il-manto-erboso
Il Giadiniere | JardinSuisse Ticino
15.07.2021 - 16:050
Aggiornamento : 19:02

Il manto erboso

L’erba del mio vicino non sarà ancora più verde della mia!

redazionale curato da laRegione

Per una buona manutenzione del tappeto sono necessari interventi periodici e mirati a partire dal taglio da effettuare regolarmente ogni 8-10 giorni nei periodi di crescita forte (aprile-ottobre), dalle concimazioni (almeno 4 all’anno), ai trattamenti contro le malerbe varie (come Pabio o “foglia larga”) e alle rigenerazioni come verticolazione.

Tagliare l’erba regolarmente non é sufficiente per garantire un buon risultato. È necessario di usufruire di una tosaerba ben affilata. Un aspetto molto importante é anche l’altezza del taglio, più basso nei periodi freddi, e più alto nei periodi caldi per cercare di mantenere il terreno più fresco e umido.

Le concimazioni sono importanti per l’apporto nutritivo del nostro tappeto e per non creare disquilibri che si traducano poi in attacchi funginei e di malerbe. Una prima concimazione verso fine marzo, una buona rigenerazione per arrivare alla seconda verso maggio / giugno, una terza verso luglio / agosto, per finire quella autunnale molto importante che permetterà al nostro tappeto il recupero degli stress estivi e buon sviluppo radicale per la prossima stagione.

La verticolazione o scarificazione del tappeto va effettuata in primavera al risveglio del tappeto dopo la pausa invernale. Consiste nella rimozione del feltro che non é altro che residui di prodotti vegetali che depositati e decomposti sul terreno creano una vera e propria barriera difficile da attraversare per acqua e concimi. La verticolazione viene praticata in concomitanza con la risemina e concimazione per permettere al tappeto una ripartenza ottimale.

L’irrigazione di un tappeto varia a seconda di molti fattori non solo legati alle stagioni e temperature ma ad esempio al tipo di esposizione solare, al tipo di terreno, al tipo di semenza e non per ultimo al tipo di impianto d’irrigazione.
In ogni caso é consigliato bagnare al mattino presto bilanciando il quantitativo idrico con la frequenza settimanale.

COME CONTENERE LE MALERBE?

Le malerbe si possono contenere con antigerminanti che annullano e rallentano la crescita con prodotti selettivi specifici che debellano le piantine indesiderate preservando il nostro tappeto. Le più comuni infestanti nelle nostre zone sono: miglio/pabio, foglia larga, trifoglio. A volte con una corretta e mirata manutenzione si possono eliminare o perlomeno contenere senza l’intervento di trattamenti specifici e invasi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved