laRegione
riviera-cifre-rosse-ma-aiuti-diretti-a-chi-e-in-difficolta
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
25 min

Con Bellinzona360 la vecchia carta coi timbri va in pensione

La tessera di legittimazione cartacea con foto verrà sostituita dal primo gennaio. In arrivo anche un account online 'e-cittadino'
Ticino
1 ora

Scoperto maxi traffico internazionale di canapa e hashish

Dal 2014 si sono messi in circolazione oltre 2mila chili di sostanze per 3 milioni di franchi. Cinque persone in manette
Mendrisiotto
1 ora

Riva San Vitale, dai volontari i buoni spesa per chi è in difficoltà

L'iniziativa è di un gruppo di privati cittadini: buoni spesa da utilizzare nei tre punti vendita del Comune
Ticino
2 ore

Altri 128 positivi al Covid-19 in 24 ore

In calo contagi e ricoveri, ma anche i dimessi. Dimezzati i decessi rispetto a domenica
Ticino
3 ore

Meno suolo occupato nel fondovalle del Ticino

Nella fotografia dell'Osservatorio dello sviluppo territoriale la crescita è rallentata dalla politica del Piano direttore. Si riducono ancora terreni agricoli e verde
Locarnese
6 ore

Centovalli, dopo le incertezze, il ‘nuovo corso’

Il preventivo 2021 risentirà sicuramente del contraccolpo legato all'emergenza sanitaria. Ma il futuro passa, per le sue ricadute, dalle nuove funivie
Luganese
6 ore

Virus, prima ondata: 17 studenti di Lugano scrivono un libro

Dialoghi, prose e poesie prodotti dagli allievi della maturità professionale su iniziativa della docente, Georgia Fioroni
Ticino
6 ore

Il gesto del gioco d’azzardo nella quotidianità

Con il periodo delle festività i centri commerciali spesso propongono anche lotterie e gratta e vinci gratuiti per scopi pubblicitari
Bellinzonese
22.11.2020 - 17:540

Riviera, cifre rosse ma aiuti diretti a chi è in difficoltà

Il Preventivo 2021 indica una perdita di mezzo milione. Il Comune intende però sostenere famiglie, imprese e società duramente colpiti dalla pandemia

La pandemia incide anche sui conti del Comune di Riviera. Il Preventivo 2021 indica infatti un disavanzo d'esercizio di quasi mezzo milione (494'450 franchi), a fronte di uscite per 16,6 milioni, entrate per 9,5 e un gettito d'imposta è valutato in 6,6. Al Consiglio comunale si propone di mantenere il moltiplicatore al 95%. Quanto agli investimenti, l'onere netto ammonta a 4,4 milioni (+9%) e potrà essere autofinanziato nella misura di 1 milione (pari a un grado di autofinanziamento del 22.5%). L'autofinanziamento è inferiore rispetto agli anni scorsi e, come indica l'esecutivo, è il risultato del continuo aumento del fabbisogno d'imposta (6,5 milioni). “Sebbene a livello di preventivo vi è sempre una certa prudenza e a consuntivo si registrano solitamente risultati migliori - si legge nel messaggio licenziato - i dati dell'autofinanziamento dimostrano il limitato margine di manovra nella gestione corrente del nostro Comune”.  

Aiuti economici alla popolazione 

Nonostante l'incertezza dettata dalla pandemia, insieme al Preventivo 2021, così come richiesto da un'interpellanza presentata dal gruppo del Ps il Municipio ha comunque allestito un messaggio con lo scopo di creare le basi per stanziare aiuti economici comunali a favore di cittadini, imprese e società duramente colpiti dalla pandemia. Contributi che si affiancano a quelli già predisposti da Cantone e Confederazione. La cifra complessiva messa a disposizione è di 170mila franchi. Se il legislativo darà il via libera, potranno richiedere gli aiuti i nuclei familiari con figli fino ai 15 anni che sono domiciliati nel Comune da almeno due anni e il cui reddito, rispettivamente la sostanza imponibile, non superano 60mila e 100mila franchi, e che possono dimostrare di avere accusato una riduzione delle entrate a causa della pandemia. Adempiuti tali requisiti, l'aiuto straordinario si traduce in 250 franchi per ogni figlio. 

Per quanto riguarda associazioni e società senza scopo di lucro, il Municipio mette a disposizioni complessivi 30mila franchi quale contributo a fondo perso (l'esecutivo valuterà i singoli contributi caso per caso). Potranno beneficiarne le realtà sportive, ludiche, ricreative, culturali, musicali, sociali o miranti al mantenimento di tradizioni locali che possono dimostrare di aver avuto una riduzione delle loro entrate finanziarie a causa della pandemia. Da ultimo, a tutte le attività economiche presenti sul territorio comunale, indipendentemente dal settore nel quale sono attive, è concesso uno sconto del 50% sulla tassa base rifiuti 2020 (per le attività economiche che operano nei quartieri di lragna e Cresciano è concesso uno sconto del 30% sulla tassa d'uso dell'acqua potabile 2020 e sulla tassa d'uso canalizzazioni 2020). 

© Regiopress, All rights reserved