Svizzera

Urne chiuse, 13esima Avs verso un ‘sì’ dal popolo

Esito più incerto per quel che concerne la maggioranza dei Cantoni. ‘No’ in vantaggio per l'Iniziativa sulle pensioni dei Giovani Plr

Les jeux sont faits
(Ti-Press)
3 marzo 2024
|

I giochi sono fatti: si sono chiuse a mezzogiorno le urne per le due votazioni federali: quella sull'iniziativa popolare ‘Vivere meglio per la pensione (iniziativa per una 13esima mensilità Avs) e quella ‘Per una previdenza vecchiaia sicura e sostenibile (Iniziativa sulle pensioni)'.

Secondo le prime tendenze calcolate dall'istituto gfs.bern per la Ssr, l'iniziativa per la 13esima Avs dovrebbe essere accolta dal popolo, nella misura del 58%. La maggioranza dei Cantoni è ancora incerta.

I primi risultati parziali lo confermano. Nel Canton Ginevra, il ‘sì’ dovrebbe ottenere il 75% dei voti. Le proporzioni sono le stesse nel canton Vaud e a Neuchâtel. Il Vallese si avvicina al 60% di favorevoli.

Anche nella Svizzera tedesca in diversi cantoni si delinea l'approvazione. I sì sono oltre il 56% a Zurigo, il 58% a Soletta e il 51% dei Grigioni. Anche Basilea Città e Campagna i voti a favore sono in netta maggioranza. Al momento solo nel Canton Lucerna l'iniziativa verrebbe bocciata con oltre il 53% dei voti, dopo lo spoglio di 50 Comuni su 80.

Lanciata dall'Unione Sindacale Svizzera e dalle organizzazioni di donne e pensionati, l'iniziativa chiede il pagamento di una pensione di vecchiaia aggiuntiva di importo pari a quello percepito mensilmente. Ciò corrisponde a un aumento mensile della pensione dell'8,3%.

In un contesto di inflazione e di perdita del potere d'acquisto, questa proposta sembra aver conquistato persone ben oltre il campo della sinistra, come previsto dai sondaggi. Affitti, premi sanitari, elettricità e trasporti pubblici: dal 2021 l'aumento dei prezzi ha fatto perdere ai pensionati l'equivalente di un mese di pensione, secondo i promotori.

Iniziativa sulle pensioni verso la bocciatura

Si delinea una netta bocciatura dell'iniziativa sulle pensioni (Per una previdenza vecchiaia sicura e sostenibile), che chiede un innalzamento dell'età pensionabile. Secondo una prima proiezione dell'istituto gfs.bern, per conto della Ssr, il progetto verrebbe respinto dal 75% dei votanti.

I primi risultati parziali confermano questo andamento, tanto che nessun cantone ha finora approvato il testo. A scrutinio ancora in corso i ‘no’ superano l'80% dei votanti in diversi Cantoni romandi, come Vaud, Giura e Friborgo. Forte opposizione emerge anche in Vallese, a Neuchâtel e a Ginevra.

Risultati ampiamente negativi, ma leggermente meno netti, si profilano nella Svizzera tedesca, ad Argovia, San Gallo, Grigioni, Basilea Città e Campagna, così come a Zurigo.

Promossa dai Giovani Plr, essa proponeva di aumentare l'età pensionabile per migliorare la situazione finanziaria dell'Avs. Dapprima innalzandola a tappe di due mesi all'anno, fino ad arrivare ai 66 anni nel 2032, in seguito adeguandola alla speranza di vita. Secondo i contrari, il progetto aumenterebbe le disparità sociali e colpirebbe la classe media e i lavoratori a basso reddito.

Grigioni, verso un ‘sì’ alla 13esima Avs e a un secco ‘no’ all'Iniziativa sulle pensioni

L'iniziativa per l'introduzione della 13esima Avs ha raccolto il 51,67% di sì nei Grigioni, stando ai risultati parziali di 87 comuni su 101. L'iniziativa dei giovani Plr che chiede un aumento progressivo dell'età pensionabile invece risulta bocciata dal 73,76% dei votanti. La partecipazione al voto si attesta attorno al 56% per entrambi gli oggetti.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE