laRegione
Nuovo abbonamento
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
17 ore
Seseglio, non un wellness ma un'area verde per la popolazione
Una mozione di Us-I Verdi e Ppd invita il Municipio di Chiasso ad acquistare e bonificare il terreno. Sul piatto anche La Perfetta di Arzo
Locarnese
17 ore
Da Brissago a Zurigo, verso l'immortalità
La mummia egizia lascerà le rive del Verbano per essere trasferita all'Istituto di medicina evolutiva dell'Università della Limmat
Bellinzonese
1 gior
'Prima o poi le direzioni delle case anziani dovranno chiedere scusa'
La rabbia dei famigliari degli ospiti deceduti per Covid-19 emerge anche in occasione della serata pubblica organizzata dal Movimento per il socialismo
Ticino
1 gior
Il dopo Caprara, istituita la commissione cerca
Alex Farinelli (presidente), Fabio Abate, Alain Bianchi, Sonia Colombo-Regazzoni, Gabriele Gendotti: a loro il compito di individuare il/la nuovo/a presidente Plr
Ticino
1 gior
Ci si prepara alla caccia alta
Avrà luogo in due momenti: dal 29 agosto al 13 settembre e dal 23 al 27 settembre. Catture illimitate per quanto riguarda i cinghiali
Bellinzonese
1 gior
Bellinzona, don Maurizio Silini al posto di don Pierangelo Regazzi
Dopo 15 anni l'arciprete della Collegiata lascerà il posto al suo successore
Ticino
1 gior
Ecco tutti i controlli radar della prossima settimana
Da lunedì 6 a domenica 12 luglio verranno effettuati controlli della velocità mobili e semi-stazionari un po' dappertutto
Locarnese
1 gior
Monti Motti di Gordola, si cerca Aurèle Donis
La polizia ha diramato l'avviso di scomparsa del 34enne domiciliato a Ginevra
Mendrisiotto
1 gior
La Sat Mendrisio alla conquista dell'Ussers Barrhorn
L'uscita alpinistica è in programma il 18 e 19 luglio. Per raggiungere la vetta si seguirà una salita più impegnativa
Bellinzonese
15.03.2019 - 06:100

Un radio multiculturale in città

Una nuova emittente sul web e Dab+ trasmetterà da Bellinzona contenuti rivolti soprattutto ai migranti

Una radio multilingue e interculturale sta per nascere in città. Si chiama Radio Chiara, ed è una radio web e Dab+ che ha l’obiettivo di creare una fitta rete di socializzazione e inclusione fra culture e generazioni differenti, nonché un punto d’incontro e dialogo tra la popolazione straniera e quella locale. Il progetto – sostenuto dalla Cooperativa Baobab di Bellinzona – verrà presentato domenica 17 marzo dalle 12 alle 16 in via Ghiringhelli 21, nel giardino della cooperativa in occasione di un brunch aperto a tutti. La radio ha sede proprio nella mansarda presente nello stabile del centro di socializzazione. «Sarà una piattaforma radiofonica per le comunità del territorio, specialmente quelle soggette a migrazione», ci spiega la responsabile del progetto Chiara Spata, che ha alle spalle una lunga esperienza nel settore. Radio Chiara – nome che rimanda al concetto di trasparenza e visibilità – è un progetto che trasmette sulle frequenze di Radio Gwendalyn, emittente indipendente nata a Chiasso e si potrà ascoltare dal sito internet: www.radiochiara.ch nelle prossime settimane. La nuova radio, ci spiega la promotrice, sarà un luogo per raccontare e ascoltare, ma anche per condividere le proprie passioni e scoprirne di nuove, per farsi coinvolgere dalla musica e dalle storie. «È uno spazio fisico e simbolico che accoglie e valorizza la bellezza degli intrecci fra lingue e culture diverse, per renderci conto che l’interazione fra popoli e culture non solo è possibile, ma è la grande ricchezza del nostro millennio», evidenzia Spata.

Il primo servizio che verrà trasmesso è già pronto, si tratta di una chiacchierata tra persone migranti, provenienti da differenti Paesi. Una ragazza egiziana, una italiana, un ragazzo macedone e uno brasiliano che vivono in Ticino da diversi anni racconteranno le loro esperienze. Un secondo momento sarà invece dedicato alla musica, in particolar modo a quella proveniente dal mondo arabo, che verrà selezionata da Samah, la ragazza egiziana che in arabo parlerà dei brani che verranno trasmessi. Nel secondo servizio invece verrà proposta un’ora di musica brasiliana, che verrà trasmessa e raccontata in portoghese. A tal proposito, la nostra interlocutrice ci tiene a lanciare un messaggio: siccome è una radio aperta alla comunità tutti possono partecipare al progetto. «Chiunque lo desidera potrà venire a raccontare qualcosa nella sua lingua di origine, in modo da trasmettere la propria cultura», evidenzia.

Una ninna nanna per ogni Paese

Tra le idee in cantiere c’è anche quella di trasmettere delle ninne nanne in altre lingue. «L’idea è di far passare alla radio queste canzoni nelle lingue delle persone che frequentano il centro di socializzazione Baobab e le mamme che lo desiderano potranno cantarle», spiega Spata. Tra i progetti vi è anche quello di realizzare delle puntate in diverse lingue, rivolte a persone che sono appena arrivate in Svizzera, alle quali spiegare come approcciarsi ai servizi presenti sul territorio. Puntate che potranno essere facilmente scaricate e condivise sotto forma di podcast. Consigli utili per orientare in modo facile e comprensibile chi non sa ancora bene come muoversi in una nuova realtà.

© Regiopress, All rights reserved