covid-il-consiglio-federale-vuole-prorogare-gli-aiuti-al-2022
Keystone
Il Consiglio federale considera anche lo scenario peggiore
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’

È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
Svizzera
6 ore

Violenza domestica, si allontani l’autore dal tetto familiare

La Commissione affari giuridici al Nazionale ha approvato due mozioni che estende a livello nazionale il principio già in vigore in diversi cantoni
Svizzera
7 ore

Nell’Alto Vallese i guardiacaccia abbattono un lupo

L’abbattimento del lupo fra i comuni di Ergisch e Unterbäch era stato ordinato questa settimana dal Consiglio di Stato vallesano
Svizzera
8 ore

Pandemia, la Farmacia dell’esercito ha rispettato il mandato

Per il Consiglio federale si è mossa in modo corretto nell’acquisto di un sufficiente numero di mascherine. Ci sono stati errori, ma comprensibili
Svizzera
9 ore

La sfida ora è scolarizzare i 12mila giovani profughi ucraini

Emergenza Ucraina, Karin Keller-Sutter traccia un bilancio dell’accoglienza svizzera. Attese 10mila persone ogni mese
Svizzera
10 ore

Wef, più sicurezza a ‘impatto zero’ sulle finanze federali

Il cambio di stagione del Forum economico di Davos comporta nuove mansioni in fatto di sorveglianza. Ma senza ulteriori aggravi
Svizzera
10 ore

Gestione della pandemia: sia ancora Berna a occuparsene

Contro al parere del Consiglio federale, per i Cantoni a intervenire con misure appropriate in caso di necessità dovrebbe essere la Confederazione
Svizzera
11 ore

Controllo delle finanze, c’è margine per migliorare

Nel suo ultimo rapporto, il direttore Michel Huissoud si toglie qualche sassolino: ‘Berna più presente all’estero che sulle faccende interne’
27.10.2021 - 16:38
Aggiornamento : 18:53

Covid, il Consiglio federale vuole prorogare gli aiuti al 2022

Il governo chiede al parlamento altri 915 milioni di franchi per far fronte agli effetti della pandemia. Il certificato non è interessato dalla proroga

Berna – Il Consiglio federale vuole disporre di ulteriori 915 milioni di franchi nel caso in cui la crisi del coronavirus dovesse protrarsi anche l’anno prossimo. È quanto indica l’Esecutivo, che oggi ha adottato il messaggio concernente la proroga di alcune disposizioni della legge Covid-19, assicurandosi così la possibilità di continuare a disporre degli strumenti necessari per far fronte agli effetti della pandemia, in particolare nei settori della sanità, della protezione dei lavoratori, dello sport e della cultura.

A causa dell’incertezza per il 2022, l’Esecutivo vuole chiedere al Parlamento di prorogare alcune disposizioni della legge Covid-19. L’obiettivo è di porre urgentemente in vigore la legge nella sessione invernale, indica un comunicato governativo odierno.

Altri 915 milioni di franchi

Il messaggio sul budget del prossimo anno a destinazione delle Camere federali era stato licenziato dall’esecutivo lo scorso 18 agosto. Da allora l’esecutivo ha preso ulteriori decisioni per affrontare la crisi pandemica, facendo un cosiddetto “annuncio ulteriore” lo scorso 24 settembre a complemento del preventivo 2022. Oggi, nel corso della seduta, ne ha approvato un secondo: il “fabbisogno finanziario supplementare” da inserire nel preventivo ammonta a ulteriori 915 milioni di franchi.

Le uscite totali della Confederazione preventivate per l’anno prossimo – compreso questo secondo annuncio ulteriore – ammontano a 80,5 miliardi di franchi e si registra un deficit di finanziamento di circa 1,9 miliardi di franchi, sottolinea il comunicato.

I 915 milioni di franchi – in realtà 914,8 – sono destinati ai provvedimenti di sostegno alla cultura (130 milioni), allo sport (100 milioni), al finanziamento federale di nuove terapie ambulatoriali (50 milioni), alle spese di funzionamento dell’Ufficio federale della sanità pubblica (10,8 milioni), nonché alle uscite straordinarie per il finanziamento dei test (134 milioni) e a quelle legate alle indennità per perdita di guadagno per il coronavirus (490 milioni).

Casi di rigore

La legge Covid-19, già modificata a tre riprese dalla sua adozione il 25 settembre 2020, contiene la base giuridica per vari provvedimenti di lotta alla pandemia. La maggior parte delle disposizioni sono in principio limitate fino al prossimo 31 dicembre.

Il Consiglio federale ricorda che la base giuridica del certificato Covid – l’articolo 6a, che rimarrà in vigore sino alla fine del 2022 – non è interessata dalla proroga. Non saranno inoltre prorogate le disposizioni nell’ambito dell’aiuto per i casi di rigore e dell’assicurazione contro la disoccupazione.

Il progetto adottato oggi dal Consiglio federale è tuttavia volto a istituire una base legale che conceda ai Cantoni maggior tempo per trattare le domande pendenti per i casi di rigore, in particolare in relazione alle procedure giudiziarie in corso, sottolinea l’Esecutivo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aiuti consiglio federale covid pandemia proroga
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved