bellinzona-verdi-mps-e-forum-alternativo-corrono-a-braccetto
Lorenza Giorla, Marco Noi e Giuseppe Sergi (Ti-Press/D.Agosta)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
2 ore

Coronavirus, giornate di vaccinazione per adolescenti

Finora circa 500 ragazzi tra i 16 e i 17 anni si sono annunciati per ricevere il vaccino
Ticino
3 ore

Covid, 3 positivi in Ticino nelle ultime 24 ore

Nessuna nuova vittima e nel cantone rimane un solo paziente ricoverato per il coronavirus
Ticino
7 ore

Doppia denuncia al Ministero pubblico per Philipp Plein

Segnalato lo stilista tedesco con base a Lugano per presunta violazione alla Legge sul lavoro, amministrazione infedele e falsità in documenti
Video
Luganese
7 ore

Ex Macello: ‘Un tetto si smonta a mano, non con le ruspe’

Mentre un video mostra l'intervento del paker sulle pareti, desta perplessità anche la preparazione dell'intervento
Ticino
15 ore

Il confine tra molestia e complimento

Il sessismo si nasconde anche tra le parole e gli apprezzamenti non desiderati
Locarnese
16 ore

Sull'Hangar 1 si pianifica, sulla 'stufa' si riflette

Aeroporto di Locarno, a distanza di parecchi anni ancora non sono iniziati i lavori di rifacimento. Il Cantone rassicura: 'non l'abbiamo dimenticato in un cassetto'
Grigioni
17 ore

'Verdabbio non aveva terreni agricoli, da qui si passava per forza'

Terminati i lavori di conservazione finalizzati a risanare l'antica mulattiera e cinque cappelle votive. 'Forte testimonianza per le generazioni future'
Mendrisiotto
19 ore

Alunni di Coldrerio alle prese con api e francobolli

Dalla collaborazione con il Circolo filatelico del Mendrisiotto e due classi elementari sono nati degli esemplari originali
Luganese
19 ore

Aeroporto, alleanza fra Team Lug e Northern Lights Ag

Entrambe le cordate sono in corsa per la gestione privata della struttura e avevano contestato contro la scelta di due gruppi da parte della Città
Bellinzonese
27.11.2020 - 12:070

Bellinzona: Verdi, Mps e Forum Alternativo corrono a braccetto

Assieme anche al Partito operaio proporranno una lista per il Municipio e una per il Consiglio comunale in occasione delle elezioni di aprile 2021

«La nuova lista rappresenterà l'evento politico del prossimo aprile». Ne è convinto il coordinatore dell'Mps Giuseppe Sergi, che stamattina ha presentato la novità elettorale assieme a Marco Noi in rappresentanza dei Verdi e Lorenza Giorla per il Forum Alternativo durante la conferenza stampa svoltasi in piazza Nosetto a Bellinzona. Dopo che la stessa proposta avanzata dall'Mps per le elezioni previste quest'anno era stata rifiutata dai Verdi e dopo alcune settimane di riflessione, ora queste forze politiche affiancate anche dal Partito operaio e popolare (Pop) hanno deciso di unirsi. Due saranno le liste al momento non ancora decise ma in fase di allestimento e con alcune intese preliminari già imbastite, una per il Municipio e l'altra per il Consiglio comunale (nel quale ora siedono due rappresentanti due Verdi e due dell'Mps). «Le forze che si uniscono sono state le uniche che in questa legislatura hanno portato una critica allo stile politico condotto dal Municipio. I nostri toni a volte possono essere differenti, ma sugli obiettivi siamo convergenti», ha sottolineato il consigliere comunale Marco Noi.

Tra i temi che saranno senz'altro un cavallo di battaglia della nuova unione politica figurano una gestione oculata dei conti, soprattutto alla luce degli importanti sorpassi di spesa venuti alla luce la scorsa primavera, ma anche una forte opposizione al progetto scelto per il nuovo quartiere Officine. «Ci opponiamo all'edificazione di contenuti residenziali come quelli previsti al posto delle Officine, con appartamenti per 2'500 persone quando già attualmente lo sfitto è alto. E chiediamo che ci si concentri su contenuti lavorativi e formativi», ha sottolineato Lorenza Giorla, citando altri aspetti che verranno portati avanti, come la lotta contro il dumping salariale e sociale, la creazione di una città che metta al centro gli anziani e la politica giovanile, senza dimenticare un focus particolare sulla gratuità dei servizi (ad esempio i mezzi pubblici), sulla solidarietà e sull'ambiente. L'alleanza, è stato ribadito a più voci, sarà di forte opposizione. «In sede aggregativa si è sempre detto che si sarebbe chiamata "Nuova" Bellinzona, anziché "Grande", lasciando intendere di voler puntare sulla qualità, sulla solidarietà e sulla valorizzazione del territorio - ha ricordato Marco Noi -. Ma questi intendimenti non sono stati tradotti in realtà. A proposito di progetti strategici si parla ora di "smart city", "Swiss innovation park", "Greater Zurich area": si tratta di termini non autoctoni, delle vere e proprie neofite invasive, che non corrispondono alle attese della cittadinanza».

Sul motivo per cui i Verdi (che nel 2016 fa avevano corso assieme al Ps sulla lista per il Municipio, e da soli per il Legislativo) abbiano cambiato idea alcuni mesi dopo aver rifiutato la stessa proposta dell'Mps, Marco Noi ha sottolineato che l'anno appena trascorso è stato del tutto particolare. «Un anno fa pesavano di più le differenze, mentre ora ci siamo resi conto che è il momento per far pesare le convergenze. Magari ci saranno dei litigi, ma serviranno per appianare le divergenze», ha aggiunto. 

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved