Svizzera

Pink Cross compie 30 anni

L'organizzazione dal 1993 si batte per l'uguaglianza e l'accettazione degli uomini gay, bisessuali e queer nel Paese

(Keystone archivio)
27 agosto 2023
|

Pink Cross ha celebrato il suo 30esimo compleanno ieri al Casinotheater di Winterthur (ZH). L'evento ha riunito oltre 200 personalità, rappresentanti di organizzazioni con scopi analoghi e numerosi volontari dell'associazione. Ospite d'onore è stata la consigliera federale Elisabeth Baume-Schneider, che ha reso omaggio al lavoro svolto in questo trentennio.

Pink Cross dal 1993 si batte per l'uguaglianza e l'accettazione degli uomini gay, bisessuali e queer in Svizzera, ricorda l'organizzazione in un comunicato diramato sabato sera.

Nei suoi 30 anni di esistenza, Pink Cross "si è imposta in quattro votazioni popolari", si legge nella nota. L'organizzazione fa riferimento all'accettazione della Legge sull'unione domestica registrata nel 2005, dell'iscrizione dell'omofobia nel Codice penale nel 2020, del matrimonio per tutti (modifica del Codice civile) nel 2021 nonché alla bocciatura dell'iniziativa popolare promossa dal Ppd (oggi Alleanza del Centro) "Per il matrimonio e la famiglia - No agli svantaggi per le coppie sposate" nel 2016.

Nel suo discorso, la direttrice del Dipartimento federale di giustizia e polizia Baume-Schneider ha reso omaggio agli "impressionanti progressi" compiuti grazie a Pink Cross. Ha ringraziato tutti i presenti per il loro impegno a favore della parità di diritti per tutti, indipendentemente dall'orientamento sessuale.

"Possiamo guardare con orgoglio agli ultimi 30 anni e ai progressi che abbiamo compiuto insieme. Ma sappiamo anche che abbiamo ancora molto lavoro", ha dal canto suo affermato, citato nella nota, Adrian Knecht, copresidente di Pink Cross.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE