il-coltellino-svizzero-celebra-i-suoi-125-anni
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Urgono soluzioni sui binari per il transito nord-sud

I lavori nella valle del Reno minano la regolarità del traffico merci: l’industria ferroviaria svizzera un’alternativa sulla riva francese
Svizzera
1 ora

‘Il sondaggio non è stato condotto in maniera obiettiva’

Gli oppositori alla riforma Avs puntano il dito sulle risultanze dell’inchiesta. ‘Ignorato il divario pensionistico delle donne’
Svizzera
2 ore

Motociclista gravemente ferito sul Flüela

L’uomo, un 28enne austriaco, è stato tradito dall’asfalto scivoloso. Cadendo è andato a sbattere contro il guardrail
Svizzera
2 ore

Reti termiche, ecco la carta per il loro potenziamento

Direttori cantonali dell’energia, Associazione dei Comuni svizzeri e Unione delle città svizzere gomito a gomito per promuovere il teleriscaldamento
Svizzera
3 ore

Produzione e fatturato in crescita per il settore secondario

L’incremento è stato del 4,1% rispettivamente del 9,5%. Prosegue il trend positivo ininterrotto dal primo trimestre del 2021
Svizzera
6 ore

Votazioni federali, maggioranza a favore della riforma Avs

Verso due chiari ‘sì’ (meno scontato per l’imposta preventiva) e uno più risicato per lo stop allevamento intensivo
Svizzera
18 ore

In azione la prima fresa nella seconda canna del Gottardo

La cosiddetta ‘fresatrice meccanica a sezione piena’ scaverà nei prossimi mesi il cunicolo di accesso verso la zona di faglia settentrionale
Svizzera
18 ore

Cancellato il Salone dell’Auto di Ginevra del 2023

Gli organizzatori motivano la decisione con le incertezze dell’economia globale e della geopolitica
24.06.2022 - 15:02
Aggiornamento: 16:30
Ats, a cura di Marco Narzisi

Il coltellino svizzero celebra i suoi 125 anni

Il ‘coltello da ufficiale svizzero e sportivo’ è stato registrato da Karl Elsener, svittese fondatore di Victorinox, il 12 giugno del 1897

Era il 12 giugno 1897 quando lo svittese Karl Elsener, fondatore alcuni anni dopo dell’azienda Victorinox, brevettava il modello del suo "coltello da ufficiale svizzero e sportivo". Oggi, uno dei simboli del design svizzero, dopo 125 anni, viene ancora venduto in tutto il mondo con milioni di pezzi esportati ogni anno.

L’anniversario viene celebrato dall’impresa con il lancio recente di un’edizione limitata del modello originale chiamata "Replica 1897 Limited Edition". Destinata a essere un oggetto da collezione di cui sono state prodotte 9’999 unità, presenta i dettagli e lo stile della versione storica.

All’inizio lo "Swiss Army Knife" non ebbe grande successo. Nel 1886, il Consiglio federale decise di equipaggiare i soldati con coltelli di ordinanza tascabili. Mancando fornitori svizzeri, i primi modelli furono importati dalla città tedesca di Solingen, culla della coltelleria d’oltre Reno.

Quattro anni dopo, il mastro artigiano Karl Elsener, proprietario di un laboratorio a Ibach (Sz) fondò l’Associazione svizzera dei coltellinai con l’obiettivo di produrre il coltellino in patria e di fornirlo all’esercito. I primi coltelli di fabbricazione elvetica, dotati di una grande lama, un punteruolo, un cacciavite e un apriscatole, furono consegnati nel 1891 al Dipartimento militare federale (Dmf), antenato dell’attuale Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (Ddps).

Solo sei anni più tardi Elsener registrò il design del suo "coltello da ufficiale svizzero e sportivo" presso l’Ufficio federale della proprietà intellettuale. Al modello del 1891 furono aggiunti un cavatappi e una piccola lama. Nel 1909 il marchio prende il nome di Victoria, in omaggio alla madre di Karl Elsener, e contempla l’emblema della croce e dello scudo.

L’invenzione dell’acciaio inossidabile (inox) e il suo utilizzo nella produzione del famoso coltellino rappresentarono un grande progresso. Nel 1921, l’impresa della Svizzera centrale adottò il nome Victorinox, nato dall’unione delle parole Victoria e inox.

Il coltellino svizzero iniziò a essere conosciuto in tutto il mondo alla fine della Seconda Guerra mondiale, quando i soldati americani di stanza in Europa fecero del "coltellino svizzero" un regalo ricordo.

Nel 1977 lo "Swiss Army Knife" diventa un’icona del design: il modello originale viene esposto al Museum of Modern Art di New York.

Victorinox impiega un migliaio di persone a Ibach, dove produce ogni giorno 90’000 coltelli da cucina e professionali e 45’000 coltellini tascabili. La maggior parte della produzione viene esportata in oltre 100 Paesi o acquistata come souvenir dai turisti che visitano la Svizzera.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coltellino svizzero karl elsener victorinox
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved