laRegione
un-inno-alla-felicita-il-calendario-di-inclusione-andicap-ticino
La copertina del calendario 2021
+2
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
7 ore

Brissago, 12 anziani positivi alla Casa San Giorgio

Risultano inoltre contagiati dal coronavirus quattro collaboratori. Le visite sono state sospese e gli ospiti sono in isolamento
Mendrisiotto
8 ore

Chiasso, 'dopo le tessere sconto pensiamo a buoni acquisto'

La proposta, con un'interrogazione al Municipio, è stata formulata da quattro consiglieri comunali del Plr
Bellinzonese
8 ore

Mezzi pubblici: Valle di Blenio più connessa a Biasca

In arrivo due cambiamenti di orario, a dicembre e ad aprile, che garantiranno un servizio migliorato. Ma secondo il direttore delle Autolinee ancora non basta
Luganese
11 ore

Lugano, mense per tutti dopo ben 16 anni

La lunga e travagliata gestazione della mozione raccontata da Cristina Zanini Barzaghi che ricorda la richiesta presentata da tutte le donne del Cc
Bellinzonese
14 ore

Eco-belli, per una Bellinzona più pulita

I dettagli del progetto elaborato da un cittadino e ripreso in una mozione dal consigliere Bang. Obiettivo: contrastare l’abbandono di rifiuti
grafici
Ticino
14 ore

Coronavirus, in Ticino 33 ulteriori ricoveri e un morto

Cresce anche il numero di nuove infezioni: tra ieri e oggi se ne sono registrate 404. Stabile il numero di persone in cure intense
Luganese
20 ore

Una testata come scusa della disobbedienza

Un raduno ‘antagonista’ contro le misure di contenimento del Covid diventa un brutto ricordo per una giovane giornalista
Luganese
20 ore

Pvp di Lugano: fluidificazione riuscita solo in parte

Un anno di sperimentazione delle modifiche al traffico. Col Coronavirus di mezzo
Bellinzonese
20 ore

Nuovo Quartiere Officine, ‘manca una vera progettualità’

Bellinzona: dopo il geografo Torricelli, che sollecita una dibattito sul tema, anche il verde Ronnie David critica i contenuti e teme la speculazione edilizia
Luganese
1 gior

Brucia una cucina, evacuata una palazzina

È successo questa sera a Viganello in via Pedemonte. Si registrano danni ma non feriti
Ticino
1 gior

Covid-19, raduno di protesta finta e testate vere

In piazza Molino Nuovo a Lugano una trentina di persone, di gruppi antagonisti, hanno 'detto la loro' contro le misure del governo
Bellinzonese
13.10.2020 - 16:580
Aggiornamento : 23:56

Un inno alla felicità il calendario di Inclusione andicap Ticino

Protagonisti persone con disabilità che hanno prestato il loro volto e raccontato le proprie piccole gioie della vita

La felicità sta nelle piccole gioie della vita, che dobbiamo riscoprire e apprezzare. Questo il messaggio di positività che vuole trasmettere il calendario 2021 di Inclusione andicap Ticino, per la prima volta da molto tempo realizzato con immagini di persone con disabilità che hanno deciso di prestare il proprio volto (in passato il calendario racchiudeva invece disegni che illustravano le varie tipologie di andicap).

Strumento principale di raccolta fondi

Da oltre vent’anni, è stato sottolineato dal direttore Marzio Proietti, la vendita del lunario – con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sul tema dell’andicap e sull’importanza dell’inclusione – rappresenta lo strumento principale di raccolta fondi grazie ai quali sostenere parte delle attività e dei servizi offerti su tutto il territorio cantonale dall’associazione nata nel che dal 1973. 

Spedito a tutti i fuochi del Bellinzonese e all’indirizzo di soci e sostenitori (in totale sono state inviate oltre 26’000 lettere), il calendario racchiude le piccole gioie (con tanto di hashtag #piccolegioie) delle persone che hanno accettato di partecipare alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi. Tra queste anche Barbara Veccia e Denise Carniel, presenti alla conferenza stampa di presentazione nella sede di Inclusione andicap Ticino di Giubiasco. Ipovedente dal 2003, Barbara sottolinea come, tre anni fa, il cane guida Beauty l’abbia aiutata a guardare avanti con maggiore positività. «Il suo arrivo è stato un cambiamento totale, anche dal punto di vista sociale», afferma mentre il suo labrador la guarda con occhi dolci. «Le barriere architettoniche possono esistere, ma scardiniamo quelle emotive», ha dal canto suo detto Denise, per la quale non c’è nulla di più prezioso di ridere e scherzare con i suoi amici. Denise, confrontata con disabilità fisica, ha in particolare espresso il desiderio di vivere in una società ancora più inclusiva, che metta al centro la persona. «Una società che è capace di prendermi per mano e festeggiare le mie piccole gioie».

c’è ancora da fare

Con o senza andicap, è stato sottolineato da Sara Martinetti (responsabile della comunicazione di Inclusione andicap Ticino), siamo insomma tutte persone con storie, caratteristiche, difetti, pregi, speranze e paure differenti. Tutte legate da un filo comune: la ricerca della felicità, anche attraverso piccole cose. Un valore che assume ancor più significato in questo periodo di crisi dovuta alla pandemia. 

«In Ticino si è fatto molto, ma mancano ancora alcuni dettagli», ad esempio rampe troppo ripide, marciapiedi troppo alti, corrimano non idonei e ascensori inesistenti. Secondo la loro esperienza, Barbara e Denise concordano sul fatto che, nonostante i notevoli progressi osservati negli ultimi anni, la problematica delle barriere architettoniche è ancora presente. «Scomparirà quando ci sarà piena spontaneità a base delle decisioni delle persone con disabilità: dove andare, come e con chi».

In particolare con le Ffs, ma anche con Comuni e Cantone, Inclusione andicap Ticino ha da anni instaurato una collaborazione nell’ambito della costruzione o della ristrutturazione di edifici pubblici. «Spesso, nella progettazione di un opera, risulta però difficile conciliare le varie esigenze delle persone che presentano differenti tipi di andicap», afferma il direttore Proietti, che ricorda in generale come l’accessibilità sia ancora un po’ percepita come un concetto di adeguamento e non di normalità.

Per sostenere l’associazione e ordinare il calendario 2021 è possibile visitare il sito web www.iosostengo.ch, dove è presente anche una serie di video-storie che raccontano le esperienze e le testimonianze dei protagonisti che hanno partecipato alla compagna. 

Guarda le 3 immagini
© Regiopress, All rights reserved