ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Premi di cassa malati, previsti forti aumenti in Ticino

Oggi alle 14 ci sarà l’annuncio del ministro della Sanità Alain Berset
Svizzera
13 ore

Più soldi nel portamonete dei pensionati in Svizzera

Il Parlamento chiede un adeguamento integrale delle rendite Avs all’inflazione. Niente da fare per l’aumento dei sussidi di cassa malati.
Svizzera
13 ore

Offensiva solare, obbligo pannelli solo per edifici grandi

La Camera del popolo ha deciso di limitare tale vincolo alle strutture che occupano una superficie al suolo superiore a 300 metri quadrati
Svizzera
14 ore

‘No’ definitivo alla privatizzazione di PostFinance

Lo ha decretato il Consiglio nazionale bocciando senza opposizioni un progetto di revisione legislativa del governo sull’organizzazione della Posta
Ecuador
16 ore

Affonda barca alle Galapagos, svizzeri a bordo: vi sono morti

Secondo le autorità, quattro persone sono decedute e altre quattro risultano disperse: nessuna indicazione per ora sulla sorte dei cittadini elvetici
Svizzera
16 ore

Piano salvataggio aziende elettriche, eliminate divergenze

Il Consiglio federale ha redatto un progetto di legge così da equipaggiarsi precauzionalmente contro un eventuale collasso del sistema
Svizzera
17 ore

Allarme per le piccole medie imprese: ‘Bollette sestuplicate’

Preoccupazione per l’associazione di categoria attiva nell’industria delle macchine, elettrotecnica e metallurgica
Svizzera
17 ore

Sei indebitato? Avrai (forse) una seconda chance

Chiesti miglioramenti sul progetto di legge del Consiglio federale che mira a sostenere le persone in difficoltà finanziarie
Svizzera
18 ore

Le donne contro la riforma Avs: in centinaia a Berna

La manifestazione indetta dalle donne socialiste e dalle co-presidenti della sezione femminile del partito. Annunciato sciopero per il 14 giugno 2023
Svizzera
19 ore

Ecco come hanno votato gli italiani in Svizzera

Il Partito democratico perde la leadership dei voti di lista, ma il risultato a livello di coalizione presenta alcune sorprese rispetto al voto in Italia
Svizzera
21 ore

I faggi precocemente ingialliti sono destinati a morire presto

Secondo uno studio del Wsl, gli alberi su terreni secchi che perdono presto le foglie non si riprendono negli anni successivi
02.06.2022 - 20:02

Riscaldamento climatico: Alpi sempre meno bianche e più verdi

Dallo spazio è possibile scorgere le cime della catena dove l’impatto dell’aumento delle temperature è sempre più visibile, lo dice uno studio svizzero

Ats, a cura de laRegione
riscaldamento-climatico-alpi-sempre-meno-bianche-e-piu-verdi
WikiMedia
Sempre più montagne verdi

L’impatto del riscaldamento globale sulle Alpi è visibile dallo spazio. È quanto emerge da uno studio delle Università di Losanna e Basilea pubblicato oggi su ‘Science’. Il cambiamento più marcato è un aumento diffuso della vegetazione ad alta quota.

Gli scienziati – guidati da Sabine Rumpf dell’Università di Basilea e da Antoine Guisan e Grégoire Mariéthoz di quella di Losanna, in collaborazione con gruppi di ricerca con sede nei Paesi Bassi e in Finlandia – hanno esaminato i cambiamenti nella copertura nevosa e nella vegetazione utilizzando dati satellitari ad alta risoluzione raccolti dal 1984 al 2021.

Aumento della biomassa vegetale

I risultati parlano chiaro: nel periodo in rassegna la biomassa vegetale è aumentata al di sopra del limite degli alberi in oltre il 77% delle Alpi. Questo fenomeno di "rinverdimento" dovuto al cambiamento climatico è già ben documentato nell’Artico e comincia a essere identificato anche in montagna.

"La scala del cambiamento è assolutamente massiccia nelle Alpi", rileva Sabine Rumpf, citata in un comunicato diffuso dalle due università. Le Alpi stanno diventando più verdi, dato che la vegetazione sta colonizzando nuove aree, diventando più densa e alta. Il fenomeno è più pronunciato ad altitudini attorno ai 2’300 metri.

Studi precedenti si sono concentrati sull’impatto del riscaldamento sulla biodiversità alpina e sui cambiamenti nella distribuzione delle specie vegetali. Finora però nessuno aveva condotto un’analisi così completa dell’evoluzione della produttività vegetale nelle Alpi.

Gli autori della ricerca dimostrano che l’aumento della biomassa vegetale è attribuibile principalmente ai cambiamenti nel regime delle precipitazioni e all’allungamento della stagione di crescita delle piante in seguito all’aumento delle temperature.

Biodiversità alpina messa a dura prova

"Le piante alpine sono adattate a condizioni difficili, ma non sono molto competitive", spiega ancora Sabine Rumpf. Quando le condizioni ambientali cambiano, questi organismi altamente specializzati perdono il loro vantaggio e vengono superati dalla concorrenza. "La biodiversità unica delle Alpi è quindi sottoposta a una notevole pressione", afferma la ricercatrice.

A differenza della vegetazione, l’estensione della copertura nevosa al di sopra del limite degli alberi è cambiata solo leggermente dal 1984. I ricercatori hanno escluso dalla loro analisi le regioni al di sotto dei 1’700 metri, i ghiacciai e le foreste, scoprendo che la copertura nevosa è diminuita in modo significativo in quasi il 10% delle regioni rimanenti.

Un dato preoccupante

È un dato che può sembrare moderato, ma che invece secondo gli scienziati è preoccupante. "Le precedenti analisi dei dati satellitari non avevano individuato una simile tendenza", commenta Antoine Guisan. Forse a causa di una risoluzione insufficiente delle immagini o al fatto che i periodi considerati erano troppo brevi, ipotizza l’esperto.

"È da anni che le misurazioni locali al suolo mostrano una diminuzione dello spessore del manto nevoso a bassa quota", aggiunge Grégoire Mariéthoz. A seguito di questa diminuzione, alcune regioni sono ora in gran parte prive di neve.

Questa perdita di manto nevoso si osserva soprattutto in luoghi dove quarant’anni fa la coltre bianca rimaneva tutto l’anno, a un’altitudine di circa 3’000 metri, con conseguenze sull’intero ciclo dell’acqua, precisa Rumpf.

Alcuni ecosistemi sono sotto pressione, ma non solo. La ricercatrice evoca per esempio anche implicazioni per l’approvvigionamento di acqua potabile nelle regioni di montagna.

Con il riscaldamento globale, le Alpi diventeranno sempre meno bianche e sempre più verdi, entrando in un circolo vizioso: "Montagne più verdi significa meno riflessione della luce solare, il che aumenterà ulteriormente il riscaldamento", conclude Rumpf.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved