parco-eolico-nel-giura-vodese-via-libera-dal-tribunale-federale
Keystone
13.01.2022 - 15:350
Aggiornamento : 19:42

Parco eolico nel Giura vodese, via libera dal Tribunale federale

Respinto il ricorso di Helvetia Nostra e di diversi privati cittadini contro il progetto di parco eolico di Sur Grati

a cura de laRegione

Il Tribunale federale (Tf) ha respinto il ricorso di Helvetia Nostra e di diversi privati cittadini contro il progetto di parco eolico di Sur Grati, nel Giura vodese. È prevista la costruzione di sei pale eoliche.

Le turbine, con un’altezza massima di 210 metri comprese le pale, sorgeranno nei pascoli situati sul crinale su una distanza di circa 2,5 chilometri. Il potenziale di produzione è stimato tra 44,5 e 49,2 gigawattora (GWh) all’anno, a seconda del modello scelto, equivalente al consumo di circa 11’000 famiglie.

Nella sua sentenza, il Tf respinge tutte le argomentazioni degli oppositori, e fa riferimento all’esame effettuato dal cantone al momento di identificare i siti propizi a questo tipo di impianti. I giudici di Mon Repos hanno anche bocciato la critica che la produzione di energia prevista sarebbe stata troppo bassa per giustificare l’interesse nazionale della costruzione.

Niente da fare nemmeno per la denuncia di danni al paesaggio e di impatto sull’avifauna. Sono state infatti decise misure di protezione – rilevamento radar, spegnimento delle installazioni in certi momenti – a favore degli uccelli migratori e dei pipistrelli, viene fatto notare.

“Le organizzazioni Helvetia Nostra, Paysage-Libre Vaud e Sos Jura hanno appreso con delusione la decisione ”, si legge in una nota. Secondo loro, la corte ritiene che lo sviluppo dei parchi eolici prevalga su qualsiasi altro interesse. La convalida è un colpo alla protezione della biodiversità e del paesaggio, aggiungono.

Da parte loro, le autorità municipali dei comuni interessati – Premier, Vallorbe e Vaulion – così come VOénergies, promotori del progetto, si rallegrano della decisione. Con questa sentenza, il progetto può andare avanti, 14 anni dopo il suo inizio, affermano in una nota.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved