ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
6 min

Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani

Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
6 min

Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’

L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
Locarnese
7 min

Muralto, dal ‘Vangelo secondo Harry Potter’

Al Centro Evangelico una tavola rotonda propone una lettura delle tematiche spirituali presenti nel ciclo del noto personaggio
Mendrisiotto
7 min

Cinque Comuni del Mendrisiotto pensano al tutor di comunità

Avviata la formazione di una nuova figura di operatore sociale da parte di Morbio Inferiore, Vacallo, Breggia, Castel San Pietro e Balerna
Locarnese
12 min

Energie rinnovabili, ‘il Municipio che intenzioni ha?’

Interpellanza del Gruppo Plr e Verdi liberali di Gordola sulla possibilità di sfruttare incentivi federali per fotovoltaico e mobilità elettrica
Mendrisiotto
15 min

Il Basso Mendrisiotto prende tempo per studiare le opportunità

Entro fine ottobre i Comuni interessati dovranno decidere se partecipare o meno a un possibile studio aggregativo
Grigioni
35 min

Porte aperte all’alambicco regionale del Moesano

Appuntamento per sabato 8 ottobre dalle 11 alle 15 vicino al magazzino comunale ed ecopiazza a Roveredo
Bellinzonese
45 min

Visita in cioccolateria con l’Atte Leventina

Mercoledì 12 ottobre è in programma una visita alla Chocolat Stella di Giubiasco
Luganese
52 min

Il direttore di scuola media fa sapere che vuole collaborare

Dopo l’incontro fra le famiglie e le istituzioni permangono molte domande, e tanta rabbia, dopo l’arresto del 39enne luganese
04.02.2021 - 16:52
Aggiornamento: 19:49

Assembramenti: sigilli al Bar Indipendenza di Bellinzona

La Polizia cantonale è intervenuta su incarico del Medico cantonale. Il gerente si sente discriminato e intende ricorrere

assembramenti-sigilli-al-bar-indipendenza-di-bellinzona
Bar Indipendenza inaccessibile da questo pomeriggio fino al 28 febbraio (Regione)

L'Ufficio del medico cantonale ha intimato sino a fine febbraio la chiusura del Bar Indipendenza di Bellinzona a causa dell'eccessivo assembramento nelle sue immediate vicinanze da parte della clientela che consuma pasti e bevande acquistati al take away organizzato dal gerente. Lo riferisce il 'Cdt online' rilevando che la Polizia cantonale è intervenuta oggi verso le 13. Il provvedimento è stato adottato sulla base di diverse segnalazioni; le ultime in ordine di tempo concernevano la situazione ravvisata durante il mercato cittadino di sabato mattina; inoltre a metà gennaio con un'interpellanza i consiglieri comunali leghisti Manuel Donati e Luca Madonna ritenevano “necessario che la Polizia comunale si impegni a sorvegliare le zone e le situazioni più a rischio. In particolare sulla parte finale di via Camminata che sfocia su piazza Indipendenza. Sovente il numero di persone presenti è ben superiore a quanto le norme (e anche il buon senso) consentono”.

Interpellato dalla 'Regione' l'Ufficio del medico cantonale ribadisce che al gerente spetta anche il compito, oltre che di predisporre il corretto servizio take away, anche di vigilare affinché la clientela non formi assembramenti irrispettosi della richiesta distanza sociale. Sentito dal Cdt, il gerente Felice Lepore dichiara di voler interporre ricorso per tre motivi: da una parte considerando il suo concreto e costante impegno nel sensibilizzare gli utenti al rispetto delle regole; dall'altro sentendosi discriminato visto che nella medesima zona anche la clientela di altri esercizi pubblici genererebbe assembramenti; infine per aver predisposto il servizio e l'area esterna come richiesto dalle autorità. Riguardo ad altri possibili interventi nel centro cittadino l'Ufficio del medico cantonale non si è sbilanciato, lasciando intendere che verifiche sono sempre in corso.

Il Dipartimento delle istituzioni richiama tutti al rispetto delle regole

In una nota odierna il Dipartimento istituzioni, confrontato con parecchie sollecitazioni giunte dai centri urbani e dalle regioni più periferiche, sollecita i gerenti e l'utenza a rispettare e a far rispettare le regole. Lo fa ribadendo che l’ordinanza federale stabilisce indicazioni precise e restrittive: “Nel limite delle possibilità di cui dispone, il gestore deve prevedere nel suo piano di protezione anche misure volte a evitare assembramenti di persone all’ingresso della struttura. È vietato predisporre possibilità di consumare i prodotti in piedi o seduti nelle adiacenze; è permesso soltanto l’acquisto di cibi e bevande”. Le limitazioni imposte a livello federale toccano pure eventuali manifestazioni di carattere gastronomico legate ai Carnevali. In questo senso il Dipartimento delle istituzioni, qualora le società intendessero farsi promotrici di iniziative puntuali, invita le stesse a collaborare con i ristoranti che potrebbero preparare i risotti “del Carnevale” da vendere in forma di asporto. 

Leggi anche:

Take away, 'come agisce la PolCom in caso di assembramenti?'

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved