laRegione
Nuovo abbonamento
copertura-telefonica-insufficiente-in-val-pontirone
Ti-Press
Bellinzonese
13.08.2020 - 19:050

'Copertura telefonica insufficiente in Val Pontirone'

Due consiglieri comunali Plr interpellano il Municipio di Biasca, chiedendo anche aggiornamenti sulla frana di Biborgo

In Val Pontirone ci sono ancora grandi problemi di copertura telefonica: è quanto segnalano i due consiglieri comunali Plr di Biasca Tiziano Lüthy (capogruppo) e Paolo Signorelli in un'interpellanza inoltrata al Municipio. A preoccupare, spiegano, è soprattutto l'insufficiente copertura di telefonia mobile nelle località toccate dalla frana di Biborgo. "Nel nucleo di Fontana e all’interno delle cascine il segnale è debole e spesso totalmente assente. La costa di montagna che sale dai due ponti sul fiume Lesgiüna fino alla capanna di Cava, risulta totalmente oscurata", scrivono.

Viene ricordato che nel luglio 2018 oltre 150 cittadini biaschesi avevano firmato una petizione per chiedere il ripristino della copertura di rete mobile Swisscom nella parte alta della Val Pontirone. Nel settembre di quell'anno il municipale Omar Bernasconi aveva risposto a un’interpellanza di Fabrizio Totti spiegando che l’operatore di telefonia mobile avrebbe iniziato la fase esecutiva per la posa di una nuova antenna sul pizzo Matro durante la primavera 2019. Ora viene chiesto un aggiornamento sulla situazione relativa ai passi intrapresi da Swisscom e anche sulla frana di Biborgo o altri pericoli sul territorio. Per la frana è in vigore un piano di emergenza che prevede l'avviso tramite Sms o segreteria telefonica alla popolazione residente nelle frazioni interessate e iscritte al servizio.

© Regiopress, All rights reserved