-settembre
Come sarà nel 2025 il nuovo accesso veicolare autostradale di Bellinzona da e per sud
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
21 min

Lugano, verso l'estensione delle zone 30 in centro

Il Municipio ha dato mandato a uno studio d'ingegneria esterno per analizzare l'ipotesi e il tema stato discusso dalla Commissione della mobilità
Mendrisiotto
1 ora

Castel San Pietro, la sagra della zucca non ci sarà

Il comitato ha deciso di annullare l'edizione di ottobre perché la situazione sanitaria non è ancora stabile
Ticino
22 ore

Lunghe colonne verso sud, disagi a Brogeda e al San Gottardo

Nel corso della mattinata il serpentone di auto ha più volte superato lo svincolo di Mendrisio
Ticino
1 gior

Pioggia senza fine, acque sott’occhio

Della Bruna: ancora precipitazioni ma meno intense di quelle degli scorsi giorni
Luganese
1 gior

Assemblea Flp, si valuta l’istanza in Pretura

L'ipotesi civile è sul tavolo dopo l'ultima movimentata assemblea di giugno, sfociata nelle dimissioni a sorpresa del presidente del Cda Stefano Soldati
Locarnese
1 gior

Verzasca, un uovo di Colombo a forma di bus (elettrico)

Dopo la fase test torna a ottobre per due anni, come progetto pilota nazionale, il Verzasca Express: servizio capillare “on demand” a impatto zero
Bellinzonese
1 gior

Funghi velenosi, attenzione agli ‘esperti’ online

Il problema delle 'consulenze' su Facebook. Il presidente della Vapko avverte: 'Attenzione, pratica molto pericolosa, il fungo dev'essere visto dal vivo'
Luganese
1 gior

Violenza domestica, a Lugano 394 interventi nel 2020

Il Municipio intende continuare a monitorare il fenomeno. Negli ultimi due anni nessun caso segnalato di discriminazione razziale o religiosa
Luganese
1 gior

Lugano, annunciati fischi a Valenzano per il Primo agosto

Il collettivo ‘T'aspetto fuori’ organizza ‘Cifola l'Aida’, gara di fischi in segno di protesta contro la capodicastero Sicurezza che terrà l'allocuzione
Ticino
1 gior

'Meglio persuadere che obbligare: vaccinarsi serve!'

L'appello dei cinque deputati del Plr membri della commissione parlamentare 'Sanità e sicurezza sociale'
Ticino
1 gior

Il ‘no’ all’accordo quadro: quali conseguenze per i consumatori?

L’editoriale della rivista ‘La borsa della spesa’ di agosto parlerà di una possibile maggiore pressione sui prezzi in Svizzera
Mendrisiotto
1 gior

Acqua a Breggia, ‘Vi chiediamo ancora un po' di pazienza’

I danni alle infrastrutture dell'Azienda acqua potabile sono stati importanti. L'acqua continua a non essere potabile
Ticino
1 gior

Ecco i radar della prossima settimana

La prima settimana di agosto vedrà il Mendrisiotto "risparmiato" dai controlli elettronici della velocità
Ticino
1 gior

Nel weekend ci risiamo con la pioggia. Ma sarà più breve

Meteosvizzera preannuncia abbondanti precipitazioni, oltre 50-70mm, fra sabato sera e domenica mattina con baricentro fra Ticino Orientale e Alta Engadina
Processo
1 gior

Lugano, palpeggiò bimbo di 9 anni: 52enne condannato

Dodici mesi sospesi di pena. Inoltre, all'uomo è stato interdetto a vita lo svolgimento di professioni che prevedano il contatto con minori
Locarnese
1 gior

Brissago espone le opere del pittore di casa Pietro Tiboni

La mostra al Palazzo Branca-Baccalà resterà aperta fino al prossimo 28 agosto
Bellinzonese
04.03.2021 - 12:290
Aggiornamento : 19:44

Ok al semisvincolo di Bellinzona: lavori al via in settembre

Evasi i ricorsi e ritirato l'ultimo ancora pendente, ora anche la parte di competenza cantonale è cresciuta in giudicato. Come cambierà la viabilità in città

Ultimo ricorso ritirato e perciò, dopo Berna, anche a Bellinzona diventa definitivo il progetto per la realizzazione del semisvincolo autostradale che rivoluzionerà l’entrata e l’uscita veicolare alla Turrita da e per sud lungo via Tatti. Il Consiglio di Stato oggi comunica infatti che è cresciuta in giudicato pure la parte cantonale del progetto, oltre a quella federale. Entrambe, ricordiamo, erano state oggetto di ricorsi. Conseguenza: “L’esecutività delle due decisioni di approvazione, federale e cantonale, consentirà di dare avvio ai lavori previsti a partire dal settembre 2021 e fino a inizio 2025, con un costo preventivato di 65 milioni di franchi”. Il semisvincolo – ricorda il Dipartimento del territorio in un comunicato – è l’opera principale del Piano dei trasporti del Bellinzonese, nonché dei Programmi di agglomerato del Bellinzonese di seconda e terza generazione (PAB2 e PAB3): “Esso permetterà di sgravare in modo sensibile il traffico dell’agglomerato a sud di Bellinzona, dimezzando nel contempo i tempi di percorrenza di accesso alla Città. Trasporto pubblico e mobilità lenta potranno quindi essere valorizzati grazie alle migliorate condizioni di sicurezza, nonché alla messa in atto della politica selettiva dei posteggi nel centro cittadino”.  

La principale opera viaria

In concreto, ricordiamo, l’opera prevede la costruzione di rampe d’accesso all’autostrada da e verso sud, la realizzazione di una rotonda sopraelevata, l’adeguamento di via Tatti con doppia corsia per senso di marcia e una quinta corsia di preselezione e preferenziale per bus, l’integramento di ripari fonici in calcestruzzo con una parte vetrata, impianti semaforici con priorità per il trasporto pubblico, un posteggio d’attestamento di superficie (dietro l’Arti e mestieri) dimensionato per cinquecento posti e raccordi ciclopedonali attorno a via Tatti con, in particolare, la passerella ciclopedonale tra Bellinzona e Monte Carasso (già realizzata nel 2011). È inoltre prevista una nuova passerella ciclopedonale tra Bellinzona e Carasso, in corrispondenza dell’ex ponte della Torretta, il cui cantiere dovrebbe iniziare il prossimo autunno.

Comparto centrale: progetto entro l'estate

Collegate al semisvincolo e alle opere appena elencate, ma per taluni punti anche a prescindere da esse, a breve-medio termine si prevede l’implementazione di una serie di altre novità viarie. Con la realizzazione anche della passerella della Torretta – premette anzitutto il municipale Simone Gianini, capodicastero Territorio e mobilità nonché presidente della Commissione regionale dei trasporti – si andrà anzitutto a completare l’anello ciclo-pedonale preposto a collegare il centro cittadino alla sponda destra attraverso la golena, grazie anche a un nuovo collegamento di mobilità dolce previsto al piede di via Tatti verso via Chicherio. Un passo ulteriore è rappresentato dalla modifica dei flussi di traffico nel comparto urbano centrale: entro l’estate il Cantone pubblicherà i piani che comprenderanno la chiusura al traffico veicolare di via Orico, la conseguente possibilità di svoltare a sinistra da via Motta su viale Franscini per i veicoli che giungono dalla rotonda del Portone, senza più però la facoltà di raggiungere piazza Governo da via Ghiringhelli ma solo, altra novità, dalla già rinnovata via Jauch che verrà aperta nei due sensi. Dal canto loro i bus del Trasporto pubblico in uscita da questo comparto eviteranno il traffico e s’immetteranno su via Motta usando vicolo Sottocorte, oggi impraticabile essendo a fondo cieco. In questo ambito, annota Simone Gianini, «alcuni compiti sono di competenza comunale, mi riferisco all’introduzione in piazza Governo della cosiddetta Zona d’incontro con limite di velocità a 20 km/h e precedenza assoluta ai pedoni, questo partendo da piazza Indipendenza e includendo via Dogana, via Bonzanigo e la piazza del Teatro Sociale. Il messaggio municipale è in fase di allestimento». Non da ultimo, di competenza cantonale è anche l’aggiornamento dell’intero impianto semaforico lungo il tratto di strada principale fra Giubiasco e Pratocarasso; la centrale di gestione troverà posto nella sede della Polizia cittadina.

Qualità ai lati di via Tatti fra edifici e fruibilità pubblica

Un altro capitolo che vede coinvolta la Città di Bellinzona riguarda la possibilità edificatoria ai lati della futura via Tatti: alla fine, ricordiamo, il Tribunale federale decidendo su alcuni ricorsi non ha riconosciuto la possibilità di ampliare l’area edificabile, consentendo nuove costruzioni solo laddove già possibile in base al Piano regolatore. Un’unica concessione ha riguardato una porzione di 9’000 metri quadrati situata nelle immediate vicinanze del Business Center. «Come previsto nel Programma di azione comunale – informa il capodicastero – s’intende lanciare uno studio di fattibilità urbanistico che immagini una pianificazione di questa porzione coerente sia con il vicino posteggio di attestamento, che il Cantone intenderebbe interrare, sia con le adiacenze, in particolare il parco golenale. Il tutto nel rispetto della decisione del Tribunale federale e orientato ad assicurare una qualità non solo urbanistica ma soprattutto di fruibilità pubblica per l’ampia parte non edificabile, compreso il collegamento pedonale lungo il riale Dragnato la cui passerella è previsto che verrà rinnovata e prolungata in direzione di via Ghiringhelli».

Guarda le 2 immagini
© Regiopress, All rights reserved