ULTIME NOTIZIE Ticino7
Ticino7
1 gior

Le corde (distorte) dei The Heads

Nel ventennale di un disco tutto da riscoprire, ancora oggi il quartetto di Bristol rappresenta un illuminante esempio di neopsichedelia “evoluta”
Ticino7
1 gior

James Taylor che fermò il tempo in ‘Hourglass’

Venticinque anni fa, un american standard prima di ‘American standard’, un libro aperto premiato con due Grammy, uno dei quali al Miglior album pop.
Ticino7
2 gior

Chi li ascolta? I giovani, l’attivismo e certi ‘fastidi’

Per alcuni sono degli ‘sdraiati’ (titolo di un fortunato romanzo di Michela Serra). Per altri delle menti manipolate. Ma loro, i ragazzi, che ne pensano?
Ticino7
2 gior

Fabiano Bevilacqua e le strade dell’arte

"Ne demande pas ton parcour a quelqu’un qui le connaît: tu risquerais de ne pas te perdre" (Nachman di Breslov; 1772-1810)
Ticino7
2 gior

Michael Jackson. ‘Thriller’: 40 anni di un album killer

Impossibile in questo fine 2022 non celebrare l’album più venduto della storia. L’occasione per ricordare come nacque e in quale contesto musicale maturò
Ticino7
2 gior

Extraterrestre portami via (quarant’anni di E.T.)

Dal genio di Spielberg, figlio di separati, e dalle mani di Carlo Rambaldi, fabbricante di mostri. Storia dell’alieno buono amato da tutti (o quasi)
Ticino7
3 gior

Scisma. Rock italiano senza il rimmel (o altri trucchi)

Quanto tempo deve passare per poter emettere un giudizio minimamente obiettivo sulla qualità di un disco? Nel caso di ‘Rosemary Plexiglas’ 25 anni bastano
Ticino7
3 gior

Er Thrilleraro e l’artri ‘Immortacci’

Perché, se non vedete l’ora di rivedere gente famosa di cui (in qualche modo) si sono perse tracce e corpi, dovete solo andare a Roma, eh
Ticino7
1 sett

La pigna: simboli, significati, leggende e atmosfere natalizie

Con un po’ di fantasia e un pizzico di manualità questi elementi vegetali, raccolti per tempo nel sottobosco, possono dare vita a suggestive decorazioni
Ticino7
1 sett

Natale in giallo. E per le feste un bel caso da risolvere...

‘Ero andato a trovare il mio vecchio amico Sherlock Holmes due giorni dopo Natale, con l’intenzione di fargli gli auguri per le festività...’
05.11.2022 - 11:44
Aggiornamento: 11.11.2022 - 16:20

A proposito del Torcicollo...

È un uccello migratore che soggiorna alle nostre latitudini tra aprile e settembre e sverna nelle savane africane

di Chiara Piccaluga
a-proposito-del-torcicollo
© rivistanatura.com

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato a laRegione

Il suo nome scientifico è Jynx torquilla, un uccello della famiglia dei picchi presente principalmente in Ticino, Vallese e Grigioni, mentre sull’Altipiano è diventato raro. Il suo declino è dovuto all’intensificazione dell’agricoltura e alla scomparsa dei frutteti ad alto fusto, che rappresentano un habitat importante per la specie.

È un uccello migratore che soggiorna alle nostre latitudini tra aprile e settembre e sverna nelle savane africane. Misura 17 cm circa, un piumaggio grigio-marrone-nero che assomiglia a un pezzo di corteccia ed è quindi ben mimetizzato quando si trova sugli alberi o al suolo. In caso di pericolo, gira la testa e il collo come un serpente ed emette dei fischi. Da questa peculiarità deriva il suo nome italiano. È uno specialista della caccia alle formiche e alle loro larve e pupe; scova i formicai ed estrae le formiche dai buchi grazie alla sua lingua appiccicosa. Oltre alle formiche, a volte il Torcicollo si nutre pure di altri insetti o di ragni. Diversamente dalla maggior parte dei picchi, il Torcicollo non costruisce da sé la propria cavità, dipendendo così da quelle esistenti. Nidifica spesso in vecchi buchi di altri picchi, utilizza volentieri le cassette nido. La femmina depone generalmente 710 uova, che vengono covate da entrambi i genitori fino alla schiusa, circa due settimane più tardi. Dopo altre tre settimane, i giovani abbandonano il nido, ma i genitori si occupano ancora di loro per qualche settimana. Vengono nutriti essenzialmente di formiche e delle loro larve. Durante le buone annate, e se la prima covata viene terminata rapidamente, il Torcicollo può nidificare una seconda volta.


© Ficedula

Minacce e la situazione in Ticino

I suoi habitat tipici sono i frutteti, i boschi radi, i parchi o i grandi giardini. Negli ultimi decenni, i frutteti ad alto fusto di grande valore ecologico hanno spesso dovuto cedere lo spazio a dei frutteti a basso fusto più redditizi o a dei progetti di urbanizzazione. La rarefazione del suo habitat ha causato la scomparsa del Torcicollo in molte parti dell’Altipiano svizzero. Oltre alla scomparsa del suo habitat e delle sue risorse alimentari, la mancanza di cavità per la nidificazione pone pure dei problemi al Torcicollo.
In Ticino è fortunatamente ancora ben distribuito. È presente maggiormente nel Sottoceneri, ma lo si ritrova anche fino a Bedretto e Olivone. BirdLife Svizzera e Ficedula si occupano della conservazione di questa specie nell’ambito del progetto di salvaguardia dell’avifauna delle zone agricole. Civetta, Assiolo, Upupa e Codirosso comune, insieme al Torcicollo, beneficiano delle misure di conservazione promosse dalle due associazioni.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved