laRegione
Nuovo abbonamento
cadenazzo-videocamere-e-multe-contro-il-traffico-parassitario
Google Maps
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Parco Ciani, strappano una collana e si danno alla fuga

Fermati ieri in serata tre magrebini perché sospettati di aver partecipato al tentativo di furto. Accertamenti in corso
Luganese
2 ore

Lugano - Avellino, il giorno in cui si dormì in sacrestia

Prosegue il viaggio del maratoneta luganese 'Soc' e del figlio Gabriele. Nella vana ricerca di un hotel, hanno trovato ospitalità in chiesa
Ticino
3 ore

Coronavirus, tre casi in Ticino, nessun decesso

Continuano a rimanere bassi i nuovi contagi giornalieri a sud delle Alpi, dove da inizio pandemia sono risultate positive 3'466 persone
foto
Bellinzonese
7 ore

S. Antonino: le protesi volano sempre più alto

Smb Medical verso l’espansione del sito di produzione e del numero dei suoi dipendenti. Durante la pandemia neanche un contagio
Mendrisiotto
7 ore

Alla ‘Piccola velocità’ di Chiasso spunta un’area di svago

Il comparto delle Ffs si prepara a cambiare vocazione ai magazzini, aprendo al Comune. Che sogna un suo ‘Gleis 4’
Ticino
7 ore

Tassa di collegamento, parte il conto alla rovescia

Il governo si appresta a decidere il futuro del balzello, alla luce pure dei paletti del Tf. C’è chi chiede l'abrogazione, chi il congelamento, chi la sostiene
Bellinzonese
18 ore

'Copertura telefonica insufficiente in Val Pontirone'

Due consiglieri comunali Plr interpellano il Municipio di Biasca, chiedendo anche aggiornamenti sulla frana di Biborgo
Luganese
18 ore

Artisti dal Ceresio alla Moravia: conferenza a Curio

L'evento è organizzato dall'Associazione storici dell'arte della Svizzera italiana e si terrà al Museo etnografico il 22 agosto
Luganese
19 ore

Rock&Roll Waves: radio, musica e navigazione sul Ceresio

Radio Morcote International farà rivivere i fasti delle radio pirata inglesi anni Sessanta in una serata speciale sabato 22 agosto
Ticino
19 ore

Operazione Imponimento, convalida di arresto per 4 svizzeri

L'ordinanza di custodia cautelare, firmata ieri dall'Antimafia di Catanzaro, riguarda 75 indagati: fra questi anche il luganese.
Locarnese
19 ore

Elisarion a Minusio, ultimi giorni della mostra di Tallone

Al centro culturale lavori da settembre, ma la programmazione continuerà fuori sede
Bellinzonese
17.09.2019 - 09:000
Aggiornamento : 14:38

Cadenazzo: videocamere e multe contro il traffico parassitario

Soluzione drastica in arrivo fra le 16 e le 19 in via Sottomontagna (zona residenziale) e via Prati Grandi (scuole Medie) nei confronti dei non domiciliati

Stretto nella morsa del traffico, Cadenazzo mostra i denti contro quello parassitario che soprattutto la sera si riversa sulle strade di quartiere, in primis via Sottomontagna (zona residenziale) e via Prati Grandi (dove ha sede la Scuola media) percorse quotidianamente da molti bambini e ragazzi diretti a scuola. Con l'avvento della nuova Ordinanza comunale contro il traffico parassitario – ha anticipato 'Radio Ticino' – entro metà-fine ottobre il Municipio intende installare due telecamere in direzione di Locarno per verificare il rispetto del divieto di circolazione per i non domiciliati nell'orario già oggi in vigore e ritenuto più problematico, ossia fra le 16 e le 19. Un po' come fatto per via alla Chiesa nel dirimpettaio quartiere di Gudo che fa capo alla Città di Bellinzona, dove a seguito di reclamazioni il Municipio turrito ha fatto posare l'anno scorso una nuova segnaletica e la Polcom effettuato controlli serali. La situazione a Gudo è solo in parte migliorata e ancora due settimane fa, a fronte del persistente traffico parassitario serale, alcuni abitanti durante l'incontro quartiere-autorità hanno di nuovo sollecitato l'Esecutivo affinché stringa ulteriormente i bulloni. A Cadenazzo la soluzione più efficace individuata si chiama 'grande fratello', al pari di quanto già introdotto l'anno scorso dal confinante Comune di Gambarogno che ha così decisamente migliorato la situazione sulle strade secondarie.

A Cadenazzo la videosorveglianza servirà a sanzionare con 100 franchi di multa chi la sera transiterà da est a ovest e non risulterà domiciliato in nessuna delle due strade citate (gli abitanti del comparto dovranno fare registrare le loro targhe). La decisione – spiega all'emittente radiofonica il vicesindaco Renzo Marielli, capodicastero Educazione e Sicurezza pubblica – è stata presa dopo aver monitorato il traffico e dopo aver consultato gli ingegneri del traffico. Nei mesi scorsi «abbiamo pubblicato l'ordinanza e avvisato la popolazione interessata (lettera a tutti i fuochi) per la massima trasparenza». Un punto da chiarire è forse quello delle visite ai domiciliati da parte di motorizzati non pendolari, come pure il transito di veicoli privati per il trasporto degli allievi, specie in via Prati Grandi, in particolare nel pomeriggio-sera dopo le 16 al di fuori degli orari normali di scuola (ad esempio per riunioni fra genitori, docenti e allievi, attività extrascolastiche, partenze e arrivi per imprevisti di vario tipo come le visite mediche). L'obiettivo non è far cassetta – assicura Marielli – ma rendere più sicuro il comparto frequentato in settimana dai ragazzi delle scuole medie. L'investimento totale è di 80mila franchi. «L'attuale segnaletica che consente il servizio a domicilio non permette un controllo efficace del traffico parassitario», specifica il vicesindaco: «La sera l'80% dei complessivi 500 transiti registrati mediamente in settimana sulle due vie sono diretti verso il Locarnese e Gambarogno. Siccome è impossibile far controllare la situazione tutti i giorni dalla Polizia, reputiamo che la videosorveglianza possa rappresentare una soluzione ottimale».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved