criteri-piu-severi-per-i-rinvii-in-grecia-di-persone-vulnerabili
Keystone
27.04.2022 - 12:53
Aggiornamento : 16:25

Criteri più severi per i rinvii in Grecia di persone vulnerabili

Il Tribunale amministrativo federale ha stabilito che bisogna tenere conto della recente legge ellenica che riduce le prestazioni per i richiedenti asilo

Il Tribunale amministrativo federale (Taf) applica criteri più severi per i trasferimenti di richiedenti asilo vulnerabili verso la Grecia. Tiene infatti conto dell’entrata in vigore di una legge che riduce le prestazioni a loro accordate.

In una sentenza pubblicata oggi, i giudici di San Gallo stimano che l’esecuzione dei rinvii di beneficiari di una protezione internazionale rimanga – in maniera generale – esigibile. Restrizioni sono però necessarie per i più vulnerabili, come famiglie con bambini, minori non accompagnati o persone che soffrono di gravi malattie.

I beneficiari di asilo in Grecia stanno attualmente incontrando gravi difficoltà a trovare un alloggio, ha sottolineato la corte. Nemmeno l’accesso a cure, sicurezza sociale e mercato legale del lavoro risulta particolarmente semplice.

La modifica della legge greca non cambia comunque fondamentalmente la giurisprudenza dei trasferimenti verso questo Paese. Nonostante le lacune, non si può parlare di sistema disfunzionale. Un’attenzione alle persone vulnerabili è però necessaria.

Circa una settimana fa, i giudici di San Gallo si sono espressi in maniera inversa nei confronti dell’Italia, dove le condizioni per i richiedenti asilo sono migliorate. La decisione odierna è definitiva.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
grecia persone vulnerabili richiedenti asilo tribunale amministrativo federale
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved