credit-suisse-vuole-un-nuovo-sistema-di-remunerazioni
Keystone
07.11.2021 - 12:10
Aggiornamento: 14:07
Ats, a cura de laRegione

Credit Suisse vuole un nuovo sistema di remunerazioni

La decisione è stata presa dopo gli scandali con i fondi Greensill e Archegos, costati miliardi

Credit Suisse ha deciso di modificare il suo sistema di remunerazioni, dopo gli scandali con i fondi Greensill e Archegos, costati miliardi. L’obiettivo è tenere maggiormente conto dei rischi.

L’intenzione è quella di instaurare una remunerazione variabile in modo da evitare che vengano presi rischi eccessivi, hanno spiegato il presidente del Consiglio d’amministrazione Antonio Horta-Osario e il CEO Thomas Gottstein in un’intervista diffusa oggi dalla NZZ am Sonntag. I dettagli della riforma dovrebbero essere presentati nel primo semestre 2022.

Credit Suisse vivrà in generale un riorientamento sostanziale, hanno sottolineato i due responsabili. La banca trasferirà 3 miliardi di franchi di capitale dalla banca d’investimento alla gestione patrimoniale. È inoltre prevista l’assunzione di 500 nuovi consulenti per la clientela entro il 2024.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
archegos costati miliardi credit suisse greensill remunerazioni sistema
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved