a-bellinzona-e-mancata-una-gestione-corretta-e-lineare
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
24 min

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green
Mendrisiotto
24 min

’Fughe’ di cloro in piscina, chiudono tre vasche su quattro

Soluzione di compromesso di Chiasso davanti alla richiesta di Vacallo di archiviare la stagione balneare. Obiettivo comune, tutelare la falda idrica
Luganese
25 min

‘Ha sede legale a Lugano’ lo Stato Antartico di San Giorgio

Lo studio di via Pioda valuta provvedimenti a tutela della propria immagine dopo essere stato tirato in ballo da persone finite sotto inchiesta in Italia
Mendrisiotto
26 min

Operatore di prossimità, a Mendrisio c’è il bando

La Città cerca una figura a metà tempo a partire dal gennaio prossimo. L’assunzione segue la decisione di staccarsi dal Servizio regionale
Bellinzonese
55 min

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
1 ora

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
Mendrisiotto
2 ore

Sat Mendrisio organizza una gita in Val Formazza

Si partirà dal capoluogo momò alle 6.30 di sabato 3 settembre. La camminata durerà cinque ore. Le iscrizioni entro il 27 agosto
Locarnese
2 ore

Assemblea dell’Associazione Football Club Locarno

Per i soci del sodalizio calcistico del Lido ritrovo martedì a Palazzo Marcacci. Oltre al preventivo vi saranno le nomine del comitato
Mendrisiotto
2 ore

Riva San Vitale, festa di fine estate con concerti dal vivo

Musica live dei gruppi Luis Landrini Band e Vasco Jam. Appuntamento per sabato 27 agosto al Lido comunale tra rock e folclore latino
Locarnese
2 ore

Orselina, proiezioni cinematografiche al Parco

Tre serate all’insegna della settima arte nel giardino del paese. Organizzate dalla Pro in collaborazione con Festival, Cisa e Ticino Film Commission
Grigioni
3 ore

Maloja/Isola, elicottero fallisce l’atterraggio: 3 feriti lievi

Il velivolo si è ribaltato lateralmente. I tre passeggeri hanno lasciato l’abitacolo da soli
Locarnese
3 ore

Cevio, consegnate le firme per i due referendum

A decidere sulla vendita di un terreno e la costruzione di una scuola ‘patriziale’ a Bignasco saranno i cittadini
Mendrisiotto
3 ore

Mendrisio, mercato dell’usato a scopo benefico

Appuntamento venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 al Mercato coperto organizzato dall’Associazione per la cooperazione tra Ticino e Uganda
Mendrisiotto
3 ore

Morbio Superiore, sabato 27 stand di tiro obbligatorio

Dalle 14 alle 18.30 a Rovagina si potrà tirare 25 m con la pistola e 300 m con il fucile. Impegno da assolvere entro il 31 da tutti i soldati
Mendrisiotto
3 ore

Truffa alle assicurazioni sociali, condannata una 47enne

Inflitta una pena di 24 mesi sospesi condizionalmente. La donna ha truffato per quasi 600’000 franchi. Ora sogna l’indipendenza finanziaria
Locarnese
3 ore

‘Accesso alle rive, il Ticino segua l’esempio di Neuchâtel’

Dopo le transenne posate (e rimosse) in un campeggio di Tenero, interviene l’associazione ‘Rives publiques Suisse’
Locarnese
3 ore

Centovalli, rimpasto dei dicasteri

Con l’ingresso di Cristina Tanghetti, che assume la responsabilità della Sicurezza pubblica e dell’Ambiente, vi sono stati alcuni cambiamenti
Luganese
3 ore

Lugano dedichi una via a Giorgio Salvadé

Interrogazione leghista formula la richiesta per ricordare il medico e politico che fu tra i promotori dell’Università della Svizzera italiana
30.10.2020 - 12:34
Aggiornamento: 17:59

A Bellinzona ‘è mancata una gestione corretta e lineare’

Licenziati i messaggi per due dei tre importanti sorpassi di spesa. Per Stadio e Policentro chiesti in totale 2,8 milioni di credito suppletorio

“Il risultato finale e il superamento di spesa non corrispondono, in ogni caso almeno dal punto di vista formale, agli standard di una corretta e lineare gestione di un’opera pubblica”. Nel caso degli interventi allo Stadio comunale di Bellinzona sarebbero serviti un'attenta progettazione iniziale e un programma lavori sufficientemente articolato e preciso. Così come controlli accorti. È quanto conclude il Municipio di Bellinzona nel messaggio licenziato all'attenzione del Consiglio comunale per chiedere lo stanziamento del credito suppletorio di 1,37 milioni di franchi (oltre ai 3,1 già stanziati) per il rifacimento della pista e delle pedane di atletica e, nello stesso messaggio, altri 223mila per la fornitura del nuovo orologio. L'Esecutivo ha licenziato anche il messaggio per il superamento comportato dal Policentro di Pianezzo, il secondo dei tre cantieri pubblici finiti sotto i riflettori per gli importanti superamenti di spesa, e che hanno portato alla sospensione di direttore e capodicastero Opere pubbliche (leggi qui il nostro approfondimento sui risultati degli audit). Per l'oratorio di Giubiasco il messaggio non è ancora stato licenziato ed è annunciato per inizio 2021. Si attende infatti l'aggiornamento del progetto a seguito delle proposte dell’apposito gruppo di lavoro recentemente istituito e chiamato a dare indicazioni sui contenuti definivi dell’opera.

Le modifiche e le carenze

Tornando al progetto stadio, agli interventi previsti inizialmente se ne sono aggiunti altri. “Lo Stadio in quanto tale non doveva infatti essere oggetto d' intervento se non limitatamente alle dimensioni del campo da calcio affinché potesse essere omologato per disputare partite di Challenge League. In realtà in corso d’opera sono state eseguite opere di miglioria e supplementari, tra cui in particolare le gradonate sugli spalti est, il passaggio tra il campo A e il campo B, l’ampliamento dell’angolo a sud-est (dal quale ne è derivato uno spiazzo) e il cordolo tra spalti e tribuna”, spiega il Municipio. A cantieri già aperti – viene sottolineato – è stata presentata e caldeggiata dai tecnici la proposta di procedere con alcuni interventi supplementari. Posto di fronte al dubbio se eseguirli subito o rinviarli a un secondo momento, l'Esecutivo spiega di aver deciso di procedere in delega, ritenendo questa opzione migliore dal punto di vista funzionale e per rispetto allo scopo generale perseguito, ovvero la fruizione delle diverse installazioni sportive. Una parte delle decisioni non è però stata approvata dalla compagine municipale e le delibere mancanti (per oltre 1,7 milioni) sono state formalizzate a posteriori.

La situazione generata dal progetto dello stadio, si legge nel messaggio, “ha messo in luce carenze sul piano dell’impostazione dei processi a monte delle decisioni” e “ha imposto (e ancora impone) di rivedere la preparazione e i percorsi che conducono alle delibere formali da parte dell’Esecutivo”. Il riferimento è in particolare all’impostazione della fase di progettazione, al controllo regolare (e incrociato) dell’evoluzione della spesa in corso d’opera e alla preparazione delle decisioni (ad esempio con l’indicazione delle proiezioni di consuntivo e la contestualizzazione delle risoluzioni proposte).

Stadio comunale: l'opera realizzata è ‘apprezzabile’

Quanto al risultato finale dell'opera, nulla da eccepire. Il Municipio sottolinea infatti che “appare certamente apprezzabile tanto dal punto di vista estetico che funzionale, disponendo oggi la città di un impianto che adempie perfettamente alle esigenze delle molte società sportive qui attive, ma anche dei singoli utenti e fruitori”. Il costo finale dell’opera corrisponde concretamente a quanto realizzato, aggiunge l'Esecutivo. Come già sottolineato durante la presentazione degli audit (esterno e interno), nessuno si è indebitamente appropriato dei soldi per opere non realizzate. Le fatture relative ai superamenti del cantiere stadio sono state pagate in parte, aggiunge in Municipio: ve ne sono ancora 12 in sospeso (per 1,2 milioni) in attesa di ulteriori approfondimenti.

Per il Policentro ‘offerte concorrenziali non attendibili’

In parte diversa la genesi del superamento dei costi nel caso del cantiere per la realizzazione del Policentro della Morobbia, avviato prima dell'aggregazione. L’allora Municipio di Pianezzo aveva indicato un credito di 6 milioni di franchi sulla base del preventivo allestito partendo dalla prima fase degli appalti, risultato poi inferiore di circa 700'000 franchi rispetto al progetto definitivo. “Le offerte concorrenziali che hanno indotto all’adeguamento verso il basso del preventivo non si sono quindi rivelate attendibili”, sottolinea il Municipio di Bellinzona. In aggiunta, sono state effettuate opere di miglioria e opere supplementari, a causa di “carenti approfondimenti in parte nella fase iniziale di progettazione”. L'Esecutivo spiega che era a conoscenza di alcune criticità, ma fino a febbraio 2019 il superamento dei costi si prospettava nella misura del +10% (e le commissioni Gestione ed Edilizia erano avvisate di questo già a luglio 2018).

Chiesto un credito suppletorio di oltre 1,2 milioni

La richiesta di credito suppletorio per quest'opera è di 1,25 milioni, comprendenti alcune opere previste ma modificate durante il cantiere (come la segnaletica stradale del comparto, l’integrazione della domotica, l’arredo della sala polivalente per adibirla a palestra per le scuole comunali, ecc, tutte decise dal Municipio di Pianezzo prima di aprile del 2017 per un importo complessivo di 253mila franchi) e nuovi interventi non previsti e decisi in corso di esecuzione (ad esempio gli arredi su misura per i bagni, il mobilio dell’asilo, la tipologia di cucina, le opere al campetto esterno, gli adeguamenti all’impianto elettrico, per altri 235mila franchi avallati dal Municipio della nuova Città). In definitiva la costruzione del Policentro della Morobbia ha comportato una spesa per complessivi 7'251'554 franchi, ovvero il 20,9% in più di quanto preventivato (come detto 6 milioni).

Leggi anche:

Sorpassi a Bellinzona: tutte le carenze tecniche e politiche

Sorpassi: grosse lacune, ma niente comportamenti di rilevanza penale

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved